Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

La vera emergenza "rifiuti" é altrove, non per le strade di Napoli


A leggere certe notizie si fa fatica a credere ai propri occhi e ci si rende conto di vivere in un paese (volutamente scritto minuscolo) dove il sistema giudiziario è alla mercè di una casta intoccabile, arrogante perchè sicura di passarla sempre liscia e dedita a fare politica invece che esercitare nel modo migliore il proprio compito. Una casta che sta affossando la democrazia impunemente, perchè nessuno, né a destra né a sinistra, riesce e vuole, rimettere al posto che gli compete, schiere di magistrati militanti.

Se non fosse l'ennesino sfregio al buonsenso e alla giustizia, l'avviso di garanzia a Caldoro, sembrerebbe una barzelletta, visto che il problema rifiuti a Napoli ha una storia che risale all'epoca Bassolino, che è il maggiore responsabile di tale situazione, prima come sindaco di Napoli, poi come governatore della Campania ed infine addirittura commissario ad acta. Basti ricordare che il Governo Berlusconi, appena insediato, si riunì a Napoli, risolse la situazione e consegnò a Bassolino una città bonificata, nominandolo commissario e mettendogli a disposizione fondi ingenti. Bassolino non solo ha sprecato milioni di euro, ma, se possibile, è riuscito nella mirabolante impresa di peggiorare la situazione.

Adesso il novello "enfant prodige" eletto sindaco di napoli, dopo aver promesso che avrebbe ripulito Napoli in cinque giorni, non si sa come (forse contava su un miracolo di San Gennaro, che essendo solo un povero santo, nemmeno lui ha potuto tanto) frigna, si agita, schiamazza e incolpa il Governo, per la mancanza di un decreto, che permetta di rifilare il pattume napoletano alle altre regioni.

Francamente ritengo che sia ora che i napoletanti, imparino a gestire la loro immondizia, mi sembra che nel 2011, debbano e possano mettersi alla pari non solo con gli altri italiani, ma con qualsiasi popolazione civile del mondo. Solo nel "Burundi" gettano per strada di tutto, dai materassi, ai mobili, ai rifiuti organici, alle carcasse di animali morti. Fa bene la Lega a frenare sul decreto "esporta immondizia", fino a quando certa gente non verrà responsabilizzata ed educata, Napoli sarà sempre un discarica a cielo aperto e il resto d'Italia dovrà sorbirsi la loro monnezza e inciviltà.

Orpheus

Pubblicato il 26/6/2011 alle 11.6 nella rubrica Giustizia indecente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web