Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Un referendum che è "aria fritta"


Nel nostro Paese i referendum hanno una sola prerogativa, quella di essere un enorme spreco di denaro e una perdita di tempo. Non andrò a votare perchè so, che tanto a nulla servirà far sentire la nostra voce.
Il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati docet, passato con l'80% dei voti a favore, è rimasto lettera morta, sia con il cdx. che con il csx.
D'altronde i promotori di questo referendum sono quanto di più inaffidabile e ridicolo, il panorama politico presenti.
Interessante l'intervista a Matteo Renzi al Fatto quotidiano di cui riporto uno stralcio:"
quella che si vuole abrogare è una legge del 2006, governo Prodi, e firmata dal ministro Di Pietro, dovevamo riflettere allora. Come dissi anche io che non ero da un’altra parte, ma nel Pd. Oggi quella legge mi comporterebbe andare a chiedere qualcosa come72 milioni di euro ai fiorentini, e non posso permettermelo”. Se il PD cambia idea a seconda del vento che tira non è un problema mio". Io continuo sulla strada della coerenza”.
Inoltre Bersani
a Carpi il 18 settembre 2008 per dar man forte al PD locale, ha sostenuto le ragioni della privatizzazione di Aimag (società che gestisce ACQUA, GAS e RIFIUTI a Carpi ed in altri 20 Comuni tra la provincia di Modena e Mantova), in occasione della campagna elettorale per il referendum comunale voluto da un gruppo di cittadini per fermare la privatizzazione.
Ergo, se domenica vince il SI per l'abrogazione della norma sulla privatizzazione dell'acqua, passano un paio di anni, sale la sinistra (non ci credo ma potrebbe succedere) e Bersani e Di Pietro, ripropongono la legge del 2006. A cosa è servito il referendum??? A nulla, soldi buttati nella spazzatura. Perchè questi politici non hanno una linea coerente, un programma, un briciolo di serietà sono burattini, che recitano la parte a seconda di come soffia il vento.
Quanto al nucleare è dal 1986 che se parla, siamo nel 2011, non ci sono centrali, ma in compenso c'è un altro referendum. Che dire, se vorranno costruirle, sul serio, questo referendum farà la fine di quello per la responsabilità dei giudici.

Infine sul legittimo impedimento è meglio stendere un velo pietoso, Di Pietro è il primo a farne uso, e allora perchè farsi promotore di una simile inziativa? Perchè lui può? O perchè se lo fa lui, nessuno dice nulla? I giornali non scrivono una parola sull'argomento, Santoro non si strappa i capelli, Conchita non vomita sconcezze a Ballarò ecc. ecc.
Questi sono i promotori dell'iniziativa e io devo andare a perdere tempo per votare?
Orpheus

Pubblicato il 8/6/2011 alle 18.57 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web