Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Spregevoli ipocriti: gli "inchini" della sinistra ai più spietati tiranni mondiali


Prodi e Napolitano ricevono con tutti gli onori Omar al-Bashir incriminato per genocidio

Sempre Prodi con quel "buontempone" di Ahmadinejad che ha l'hobby di far tortura e impiccare i dissidenti e gli avversari politici e lapidare le adultere.

Assistere all'ennesimo avanspettacolo di moralismo e doppiopesismo della sinistra non so quanto possa essere esilarante, ma sicuramente è disgustoso.

Loro se la cantano e se la suonano e non potendo nascondere che, con i peggiori dittatori e GENOCIDI del mondo, sono stati "culo e camicia" ricorrono al loro status per nascita, direttamente impartitogli dal Supremo, di Esseri "antropologicamente superiori".
Gheddafi è diventato un "tiranno sanguinario e genocida" e Berlusconi, orrore!!!!...il suo lacchè.
Quando invece erano loro a genuflettersi davanti al leader libico, Gheddafi era un amico, un caro amico 
supportato ed aiutato nel riportare la Libia nella comunità internazionale. Non hanno problemi a stringere mani grondanti sangue, si sa sono mani "antropologicamente superiori" le loro, autopulenti e anti-macchia.
Altrimenti ci sarebbe da chiedersi come si possa stringere quelle di Al-Bashir e Ahmadinejad, quelle del compagno Fidel e degli assassini Hezbollah.
Quando il genocida sudanese fu accolto con tutti gli onori da Prodi&C. Amnesty e tutta l'Europa protestarono.
La politica estera italiana è ancora una volta al centro della bufera. Stavolta a finire sul banco degli imputati è il presidente del Consiglio Romano Prodi (e anche quello della repubblica Giorgio Napolitano) per l'accoglienza con tutti gli onori riservata al presidente golpista della repubblica islamica del Sudan, Omar Hassan el Bashir, da ieri notte in visita ufficiale nel nostro paese. Ad aprire le ostilità contro la scelta italiana di ricevere un dittatore che molti vorrebbero davanti al tribunale dell'Aja per i crimini contro l'umanità sono stati 25 deputati inglesi e francesi al parlamento europeo che hanno scritto una pesante lettera aperta allo stesso Prodi. E ieri la polemica era stata ripresa anche da Amnesty international, per una volta non strabica nelle proprie denuncie contro chi viola i diritti umani. Oggi poi l'International Herald Tribune dava molto risalto a questa polemica in un articolo intitolato "La visita in Italia del leader del Sudan fa crescere la preoccupazione internazionale".

Ma il vero sconcio, non è il doppiopesismo della miserrima sinistra italiana a cui siamo abituati,  è che si parla del "baciamano di Berlusconi" e non delle NAVI DA GUERRA IRANIANE entrate nel mediterraneo e in "visita amichevole" alla Siria. Non si fa nemmeno cenno alle spaventose conseguenze a cui ciò potrebbe portare.
E non si proferisce sillaba sulla deriva integralista che ha alzato la cresta nei paesi "liberati", e non si fiata nemmeno in questo caso, delle gravissime ripercussioni che ciò potrebbe significare per l'Occidente, tanto per gradire chiusura del Canale di Suez.
Si piccano per le "200 ragazze islamizzate" a Roma e non gliene frega nulla se "fondamentalizzarsi" sarà l'intero Maghreb. Più idioti di così!!!
Orpheus


Pubblicato il 24/2/2011 alle 12.2 nella rubrica Sinistra indegna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web