Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

La barbarie islamica contro i cristiani non può essere più ignorata


Una cristiana serba uccisa dai musulmani perchè era una cristiana.
In questa foto non c'è solo la barbarie di esseri che nulla hanno di umano, ma anche l'odio e il disprezzo senza limiti che nutrono contro i cristani: bestie immonde da massacrare.
So che queste foto sconvolgono chi le vede, ma sono il metodo migliore per dare una scossa a chi ancora si trastulla con il sogno suicida del multiculturalismo, del "volemose tutti bene", delle religioni tutte uguali!
I cristiani nei paesi a maggioranza musulmana sono perseguitati e trucidati in modi barbari, e i governi di tali paesi, fanno finta di nulla. Di fatto permettono tali barbarie, per le quali non paga MAI nessuno.
E meglio non si comporta l'Occidente in blocco che TACE davanti ad ogni ignominia: davanti ai martiri cristiani rapiti e sgozzati dall’integralismo islamico e indù, davanti ai missionari e alle missionarie sempre più in pericolo di vita, davanti al calvario dei cristiani in Iraq, ridotti ormai ad un terzo, vittime delle violenze, intimiditi dalle minacce, costretti a scappare dalle loro case dall’intolleranza islamica, davanti alle stragi come quelle che recentemente hanno insaguinato l'Egitto, particolarmente significative per le modalità con cui sono state perpetrate.
Abbiamo un DOVERE: difendere i perseguitati cristiani nel rispetto dei DIRITTI UMANI e abbiamo anche un MEZZO:chiedere che sia RISPETTATO il principio di reciprocità, concedere quindi il diritto ad esercitare il proprio credo SOLO se nel Paese corrispettivo, vi è TALE libertà. Meglio ancora che venga tenuto conto di tale principio nella selezione dell'immigrazione.
Una volta il cardinale Biffi disse una cosa giusta, che suscitò molto scalpore. Affermò che lui aveva solo il compito di evangelizzare gli emigrati islamici in Italia, lo stato aveva il compito di selezionare le migrazioni. Sulle coste siciliane troveremo sempre dei centri della Caritas per l’accoglienza. Ma ciò non toglie, anzi postula, che lo stato predisponga una politica delle migrazioni improntata anche alla reciprocità.

Tutto ciò è rimasto "lettera morta" e noi ci stiamo riempiendo di moschee, permettiamo riti barbari come la macelalzione halal, la poligamia, la segregazione delle donne e persino, c'è chi trova giustificazioni culturali all'infibulazione, e dall'altra parte, i cristiani vengono quotidianamente massacrati. E come se ciò non bastasse, importiamo fanatici che ci odiamo SOLO perchè siamo cristiani.
Orpheus

Pubblicato il 8/2/2011 alle 18.30 nella rubrica Islam.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web