Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Diamo il "benvenuto" al prossimo "Ahmadinejad" egiziano


Il mondo è preoccupato per la sanguinosa rivolta in Egitto, ma lo sarebbe ancor di più se si rendesse nota una ricerca del Pew Research Center, stilata nel dicembre 2010, che fa presagire un probabile scenario di tipo iraniano per un Egitto, con tante pecche, ma fin'ora non in mano agli integralisti.
La ricerca fornisce un accurato e interessante spaccato delle diverse società musulmane nel mondo, e in particolare, dimostra che i musulmani d'Egitto (il 90% della popolazione) sono orientati verso l'islam più brutale e retrivo.
L’85% degli intervistati afferma che la teocrazia è una cosa buona e giusta, un dato allarmante se si considera che tre quarti dei musulmani egiziani intervistati é a favore dell’introduzione della lapidazione per reati di adulterio. Non solo, ma la stessa percentuale si dice favorevole all’introduzione di frustate sanzionatorie e del taglio delle mani per i reati di furto, giungendo fino a considerarsi a favore, sempre per tre quarti, alla pena di morte per il reato di apostasia, ovvero per chi "osa" abbandonare la religione islamica. 
Se possibile i risultati dello studio si fanno più foschi quando prende in esame l'orientamento dei musulmani egiziani nei confronti dei movimenti islamisti e terroristici come Hamas, Hezbollah e Al Qaeda. Su Hezbollah un terzo dei musulmani egiziani intervistati considera l’organizzazione libanese favorevolmente, ad  Hamas è favorevole Il 49% e dulcis in fundo Al Qaeda e Bin Laden contano rispettivamente il 20% e il 19% di "ammiratori".  Infine vale la pena infine ricordare quel 54% di egiziani che si definiscono favorevoli all’introduzione a forme di discriminazione di genere in Egitto.

L'unica conclusione che se ne può tirare è che l'Occidente rimpiangerà Mubarak, e lo rimpiangerà anche "Barack al-Obama" che ha tanta fretta di scaricare l'anziano presidente egiziano (e mi piacerebbe sapere perchè).
Ma soprattutto lo rimpiangerà il popolo egiziano, che si vedrà catapultato in un mediovevo di orrori, miseria, tirannia come già è successo al popolo iraniano.
Potrò sbagliarmi, ma in questo momento i Fratelli Musulmani già cantano vittoria, e l'avranno con un El Baradei sempre pronto a flirtare con Teheran.
E intanto l'Iran lancia un appello per l'unità islamica del MO, e si può star certi che troverà chi lo accoglierà. Evidentemente Obama é all'oscuro di tutto ciò.
Orpheus

Pubblicato il 3/2/2011 alle 15.28 nella rubrica Islam.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web