Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Ma(n)gistratura: i costi impossibili delle toghe


Si può sintetizzare l'operato della magistratura italiana con tre semplici termini: sprechi, privilegi, inefficienza. A fronte di un costo enorme la Giustizia italiana è una delle peggiori al mondo; il rapporto Doing Business che la Banca Mondiale redige per fornire indicazioni alle imprese sui Paesi in cui è più vantaggioso investire, rivela una posizione dell'Italia davvero penalizzante e imbarazzante: al 156° posto su 181 Paesi, dopo Angola, Gabon, Guinea, São Tome.
A fronte di tanta inefficienza, gli sprechi abnormi del sistema, costituiti non solo da retribuzioni astronomiche, ma anche da un fiume di denaro pubblico buttato dalla finestra, che finisce nelle tasche di coloro che fanno si, che la nostra Giustizia sia una delle peggiori del pianeta. Leggete e indignatevi, se ancora ne avete la capacità.
 E adesso veniamo alla "querelle" di questi giorni,
l'Anm ha minacciato la paralisi, con molto senso di responsibilità, a causa del taglio ai fondi per l'assistenza informatica, altri 36 milioni di euro versati nella greppia di una casta inetta e costosa, da un Governo, che come quelli che l'hanno preceduto si cala le braghe ad ogni minima richiesta dell'Anm.
La digilitazzione del sistema, porterebbe considerevoli vantaggi se funzionasse, ma per adesso COSTA e basta:
"Tra il 1999 e il 2008 sono stati spesi 1,5 miliardi di euro per digitalizzare la giustizia italiana. Dovremmo essere in grado di processare gli scippatori di Marte, in teleconferenza, invece non sappiamo neanche se un imputato ha cambiato avvocato, nottetempo".
Si è speso tantissimo per avere una giustizia che procede a stantuffo come sempre, invece di usufruire dei considerevoli vantaggi della digitalizzazione, e come sempre il Governo in carica, non ha ancora messo mano, ad una riforma che ridia DIGNITA' e funzionalità al nostro sistema giudiziario.
Orpheus

Pubblicato il 7/1/2011 alle 9.47 nella rubrica Giustizia indecente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web