Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

La scoperta dell'acqua calda


Berlusconi ne ha detto un'altra delle sue. Un'uscita condivisibile, ma soprattutto scontata e assolutamente logica. Chi farebbe carte false per avere un figlio gay, nessuno. Ma proprio nessuno, in cuor suo, si augurerebbe un figlio omosessuale, e questo non perchè esserlo, sia un peccato o una vergogna, semplicemente perchè la natura ha previsto che si procreasse in un solo modo, e la procreazione è lo scopo primario dell'umanità.
Non c'è nulla di male quindi ad esternare una posizione che è quella della quasi totalità della maggioranza, una frase talmente ovvia, da risultare solo di buonsenso.
Ma il buonseno si è perso, e adesso abbiamo a che fare con un senso comune, che vuole equiparare l'eterosessualità all'omosessualità. E questo proprio non esiste. Che nel proprio letto ognuno faccia ciò che più gli aggrada, mi sta bene (al contrario dei bacchettoni rossi, che fanno i moralisti a SENSO unico), che si riconoscano determinati diritti alle coppie omosessuali, anche, che non siano discriminati o peggio ancora perseguitati, idem, ma da qui, a mettere l'omosessualità al pari dell'eterosessualità, ce ne passa.
Berlusconi ha solo esternato un pensiero comune, che il regime del politically correct, ha criminalizzato.
E secondo me ha fatto bene, è ora di accantonare le ipocrisie e di ricostruire dalle macerie del 68' una società che si riappropri dei suoi valori cardine: la sacralità della famigliae della vita, la condanna senza se e senza ma per l'uso di droga, l'orgoglio per la nostra cultura, per la nostra religione, per i nostri valori, la meritocrazia e via dicendo.
Ad esternare questi concetti, si viene tacciati di razzisti e retrogradi...e vabbè, io la penso così e senza insultare NESSUNO e spero senza essere INSULTATA, voglio essere libera di pensarla in questo modo.
Orpheus

Pubblicato il 3/11/2010 alle 18.18 nella rubrica Berlusconi persecuzioni sinistre.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web