Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Il "re delle cause perse" e il bavaglio delle "chiese" rosse


Ciò che è successo al Giornale la dice lunga dice lunga, sull'informazione di quale parte politica, pendono bavagli e intimidazioni. Se fosse successo a Repubblica un simile atto di protervia e censura avremmo il popolo viola, quello arcobaleno e quello rosso, imbufalito a gridare al "bavaglio".
Ma è successo al Giornale, quindi i paladini della libera informazione non vedono, non sentono, non parlano come da copione sinistro.
Ma questo non è il solo lato indecente della vicenda, il pm in questione, quello che ha ravvisato il reato di "violenza privata" (roba da far sganasciare anche i polli dalle risate), é Henry John Woodcock, uno che se svolgesse una qualsiasi professione, avrebbe smesso da quel dì di esercitarla.
Ma appartiene alla Casta della magistratura, quindi può permettersi di tutto. Questo signore ha raggiunto la quota di 210 innocenti accusati senza fondamento. Poiché è entrato in magistratura alla fine del 1996, la sua media è stata di 15 infelici cui ha tirato il collo ogni anno, a spese dei contribuenti:
Se un medico avesse un simile primato, avrebbe concluso la sua carriera dopo il primo anno.
Ma é un magistrato. Un intoccabile. Perchè la magistratura, in molti casi è serva della sinistra.
Inoltre, la sua "brillante" carriera è stato oggetto di un articolo di Giovanni Perna sul Giornale il 23 settembre, e guarda la coincidenza, il "dossier (introvabile) Mercegaglia è balzato agli onori della cronaca qualche giorno dopo.
A pensar male si fa peccato, ma difficilmente ci si sbaglia. E quanto costa tutto questo al contribuente?
Quanta ci costa questa giustizia autoreferenziale, politicizzata e scadente? Si perchè la nostra giustizia è ANCHE una delle ultime al mondo.
Questa vicenda è lo specchio di come siamo messi male in Italia a stampa, magistratura e politica.
Perché ora il giornalismo si chiama: dossieraggio, archivi ecartelline che molti gironalisti aggiornano e conservano, diventano “dossier” sulla base del semplice uso che ne fanno e "squadrismo" dell'informazione, ovviamente solo nel caso del centro destra.
Chi invece pubblica solo carte giudiziarie, tipo quei servi di procura che sputtanano a destra e a manca dopo che la magistratura magari ha pure assolto o archiviato, ecco, loro invece sarebbero dei giornalisti investigativi. Questo è il metodo travaglio, il favoloso marconiglio, su cui nessuno fiata.
Orpheus

Pubblicato il 8/10/2010 alle 19.32 nella rubrica Giustizia indecente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web