Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

USA: Un Silenzio Assordante


Nella vicenda Sakineh, solo due paesi Francia e Italia hanno speso parole forti, per tentare di salvarla da una pena inumana e atroce, ma anche il resto dell'Europa si é mobilitato.

Mentre la maggioranza delle anime belle di sinistra, quelle che s'impietosivano per i detenuti di Guantanamo, tagliagole (nel senso reale del termine) e terroristi tacciono e fischiettano, con la speranza che la vicenda si chiuda in fretta.
Ma più di tutti colpisce il silenzio-assenso del Messia Nero, quello del "Yes, we can", certo si può e si deve chiudere gli occhi e voltare la testa dall'altra parte. E potrei anche capirlo, chiamasi real-politck, se questo uomo, nell'opinione pubblica mondiale, non rappresentasse la "summa" degli ideali più alti, il paladino difensore dei diritti dei più deboli e diseredati, la svolta, il cambiamento e cianfronate simili.
Certo, non era necessario un suo coivolgimento personale, poteva "protestare" un suo rappresentante, un membro del suo Governo, e invece l'unica dichiarazione fatta a tutt'ora, è quella della Clinton, durante un importante discorso sulla politica estera dove ha spiegato che ci troviamo a vivere in un "momento americano", e che l'ingaggio diplomatico con i mullah che l'amministrazione sta portando avanti da quando Obama è diventato presidente ha funzionato (per ingaggio diplomatico intende la genuflessione completa e totale).

Detto questo, passo ad un aggiornamento del caso Sakineh, la sua lapidazione è stata sospesa, ma rischia sempre di essere impiccata.
Ieri sera ho sentito l'ambosciatore
iraniano in Italia, Seyed Mohammad Ali Hosseini, ha detto che è stata condannata, per un grave "reato", ma in Iran, la lapidazione è applicata solo per le adultere. E i suoi ipotetici complici, nell'efferato delitto, dove sono, in galera, in attesa anche loro di essere impiccati? Perchè nessuno ne parla?
Ci si attacca a "questioni di lana caprina" per giustificare questa barbarie, chiudendo gli occhi sulle macroscopiche contraddizioni che lo riguardano.
Orpheus


Pubblicato il 9/9/2010 alle 10.12 nella rubrica Diritti Umani.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web