Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Benvenuti in Italistan


Una volta il telefono piangeva (bei tempi...), adesso il telefono unisce in matrimonio (oltre a divorziare...potenza della tecnologia) ovviamente succede nei paesi islamici, dove le donne si comprano, si vendono e si massacrano come animali.

E potrebbe non interessarci, tanto noi questi problemi non ce li abbiamo (per ora), se i nostri tribunali, non "applicassero" le leggi islamiche senza colpo ferire.
E' successo al tribunale per l'immigrazione di Milano, dove è stato accolto il ricorso di un pakistano per un ricongiungimento familiare. Permesso da prima negato dall'ambasciata perchè il matrimonio è stato celebrato per telefono.
Si dà il caso che in Pakistan è permesso sposarsi per telefono
basta che un pakistano col permesso di soggiorno entri in un phone center di Lorenteggio assieme a un paio di testimoni, acquisti una scheda telefonica da dieci euro e telefoni alla sua “fidanzata” a Islamabad: pronunciate le formule di rito, il matrimonio è fatto. A questo punto lei può salire sull’aereo, destinazione Malpensa, e stabilirsi in Italistan. Proprio come successo alla giovane coppia pakistana “ricongiunta” dal tribunale milanese.
La notizia è di qualche anno fa, ma non per questo meno inquietante, in primis perchè dà la misura della deriva verso l'imbarbarimento che sta prendendo la nostra società e in secondo luogo, perchè è la via più breve e meno dolorosa per l'islamizzazione dell'Europa.
Interessante l'esperimento condotto da un
sociologo danese, Eyvind Vesselbo, che ha monitorato un gruppo di 145 operai turchi stabilitosi in Danimarca tra il 1969 e il 1970. Come racconta il giornalista americano Bruce Bawer, "nell’anno 2000, quando lo studio di Vesselbo terminò, il ricongiungimento degli sposi e di altri membri della famiglia, combinato con un alto tasso di fertilità, aveva trasformato questo gruppo di 145 in una comunità di 2.813. Tutti coloro che si erano sposati lo avevano fatto con donne turche che avevano portato in Danimarca".
Ergo saremo noi a doverci integrare con loro...e non il contrario.
Meditate gente...meditate.

Pubblicato il 8/9/2010 alle 17.39 nella rubrica Eurabia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web