Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Gli "eroi" tarrocchi della sinistra


“Non mi ha ucciso il terremoto, figuriamoci se lo farà qualche manganellata. Ho voluto prima lasciare le impronte del mio sangue su un muro per testimoniare il sangue degli aquilani in questa manifestazione”

Ma non è finita:


Vivo in un camper, ma non me ne importa. Sono qui per la gente che ha più bisogno di me. Non ho precedenti penali di nessun tipo.

Peccato che l'eroe, il pacifico cittadino aquilano, in questione si chiami Benedetti Vincenzo, di Bari, solo temporaneamente “aquilano” e sia reperibile presso il casello giudiziario per reati che spaziano dalla truffa alle violenze, dai danneggiamenti allo spaccio di stupefacenti. Come ci educe la Stampa quotidiano non propriamente filo-governativo. Il giovane Benedetti “non è aquilano, fa il piazzaiolo”. All’Aquila stava da sette mesi in affitto e quindi non ha perso la sua casa. Vive in un camper.

Nonchè attivista no-global, uno di quei "bravi ragazzi" di sinistra, che hanno fatto del teppismo, della delinquenza, la loro ragione di vita.

"Si possono criticare molte decisioni della politica, ma chi sputa sentenze sulla gestione del post terremoto da parte del governo e di Berlusconi in prima persona, mente spudoratamente sapendo di mentire. Chi è rimasto ieri in Abruzzo, ovvero la stragrande maggioranza dei cittadini, è riconoscente verso Berlusconi, Bertolaso, il governo. E sa benissimo che la ricostruzione del centro storico dell’Aquila è bloccata dal Comune di Cialente. I restauri sono fermi da mesi perché il sindaco del Pd non ha ancora firmato i piani.
A rendere quasi ridicola la sceneggiata di ieri c’è poi la decisione presa dal governo di spalmare i debiti fiscali pregressi non più in cinque anni ma in dieci.
"

La verità è una sola, che le truppe cammellate, le provano tutte per oscurare il grande successo, anche  a livello mondiale, ottenuto da questo Governo, con la gestione del post-terremoto: fango su Bertolaso a badilate, procure che incolpano il Governo di NON AVER PREVISTO il terremoto, Sindaci che boicottano la loro stessa gente, per gettare discredito, e infine questa penosa sceneggiata.

Gli sciacalli hanno pià dignità di questa marmaglia, in servizio permanente attivo, che è la sinistra italiana.

Fonte

Orpheus

Pubblicato il 9/7/2010 alle 18.31 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web