Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

La Chiesa sbaglia a sottovalutare l'Islam


Due notizie oggi mi hanno molto indignato
la prima, l'uccisione di un vescovo italiano in Turchia,  che non è il primo e non sarà l'ultimo prete ucciso, il che la dice lunga sull'intollerranza religiosa di quel paese. E non posso fare a meno di chiedermi, se qui nei nostri Paesi, riservassimo un analogo trattamento ad un imam turco, se lo accoltellassimo, sgozzassimo o gli sparissimo dentro la moschea mentre prega, se non permettessimo la libertà di culto, la costruzioni di moschee e ci dilettassimo  con l'espulsione in massa di islamici, colpevoli di "proselitismo", come reagirebbe la COMUNITA' internazionale?
Se ne starebbe ZITTA e MUTA come nel caso dei preti cattolici o pioverebbero chissà quali e quante accuse di razzismo, xenofobia e blablabla....
Aggiungo solo che il vescovo in questione se l'è andata a cercare, mi spiace dirlo, ma è così: viveva sotto scorta, ed è facile immaginarne il perchè: in Turchia hanno il coltello facile con i cattolici.
Ora dicono che è il gesto di un folle...si vede che là i "folli" hanno in antipatia i preti cattolici, e poi...guarda la coincidenza, dopo i fatti di Gaza, a lasciarci la pelle è un prete cattolico. Le vie di Allah sono infinite.

La seconda è in contrapposizione con la prima, cioè come si calano le braghe con l'islam, sbagliando lo sottolineo, alcuni prelati nel nostro paese.
La riporto riassunta per comodità:
Se la cosa non fosse buffa, ci sarebbe da piangere. Ma siamo arrivati alla "profanazione "della Cattedrale di Molfetta, grazie al Vescovo locale Mons. Luigi Martella, che ha permesso nella locale Cattedrale la messa in scena di uno spettacolo ispirato al Corano dal nome Samà, una meditazione con regia di un turco, tal Ahmed Sahin. Il tutto per favorire la " sorgente di estasi". Peccato che di estasi siano pieni tanti santi cattolici, ma il vescovo li ignori e i veri estasiati, in senso negativo, sono i cattolici. Chiediamo a questo Vescovo tre cose elementari: la Cattedrale é dedicata al Dio Cristiano come dedicazione liturgica comanda e la formula dice: questo culto é dedicato a Te.Una direttiva Cei a firma Ruini impedisce assolutamente che nelle cattedrali si svolgano manifestazioni e concerti non sacri. Inoltre nei regimi comunisti almeno si aveva la decenza prima di sconsacrare le chiese e poi di svolgerci concerti. Qui no. A finanziare tali inziative sincretiche, blasfeme e demoniche servono i fondi chiesti dalla Chiesa? Eccellenza Martella, accetti una volta tanto, di aver preso una sonora cantonata, chieda perdono, e se possibile cambi luogo, vada in Arabia dove farà meno danno e sarà gradito.
Che il Vaticano venga a conoscenza di questa circostanza. Noi vogliamo solo affermare la verità senza reticenza. Poi i politicamente corretti facciano e dicano quello che vogliono. Ecco la confusione che regna nella Chiesa post conciliare.

Una Cattedrale trasformata in moschea, grazie Monsignor Martella, Maometto saluta e porta a casa.

E io mi domando ma questa Chiesa non ha ancora capito, che il dialogo interreligioso, non é altro che un monologo?

Orpheus



Pubblicato il 3/6/2010 alle 20.15 nella rubrica Islam.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web