Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Che legnata...



Ancora una volta la "gioiosa macchina da guera" ha prodotto "picche", non sono bastate le "spintarelle" di certa magistratura, la relativa gran cassa mediatica nazionale, che ha dipinto il PdL come una manica di sprovveduti prima, e di disonesti dopo. Non sono bastati Santoro, Travaglio, Vauro, Benigni e tutto l'allegro caravanserraglio antiberlusconiano,  che infischiandosene delle regole e della legge (voluta dalla sinistra) ha messo in onda, a due giorni dalle elezioni, uno spettacolo osceno e per i contenuti e per la faziosità.
Una caccia allo "stregone", degna di Torquemada, che ha visto sulla graticola mediatica, il solito Berlusconi, senza contraddittorio, perchè la loro democrazia contempla che possono insultare, calunniare, denigrare nel più atroce dei modi, senza che ci possa DIFENDERE.
Non sono bastati i proclami di Bersani, gli insulti giornalieri di Di Pietro, le manifestazioni varie e assortite, il popolo viola, quello delle carriole, quello dell'acqua. Le prese in giro.
Il centro-destra ancora una volta vince.
Non solo ci teniamo le nostre regioni con percentuali bulgare in Veneto e in Lombardia.
Ma ci prendiamo Calabria e Campania. Testa a testa in Lazio e Piemonte (Cota é in vantaggio).
Naturalmente per la sinistra stanno vincendo loro: gli auguro di cuore di continuare a "vincere" così.
La Lega va avanti, e spero che Fini e la nuova destra radical-chic, si chieda perchè.
Orpheus
Update
Due vittorie fulminanti:
Il Lazio alla Polverini malgrado non avesse una lista. Dove ha vinto la democrazia.
Chapeau! E sono felice per gli abitanti del Lazio.
L'Aquila la città simbolo della efficienza di questo Governo boccia la sinistra, e premia il centro destra e questa la dice lunga, su come il governo abbia gestito l'emergenza terremoto.
Il Pd? Adesso c'è anche Grillo a portargli via voti. Ma chi semina vento raccoglie tempesta...


Pubblicato il 29/3/2010 alle 19.46 nella rubrica Elezioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web