Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

VERGOGNOSA SINISTRA …semplicemente VERGOGNOSA


Sarebbe piaciuto al caravanserraglio di sinistra vincere facile, eccome!

Anche calpestando il diritto di voto di milioni d’Italiani. Una vera pacchia, correre in due regioni completamente soli, senza una lista avversaria,  grazie alla decisione opaca di magistrati compiacenti, a cui i soliti radicali,  inutili, ipocriti e dannosi per la società civile,  hanno fornito l’arma per portare a termine quello che sarebbe stato un vero “golpe” regionale. E Berlusconi come sempre gli ha rotto le uova nel paniere, con un decreto che ha ricomposto un grave vulnus democratico.

Così, adesso la sinistra isterica e imbrogliona e l’ignorante  dei (dis) valori, gridano al golpe,  ma evidentemente, non sanno cosa sia un golpe, come fa notare Cicchitto “Fino a prova contraria, i golpe e i colpi di mano sono fatti per annullare le elezioni o per falsarle. In questo caso - aggiunge - prova a falsarle chi, con forzature e cavilli, sta cercando di evitare che, in due regioni assai importanti, le liste del maggior partito non vengano presentate. Davvero una bella democrazia quella della Bonino-Pannella, di Di Pietro e dello stesso Bersani, che non riesce a svolgere un ruolo autonomo".

Minacciano di scendere in piazza per protestare contro il diritto di voto mio e di altri milioni di italiani come me, dimostrando la loro innata vocazione liberticida e totalitaristica.  Vogliono il potere ad ogni costo, anche sputando sulla democrazia e su metà del Popolo sovrano.

Peccato che tanto fervore giacobino non lo mettano mai in pratica con i loro “imbrogli” e le  "leggine ad personam", che per ben due volte hanno permesso ai radicali di far prorogare i termini di presentazione delle firme. Nel 1994 con Carlo Azeglio Ciampi e nel 1995, con Lamberto Dini.

Anche recentemente " nostra signora dalla faccia di tolla" ha chiesto una legge ad partitum ( il suo naturalmente), in questo caso della "legge perentoria" non gliene po' fregà de meno...e manco gli frega di essere annoverata  "fra i potenti e prepotenti" che cercano di aggirare le regole. Non voterei questa  sinistra sciattona ipocrita, nemmeno con una pistola alla tempia.

Meno male che qualche mente lucida c'è anche a sinistra: Pansa, in primis:"mi auguro che la questione venga risolta nell’unico modo suggerito dal buon senso: rimettere in corsa le liste bocciate. Mi fa tremare l’ipotesi che nelle due prime regioni italiane, Lombardia e Lazio, si tengano elezioni falsate da assenze tanto pesanti. Anche il Partito Democratico dovrebbe augurarselo. Quando sento Pierluigi Bersani dire: «Il Predellino alla prima curva è uscito di strada, adesso se la vedano loro», mi tappo le orecchie per non ascoltare simili bestialità.

E Massimo Cacciari: "Non ci vogliono grandi analisi politiche per capire che se viene a mancare la competizione tra l’area intorno al Pd e quella intorno al Pdl, il risultato sarebbe falsato. Credo che anche le persone ragionevoli del Pdl direbbero lo stesso se fosse stata tolta al Pd la possibilità di partecipare".

e Adinolfi: Dite quello che vi pare, ma a me dei giudici che impediscono a Roberto Formigoni di candidarsi in Lombardia e al Pdl di candidarsi a Roma, fanno venire in mente un golpe. Fosse successo ai nostri, staremmo già tutti in piazza. Voglio che il centrosinistra vinca le elezioni, senza scorciatoie e soprattutto senza appoggiarsi alla magistratura“.

Qui e qui due esempi come la faccenda delle firme sia strumentalizzata dalla sinistra, a proprio uso e consumo, ma come dice lo stesso Adinolfi, il doppiopesismo è diseducativo e alla fine non paga. Sulle liste truffa e sulle liste pastrocchiate a loro vantaggio, non fanno una piega!

Le persone ragionevoli e in buona fede, che hanno a cuore la Democrazia, parlano così, i guitti che campano solo sul sensazionalismo a discapito della serietà delle cause, i disonesti e i cialtroni in malafede, che hanno intravisto la possibilità di rubare, due regioni, invece di guadagnarsele alle urne, minacciano sfracelli.

Orpheus

Un illustre precedente segnalatomi da Nessie, riguarda Obama: "Barack parla di onore e democrazia, ma che onore c'è nel sbarazzarti di tutti gli altri candidati per potere gareggiare da solo? Perché non lasciar decidere alla gente?"

Domanda pleonastica... perchè così PERDONO.

 

Pubblicato il 6/3/2010 alle 11.32 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web