Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Berlusconi ferito dai soliti delinquenti rossi



NON VIVIAMO IN UN PAESE CIVILE.

NON VIVIAMO IN PAESE DEMOCRATICO.

NON VIVIAMO IN UN PAESE LIBERO.

Questa fotografia ne é la prova.

Viviamo in un paese dove la sinistra impedisce all'Italia di essere civile, democratica e libera.
Stasera in piazza Duomo il Premier ha parlato al suo popolo, fra urli e schiamazzi dei soliti quattro di "nazisti" rossi, che riempiono le piazze un giorno si e l'altro anche, senza essere MAI disturbati, perchè NOI conosciamo il valore della DEMOCRAZIA. NOI siamo liberali. Noi siamo civili. Noi non odiamo, Non sputiamo veleno e soprattutto NON TIRIAMO IN FACCIA oggetti a nessun politico di sinistra.
Non contenti di disturbare, alla fine un delinquente ha aggredito Silvio Berlusconi, ferendolo in faccia.
La folla, io compresa, se mi fosse capitato a tiro, l'avrebbe linciato é stato portato via protetto dagli uomini delle scorte.
Ecco il risultato delle campagna d'odio di Veltroni, Bersani, Di Pietro, Ferrero e di tutti i seminatori d'odio che non hanno altro programma che aizzare delinquenti, che cercare il voto di delinquenti.
Quello che é successo stasera a Milano é una vergogna, un atto degno della sinistra e di chi la rappresenta, perchè chi si allea con la feccia giustizialista e ricompone alleanze con la feccia rifondarola, é al loro stesso livello.

Bersani VUOLE PORTARE AL GOVERNO chi dice che Berlusconi va combattuto "anche fuori dalle urne", perchè conosce solo la violenza e la prevaricazione comunista, di chi sterminava milioni di innocenti nei gulag.
Questi sono gli alleati del Pd.
Questi sono le canaglie che fanno solo del male al Paese e alla Democrazia.

VERGOGNA
VERGOGNA
VERGOGNA

Orpheus


Pubblicato il 13/12/2009 alle 19.2 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web