Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Farefuturo o Fareislam-la “nuova Milano” o la “nuova Medina”


Tutti abbiamo visto in televisione quanto accaduto a Daniela Santache’, alla quale rendo atto di essere l’UNICA, fra le politiche di casa nostra, ad avere le palle di opporsi a muso duro contro l’islam integralista. Era presente alla cerimonia anche l’imam di Viale Jenner, Abu Imad, condannato in appello per associazione a delinquere aggravata dalla finalità di terrorismo( accompagnato da una donna col burqa nero, senza nemmeno le fessure per gli occhi e una in niqab, con fessure).
Daniela è stata insultata pesantemente, minacciata di morte e malmenata, riportando lesioni guaribili in 20 giorni, il tutto per essersi ‘permessa’ di contestare l’uso del burqa a norma della legge 152 del 1975 che vieta di coprire il capo.  Non solo a quanto pare sarà anche denunciata da Abdel Shaari direttore della moschea per “turbativa di funzione religiosa e violenza privata”.
Quello che è successo è grave visto che ancora “ci troviamo in Italia e non in un califfato” e visto che esiste ancora la libertà d’espressione, checché ne dicano le solite prefiche dell'allarmismo rosso.

Fa specie, inoltre che un attacco  come quello subito dalla Santanche’, abbia riscosso così poca solidarietà  dal mondo politico: la sinistra in toto ha taciuto (come da consuetudine) e nel cdx c’è stato chi ha fatto anche peggio. Si tratta della professoressa Sonia Ventura, finiana già nota alle cronache per le sue prese di posizione sul quotidiano online FareFuturo, che ha parlato di ‘azione sbagliata’ e di ‘inutile provocazione’ della Santanchè.  
Molto probabilmente la linea finiana è quella di svendere la nostra libertà all’islam integralista con la speranza un giorno, se passa il disegno di legge messo a punto dal deputato finiano Fabio Granata (sul dimezzamento dei tempi per ottenere la cittadinanza italiana e diritto di voto alle amministrative) di raccoglierne i frutti.
I centri islamici, infatti stanno preparando le liste, il primo esperimento sarà quello di Milano. Lo ha annunciato ieri Abdel Hamid Shaari, leader del centro islamico di viale Jenner: “La lista si presenterà alle Comunali del 2011”. «Si chiamerà “La Nuova Milano”.
“La nuova Milano” nasce con l’obiettivo di decidere le sorti della prossima corsa a Palazzo Marino: “I voti validi a Milano sono stati circa 680mila - sono i conti, esatti, di Shaari - e il sindaco Moratti contro l’ex prefetto Ferrante ha vinto di 33mila e 500 voti. Gli immigrati sono 180mila all’Anagrafe, tolti i minori 120mila. Tutti potenziali elettori. Tutti elettori se va avanti il progetto di Fini per il voto amministrativo agli immigrati. Ma già adesso siamo tantissimi ad avere la cittadinanza, non so quanti ma tantissimi, e possiamo cambiare l’esito del voto. Stiamo arrivando”. Shaari è scettico su possibili alleanze, col centrodestra come a sinistra, ma una predilezione la ammette: “Siamo tutti con Gianfranco Fini. Lo aspettiamo, quando farà un partito stiamo tutti con lui. Quel che dice adesso è meraviglioso, se lo porta avanti e non torna alla Bossi-Fini siamo tutti con lui”
Ecco perché il "mullah" Fini vuole passare dalla “Bossi-Fini”, alla “Mohamed-Fini” e ci sommerge quotidianamente di “melassa buonista”, non c’è nessuno “spirito caritatevole” ma l’intenzione di strappare “cadreghe” alla Lega. Il Nord è leghista, quindi i voti dei  musulmani sono un bocconcino molto appetitoso (diciamo che ha "rubato" l'idea al compagno Ferrero, che ci voleva provare con la "Amato-Ferrero").

Vogliamo stare a guardare e per la fame di potere di qualche politico, ritrovarci con una giunta filo-islamica anche se di centro-destra? NO, MILLE VOLTE NO.
Spero che la Lega lo stoppi, a questo punto anche a costo di far cadere il Governo e tornare a nuove elezioni.
Orpheus
 
 

Pubblicato il 21/9/2009 alle 19.26 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web