Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

17 mesi ucciso a calci e pugni

 
Gabriel aveva la stessa età di questo bimbo ritratto felice dopo aver fatto la pappa, aveva 17 mesi.
Gabriel é stato massacrato di botte, é morto per lo spappolamento di fegato e reni e per la frattura della milza.
Le lesioni, gravissime e mortali, sono state evidenziate dall'autopsia. A procurargli quelle lesioni sarebbero stati, con calci e pugni nell'addome, sua madre Elizabete Petersone e il convivente di lei, Paolo Arrigo che, interrogati, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.
I due sono stati arrestati per omicidio preterintenzionale.
E io non posso fare a meno di chiedermi come sia possibile che un poliziotto che spara da una corsia all'altra dell'autostrada per fermare una rissa e disgraziatamente uccide un giovane, sia stato accusato di omicidio volontario e due esseri, che non si possono definire genitori,  che ammazzano volontariamente a calci e pugni un bambino indifeso di 17 mesi se la possono cavare con l'omicidio preterintenzionale.
Sono  solo io che non capisco, proprio come funziona la nostra Giustizia?
In questi casi dovrebbe esserci solo una sola possibilità di pena, l'ergastolo senza nessun tipo di sconti e condoni.
In alternativa una bella iniezione letale (io opto per questa) .
Orpheus

Pubblicato il 17/5/2009 alle 21.44 nella rubrica Nessuno tocchi i bambini.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web