Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

E adesso anche per Loyos il salotto di Porta a Porta?

 
A parte che non é ancora stato chiarito il perchè questo tizio ha confessato una reato che non aveva commesso, mettendo di mezzo anche un altro innocente. E io vorrei tanto saperlo.
A parte che anche se, non é colpevole di stupro, é clandestino, viveva in un campo abusivo e non si sa bene cosa facesse per mantenersi. E' un pregiudicato al suo paese, così come lo é Karol Racs. Non sono due carmelitani scalzi, ma due soggetti  equivoci finiti nelle maglie della giustizia. Erano innocenti e sono stati scagionati, hanno fatto 35 giorni di carcere, anche perchè Loyos ha confessato. Capita, quando si vive sul filo della legge. Non sono stati "sorteggiati" o baciati dalla sfortuna: c'erano pesanti e gravi indizi, più ripeto la confessione di Loyos.
Adesso é stato liberato, e grazie al buonismo edulcorato di tanti beoti, é in lizza per la prossima beatificazione, dopo Racz, Ahmetovich e Azouz Marzouk. Tutti elementi che hanno vinto il super enalotto per essere stati sfiorati da un'accusa ingiusta.
Ricordo come ha fatto la Maglie nel suo articolo, che cittadini italiani incriminati, tenuti in carcere per mesi, spesso per qualche anno, e poi assolti nei processi, qualche volta addirittura su richiesta dello stesso pubblico ministero ce ne sono a iosa senza tanti strombazzamenti dei media. E' di questi giorni l'archiviazione dell'accusa di spaccio di droga per l'attrice Serena Grandi, cinque anni e molti dolori dopo. Per non parlare dei metodi e dei morti della Tangentopoli che giustiziò la Prima Repubblica".
Quindi anch'io come lei mi chiamo fuori dal fan club "Racs e Loyos santi subito". E se passo per razzista come la Maglie, ne sono anche fiera. Toh.
Orpheus 

Pubblicato il 27/3/2009 alle 22.17 nella rubrica cronaca.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web