Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Lo Stato torna ad Acerra e Franceschini rosica

 
Quindici anni d'emergenza rifiuti, risolti in dieci mesi.
Persino Santoro si é complimentato, anche se non ha dovuto rimanere in mutande come aveva 'minacciato' se Berlusconi avesse risolto il problema in otto mesi.
Meno male va, Santoro in mutande sarebbe stato troppo, anche per la Rai.
Già dopo poche settimane dall'insediamento a Palazzo Chigi Berlusconi, aveva ripristinato una situazione igienica accettabile nelle strade di Napoli, fino ad allora  sommerse dalla spazzatura. Oggi si é aggiunto un altro fondamentale tassello: l'inaugurazione del termovalorizzatore di Acerra. Struttura necessaria per smaltire le migliaia di tonnellate che, ogni giorno, vengono prodotte da Napoli e dintorni.
Il presidente del Consiglio è molto soddisfatto: "Al contrario della sinistra abbiamo fatto rispettare le decisioni dello Stato". E il presidente della Repubblica si è congratulato con il premier.
Nel mentre Franceschini era in Cile, a parlare della solita aria fritta e ad accusare il Premier di non far nulla per il paese, tranne "passare le giornate a offendere disoccupati o a insultare i parlamentari".
Chissà cosa faceva lui, nei due anni di Governo Prodi, quando Napoli era una discarica a cielo aperto e i roghi d'immondizia avvelenavano l'aria?
Dai risultati immagino fosse dedito al macramé...
Orpheus
Up date
E si vede che il 'virtuoso' Franceschini  é anche all'oscuro, dell'inchiesta che vede l’ex ministro del Governo di cui faceva parte, Alfonso Pecoraro Scanio indagato per associazione per delinquere, corruzione e truffa. Lo stesso Pecoraro che ha avuto grosse responsabilità nell'ultima emergenza rifiuti di Napoli.

Forse non lo sa ma sono queste le cose che offendono gli italiani.

Pubblicato il 26/3/2009 alle 22.14 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web