Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Record per la lotta all'evasione nel 2008: un'altra bufala della sinistra è smentita dai fatti




Mentono sapendo di mentire, e facendolo hanno creato tutta una serie di leggende metropolitane, per affibbiare al centro-destra la nomea di evasore e mafioso e mettersi in testa l’aureola degli onestini in servizio permanente attivo, gabbando e imbrogliando, in primis i loro stessi elettori.
Dopo che i continui arresti di mafiosi e sequestri dei loro beni hanno fatto tramontare la bufala che con questo Governo i mafiosi “ballano” (se mai è vero il contrario, visto che é del csx la proposta di abolire il 41 bis), adesso è un’altra ‘balla’ a venire clamorosamente smentita dai fatti, quella che l’onesto Franceschini, ha ancora recentemente, propinato agli italiani, da Fazio in prima serata e cioè che “Da quando ci sono loro le stime dicono che l'evasione è aumentata di 7-8 miliardi”.
Quali stime sig. Franceschini? Di quale fonte?
Ma d’altronde quando MAI citano una fonte?
Non ne hanno bisogno, c'è chi si beve tutto anche le menzogne spudorate.
Da quando ci siamo NOI, nel 2008 la lotta all'evasione fiscale ha portato nelle casse dello Stato 6,9 miliardi di euro, in aumento dell'8% rispetto al 2007, "un risultato record, mai conseguito",
Lo ha affermato in conferenza stampa il direttore dell'Agenzia dell'Entrate, Attilio Befera.  
E ha anche aggiunto che "parlare di rallentamento o addirittura arresto non corrisponde al vero". Un messaggio di questo genere, inoltre, "può ingenerare l'erroneo convincimento che può indurre ad evadere".
Ergo il giochetto di Franceschini è doppiamente sporco perché non solo è una falsità bell' e buona, ma può indurre ad evadere, il perché è lapalissiano, se si convince la gente che il Governo protegge gli evasori, c’è sicuramente chi ne approfitta e che al contrario, davanti ad una posizione severa, per paura delle conseguenze, fa il suo dovere e paga le tasse.
Capito chi incoraggia l’evasione?
Orpheus

Pubblicato il 24/3/2009 alle 22.1 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web