Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Franceschini è un disco rotto:no-no-no-no-no-no

 
L’uomo del loft ha detto no, d’altronde la sua è la parte politica dei ‘no’. Dicono no a tutto, tranne che all’immigrazione selvaggia, in quel caso, i ‘si’ si sprecano.
Il Piano Casa del Governo non piace a Franceschini: “ È una devastazione”, ha tuonato, “più che un piano casa è un piano edilizia”. Di più:”E’ in-co-sti-tu-zio-na-le”.
Ollalà!!! Pare infatti che la materia sia di competenza regionale, e invece con il decreto i comuni e le regioni sarebbero scavalcati.
Che notizia sconvolgente, immagino che sia in cima alle priorità di qualche milione di italiani, l’eventuale incostituzionalità del Piano Casa, non la crisi, non la possibilità di riavviare un settore e impedire che tanti operai edili perdano il lavoro, non l’eventualità di tante famiglie di avere un tetto sulla testa. No, agli italiani interessa solo che la Sacra Carta sia applicata fin nelle virgole.
Non ha importanza l’effetto economico del piano, che secondo l’Associazione degli artigiani di Mestre potrebbe avere un impatto di 79 miliardi di euro. L’analisi della Cgia veneta tiene conto di due possibilità che verranno concesse ai proprietari di case: l’abbattimento della vecchia abitazione (costruita prima del 1989) ad uso residenziale per ricostruire con un ampliamento fino al 30%, e l’ampliamento del 20% delle abitazioni ad uso residenziale. Il primo provvedimento garantirebbe 33 miliardi, il secondo 45,8 miliardi per un totale di 79 miliardi.
Non ha importanza che sono previsti stanziamenti per 550 milioni di euro nell’arco dei prossimi due anni e che saranno realizzati 20 mila nuovi appartamenti pubblici.
Non ha importanza se questo piano ha riscosso il consenso di Confindustria e della Ue. E non ha importanza che gli ampliamenti non saranno consentiti negli immobili abusivi, non si potrà in nessun caso derogare ai vincoli ambientali e paesaggistici, e che limiti insormontabili sono la sicurezza statica dell'edificio e il suo "decoro architettonico". Nulla ha importanza, l’Italia sarà devastata e la Carta “sfregiata” lo dice Franceschini, il quale  è sempre disperatamente in campagna elettorale.
Orpheus

Pubblicato il 23/3/2009 alle 18.34 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web