Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Iran si muore per un blog

 
Omid reza Mirsayafi 29 anni, era un blogger.
Come me, come te che stai leggendo.
Con un'unica basilare differenza, Omid Reza viveva nella repubblica islamica dell'Iran e le autorità iraniane hanno deciso di dare un giro di vite contro i siti internet definiti “osceni” e “anti-islamici”.
Molti blogger sono finiti in carcere, tra cui Omid Reza condannato a 30 mesi, ma morto il 18 marzo perchè "suicida".
 La sorella e l’avvocato non credono alla versione ufficiale, perché il giovane riceveva le medicine dalle guardie carcerarie e “non poteva disporre di un numero sufficiente” di pillole per potersi uccidere.
E va aggiunto che i decessi sospetti in carcere sono all'ordine del giorno in Iran, i
l 6 marzo scorso era morto un altro prigionieri politico, Amir Hossein Heshmat-Saran. Il dissidente, in prigione da cinque anni per la sua attività politica, sarebbe stato assassinato con agenti chimici tossici. Associazioni per i diritti umani hanno chiesto al governo iraniano di aprire un’inchiesta per chiarire la vicenda.

Sembra quasi impossibile che a poche ore di aereo dalle nostre città, ci siano luogni in cui regna il più barbaro oscurantismo e la vita umana, non valga nulla. Assolutamente nulla.
Orpheus

Pubblicato il 20/3/2009 alle 21.48 nella rubrica Diritti Umani.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web