Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Onu=Organizzazione Nazioni (per l')Umma mondiale

 

L’Onu ha un progetto ambizioso trasformare la comunità internazionale, in una “comunità di fedeli” altresì detta Umma, con la Risoluzione 62/154 delle Nazioni Unite, sulla “Lotta alla diffamazione delle religioni”, si propone di estendere la protezione non agli esseri umani, bensì alle idee ed opinioni, garantendo esclusivamente a queste ultime l'immunità dalle “offese”.
La prefazione del testo è infarcita di falsità che ormai non fanno più ridere, come nel passaggio, in cui si dichiara che l'Assemblea generale dell’Onu: “Ribadisce l'importanza di sviluppare contatti ad ogni livello allo scopo di approfondire il dialogo e favorire la comprensione tra diverse culture, religioni, credenze e civiltà, e accoglie a questo proposito la Dichiarazione e Programma di azione adottato dall'incontro ministeriale sui diritti umani e la diversità culturale del movimento dei Paesi non allineati, tenutosi a Teheran il 3 e 4 settembre 2007”.
Si capisce subito a che cosa si vuole arrivare, le clausole che seguono il preambolo ampolloso sono ancor più tendenziose e i toni si fanno perentori con il delinearsi della risoluzione vera e propria. Per esempio, il Paragrafo 5 “esprime la profonda preoccupazione che l'Islam venga frequentemente ed erroneamente associato alle violazioni dei diritti umani e al terrorismo”, mentre il Paragrafo 6 “sottolinea con crescente sdegno l'intensificarsi della campagna di diffamazione delle religioni e degli appartenenti alle minoranze musulmane in seguito ai tragici eventi dell'11 settembre 2001”.
Avete capito come funziona il trucco?
Nelle stesse settimane in cui la risoluzione viene presentata alle Nazioni Unite per il rinnovo annuale, il principale Paese promotore dell'iniziativa (il Pakistan) firma un accordo con i talebani per chiudere le scuole femminili nella valle di Swat (vicino alla capitale Islamabad) e imporre ai suoi abitanti la Sharia, o legge islamica.
Questa capitolazione è conseguenza diretta di una campagna di inaudite violenze e intimidazioni, comprese le decapitazioni pubbliche, ma è vietato menzionare la religione dei responsabili di tante atrocità, per evitare che la fede venga “associataalle violazioni dei diritti umani e al terrorismo
Nel Paragrafo 6 si nota il tentativo esplicito di confondere l'etnia con la religione. Tale è in realtà essenziale all'intero progetto. Se si riesce ad abbinare razza e religione, allora la condanna indiscussa della discriminazione razziale potrà essere subdolamente estesa anche alla discriminazione religiosa. È una mossa goffa, ma funziona: la prova del suo successo è il termine assurdo e inutile di islamofobia, oggi di uso corrente come arma di ricatto morale.
Ma l’aspetto più grave è che questa Risoluzione si propone di allargare l'area dell'oscurantismo dalla sua attuale patria nel mondo islamico fino al cuore delle democrazie postilluministiche, dove sono gli individui a vantare diritti, non le religioni.
Andiamo a vedere dove ci porta il Paragrafo 10. Dopo aver elogiato superficialmente il diritto alla libertà di espressione, si afferma che “l'esercizio di tale diritto comporta doveri e responsabilità speciali e pertanto potrà essere soggetto a limitazioni imposte dalla legge o rese necessarie per il rispetto dei diritti e della reputazione altrui, per la sicurezza nazionale e la tutela dell'ordine pubblico, della salute pubblica, della morale e del rispetto per le fedi e le credenze religiose”. Il pensiero sepolto in questa prosa tanto stereotipata è orrendo quanto la lingua che lo esprime e significa:ATTENTI A COME PARLATE, perché è nostra esplicita intenzione incriminare tutte le opinioni che dissentono dall'unica vera fede.  E poi non dite che non siamo stati avvertiti.
Riassunto daLegnostorto
Come islamizzare il mondo e vivere tutti 'felici e contenti' da islamici, anche gli atei mangia-preti, che però se ne guardano bene dal fare i 'mangia-imam'.
Ci sarà da ridere perchè gli hadith musulmani prescrivono la pena di morte per coloro che rinunciano all'Islam e quindi non potranno dedicarsi a pagliacciate tipo lo 'sbattezzo' e i bus anti-Dio.
Orpheus

Pubblicato il 11/3/2009 alle 9.56 nella rubrica Eurabia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web