Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Finalmente controllo, ordine e rigore

 
Apprendo da un sito pro-clandestini che il Governo, sta portando avanti una politica seria, di controllo, ordine e rigore.
In Veneto (come già é stato fatto a Roma e dintorni) le forze dell'ordine hanno fatto una mappatura e un censimento dei campi sinti e rom.
L' operazione della polizia avvenuta giovedì 5 marzo ha interessato quindici campi di proprietà comunale di rom e sinti nelle province di Venezia, Padova, Verona, Vicenza e Treviso.
Ovviamente il sito in questione presenta l'operazione come un intollerabile atto di razzismo, perchè "adulti e bambini sono stati fotografati di fronte e di profilo, con alle spalle un lenzuolo bianco" (la stessa cosa che facciamo NOI, per le foto sui documenti). Ma per sinti e rom questo rappresenta, 'nientepopodimeno' che un "sequestro senza garanzie istituzionali".
Forse, se fossero stati in regola con i DOCUMENTI, non ci sarebbe stato bisogno di simili procedure,  ma é risaputo che sinti e rom, quando arrestati, danno nella maggior parte dei casi, false generalità, arrivando ad avere fino a decine di alias. E' risaputo che utilizzano i bambini per l'accattonaggio, quando non di peggio, realizzare una specie di anagrafe, dove sono "schedati" come ogni cittadino italiano, non ha nulla a che vedere con il razzismo, ma con l'ordine e il rispetto della legge.
Fin'ora hanno fatto i loro COMODI, grazie ad un lassismo che ha generato un tale aumento della criminalità, da esasperare gli italiani e costringere la classe politica a prendere le dovute contromisure.
L'associazione Sucar drom,  ha annunciato che invierà un rapporto che raccoglie tutte le numerose testimonianze alla Commissione europea, alle Nazioni unite e al parlamento italiano. «Operazioni di questo tipo avvengono spesso anche se i media non se ne occupuano – denunciano quelli di Sucar drom – ma una schedatura di massa di queste dimensioni non si era mai vista prima» e ha definito il blitz " senza precedenti".
ERA ORA.  Finalmente.
Orpheus

Pubblicato il 10/3/2009 alle 20.1 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web