Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Storie di ordinaria barbarie nell'Afghanistan "liberato"

Sei anni dopo che gli Stati Uniti hanno 'liberato' le donne afghane dall’ oppressivo regime dei Talebani, la vita per loro è ancora un calvario, di abusi e violenze che spesso portano alla morte.
In hospitalAbused by husband

Fatima ha il volto e il corpo martoriati dalla violenza del marito, le dita dei piedi tagliate con un accetta, il collo e il busto ustionati dall’acqua bollente. Direste che questa donna ha solo 22 anni? No, sembra una vecchia, consumata da una vita bestiale di soprusi.
Nafisa
Nafisa
Nafisa ha avuto il naso e un orecchio mutilati a colpi di coltello.

Gulbar bruciata dal marito
Gulbar punita dal marito, per essere scappata da una vita di torture quotidiane, che le ha versato addosso benzina e ha appiccato il fuoco. 


C'è chi ancor più sfortunata é stata uccisa dal marito. Come queste due poverine massacrate con un'accetta.
The deadbodies of the 2 women

E ci sono bambine come Samia, i cui occhi mi fanno provare una pena immensa, pari solo alla rabbia, che mi prende, quando penso, al silenzio e al menefreghismo generale, del mondo, cosiddetto 'civilizzato'.
SamiaSamia

In Afghanistan lo 87% delle donne subisce gravi abusi fisici e sessuali. Il 60% dei matrimoni sono forzati.
Nonostante una legge ne vieti la pratica, il il 57% delle spose sono di età inferiore ai 16 anni. Il tasso di analfabetismo tra le donne è l' 88%, con solo il 5% delle ragazze che frequentano la scuola secondaria.
 I tassi di mortalità materna sono i più alti del mondo a fianco della Sierra Leone. E 30 anni di conflitto hanno lasciato più di un milione di vedove senza alcun diritto, che mendicano per le strade accanto a un crescente numero di orfani.
L'Afghanistan è l'unico paese al mondo con un più alto tasso di suicidi tra le donne rispetto agli uomini.
Non é difficile immaginare il perchè. La risposta é nei loro occhi, pozzi bui, di dolore e disperazione.
Orpheus

Pubblicato il 5/3/2009 alle 21.32 nella rubrica Diritti Umani.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web