Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Il paese dei farisei ipocritamente corretti













Quanta ipocrisia si continua a riversare a fiumi su Eluana.

Il Ministro Alfano ha detto che Eluana è morta di sentenza, ed è vero. E’ o NON è stata una SENTENZA della Cassazione a ribaltare tutte le precedenti sentenze per sospendere l’alimentazione e la nutrizione di Eluana?
E lei è morta di disidratazione o no?
Oppure a furia di ripeterlo si sono convinti che se n’è andata per chissà quale insondabile mistero dell’universo? Per un intervento alieno?
Le dichiarazioni del Ministro Alfano sono state definite "barbare" e "inaccettabili" dai consiglieri Mauro Volpi (Prc) e Letizia Vacca (Pdci).
Proprio loro i carnefici, quelli che fino a ieri definivano Eluana un “vegetale” a cui per “pietà” bisognava togliere la vita, una vita inutile, indegna di essere vissuta.
"Sulla vicenda di Eluana", dicono i membri del Csm, "ci vorrebbe solo silenzio per rispetto a una tragedia umana".
E no NOI NON CI STIAMO.
La barbarie è stata UNA sola, e l’hanno commessa loro, hanno lasciato morire di fame e di sete un essere umano indifeso.
Almeno che se ne prendano la responsabilità o il "merito" secondo il punto di vista.
Veramente non c’è fine alla faccia di tolla dei rappresentanti e giornalisti della sinistra dalla Finocchiaro alla Turco, a Padellaro, degni compari dei parrucconi togati.
Non c’è fine alla loro ipocrisia, alla loro spregevole abitudine allo sciacallaggio.
Ma su Eluana hanno veramente battuto se stessi.
Sentirli parlare a Ballarò, a Porta a Porta fa venire un attacco di bile e un senso talmente devastante di nausea, che vomitare sulle loro brutte facce sarebbe un immenso sollievo.
Per giorni e mesi non si è sentito altro che ripetere bisogna rispettare il diritto della famiglia Englaro a porre fine alle “sofferenze” di Eluana.
Fino al giorno prima della sua morte, Massimo D’Alema denunciava “l’accanimento del governo che interviene addirittura in forza di legge per sottrarre un corpo che ormai vive di vita artificiale” al suo destino. L’interventismo di Berlusconi per salvare Eluana definito, sempre, da D’Alema “persecuzione contro una famiglia”.
Eluana il “vegetale”, il padre il martire vittima del Governo.
Il Governo cattivo, il Vaticano orribile perché si battevano per salvare la VITA di Eluana.
Ce l’hanno fatta, Eluana è stata liberata dal “peso di vivere”, è stata “lasciata andare” e MANCO SI PRENDONO LE RESPONSABILITA’di quello che per mesi hanno chiesto a gran voce e OTTENUTO.
La tesi che adesso Finocchiaro, Turco e Co. si affannano a dimostrare negli studi televisivi è quella che Eluana è morta per colpa di governo e maggioranza, che non hanno fatto abbastanza in fretta ad approvare la legge sul testamento biologico, una legge che il Pd avrebbe largamente bocciato e che se passata avrebbe “condannato” Eluana alla sua vita di “vegetale”. Ma ci sono o ci fanno?

Insomma è colpa di Berlusconi come sempre.

E come sempre non hanno alcun ritegno. Uno spettacolo disgustoso.

Orpheus

Pubblicato il 11/2/2009 alle 22.48 nella rubrica Etica e religione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web