Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Il bue dà del cornuto all’asino: la sinistra accusa Berlusconi di strumentalizzazioni su Eluana


Fin dall’inizio ho sempre trattato la tragedia di Eluana , lasciando fuori la politica.
Ma in questo paese non si può. Abbiamo una classe politica e più specificatamente una sinistra, che non si lascia sfuggire l’occasione di banchettare macabramente ogni qual volta se ne presenta l’occasione, sulle disgrazie altrui.
Ovvio che questo caso è stata una “manna” per certa gente. Ma anche nella strumentalizzazione ci DEVE essere un limite, ed un rispetto.
Non so quali veri sentimenti abbiano mosso il Governo ad agire, so che Berlusconi non ha bisogno di farsi alcun tipo di pubblicità, da decenni, è il primo uomo politico italiano per VOLERE del popolo, tutt’ora il suo gradimento si attesta intorno al 60%/62%  (sondaggio di Repubblica) e prendere una posizione così NETTA e coraggiosa, su un argomento così spinoso che divide a metà l’Italia (47% a 47%), può solo significare una perdita di consensi. O no? I numeri son numeri.
Avrebbe benissimo potuto "salvare capra e cavoli" con qualche formale e innocua frase di circostanza e invece ha "preso il toro per le corna" com'é nel suo carattere.

Inoltre la sinistra approfittando dell’occasione, ha lanciato con squilli di tromba ed editoriali su giornali compiacenti,la sua campagna di demonizzazione del Premier, svelando il suo vero volto e l’interesse in questa triste vicenda.
Il che non giova assolutamente all' immagine pubblica di Berlusconi perché va a fomentare un odio sempre alimentato con insulti, bugie e strumentalizzazioni da parte della sinistra, incapace non solo di trovarsi un leader in grado di competere con Berlusconi, ma anche di proporre uno straccio di “ progetto” politico che non sia il “dagli al Berlusconi”.
Ma in questo specifico caso la sinistra sta veramente dando il peggio di sé. Al punto che sull’Unità, si arriva a fare battute sulla tragedia di Eluana.
"A Dario Fo è stata chiesta una testimonianza la cui volgarità e insensibilità lascia tramortiti. Contestando a Berlusconi l’aver detto che un essere in grado di procreare, di dare la vita, non può ritenersi morto, come invece sostengono i fautori della esecuzione di Eluana, la «coppia del Nobel» così si è espressa: “Stai a vedere che ora la questione diventa se quella povera donna riesca pure a fare l’amore... Poi si sveglia e dice: chi è il padre di mio figlio?”. Non solo speculano sul calvario di Eluana Englaro. Ci sghignazzano pure sopra."

Quanto a Veltroni ha promosso, per domani una manifestazione per difendere la “Costituzione” e il Quirinale” dai terribili attacchi del Premier e si preoccupa che Berlusconi “non salga mai al Colle”, più di quanto non si preoccupi di difendere la volontà di Beppino Englaro di sospendere l'idratazione e l'alimentazione di sua figlia.
Ma quel che è peggio, questa manifestazione, é un escamotage per salvare “capra e cavoli” (scommettiamo che si sprecheranno gli striscioni di solidarietà al padre di Eluana?). 
Dare appoggio al sig. Englaro, senza urtare la suscettibilità della parte cattolica del Pd, pena la “polverizzazione” dello stesso. Riunire la sinistra in una grande manifestazione di piazza anti-governo e in più ciliegina sulla torta la solita stucchevole demonizzazione di Berlusconi, che si vuole di più?

Tre piccioni con una fava, e poi hanno la faccia talmente di BRONZO di accusare Berlusconi di strumentalizzazione.
Orpheus

PS. scendono in piazza a difendere la Costituzione e il Quirinale.
PAGLIACCI
 

Pubblicato il 9/2/2009 alle 12.9 nella rubrica Etica e religione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web