Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Firenze la rossa di vergogna...

 
Particolare piazza Brunelleschi

In passato ho avuto modo di parlare del degrado di Firenze, una delle città più ricche d’arte e belle del mondo, con il lungarno e il centro storico trasformati in un casbah di vucumprà, dove aleggia l’odore del piscio, e dove si passeggia letteralmente nell’immondizia: avanzi di cibo, cartacce, lattine, bottiglie, bicchieri di plastica, una desolazione che nemmeno le bellezze architettoniche riescono a mitigare.
A tutto questo va aggiunta una gestione dei soldi comunali “allegra” a dir poco.
Non bastasse il riconoscimento del gettone di presenza, che è e rimane uno scandalo oltre che uno sperpero dei soldi pubblici, altri scandali si aggiungono alla lista. L’ultima scoperta riguarda le buonuscite d’oro della Ataf, la municipalizzata dei trasporti: cinque manager si sono portati via un ricco extra, in tutto un milione di euro. Un bel regalo, confezionato con soldi pubblici.
L’Ataf è un corsorzio di nove municipi, ma il Comune di Firenze ovviamente è di fatto l’azionista più importante. E mentre l’opposizione si è rivolta al sindaco Leonardo Domenici chiedendo spiegazioni, gli investigatori hanno rifatto i calcoli e hanno presentato denuncia alla magistratura contabile. Secondo le Fiamme Gialle, la responsabilità per quei doni che valgono un milione è dell’assessore fiorentino Tea Albini (consigliere comunale nelle liste del PCI), del presidente e di uno dei membri del Cda ed ‘ex sindaco della confinante Campi Bisenzio (DS-Ulivo): gli viene contestato di non avere esercitato il dovere di controllo sulle elargizioni. Solo nel caso del direttore generale Sassoli, sostituito con l’ex top manager della Trambus capitolina, l’azienda fiorentina ha rischiato di dovere regalare tre anni di stipendio: più di mezzo milione, solo per essersi scordata di dargli il preavviso.
Mi sembra che qualche sparata di facciata, come quella di togliere i lavavetri ai semafori non compensi minimamente, i danni che l’amministrazione rossa di Dominici ha apportato alla città e ad i suoi abitanti, ai quali mi piacerebbe domandare come possano continuare a votare i responsabili di un simile sfacelo.
Orpheus

Pubblicato il 13/1/2009 alle 21.30 nella rubrica Sprechi rossi e tasse.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web