Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Da che pulpito....

 
Passi il no alla proposta del simbolico gesto di riconciliazione fra Italia, Croazia e Slovenia, ma le motivazioni addotte da parte di Danilo Turk, il presidente della Slovenia sono vergognose, oltre che ridicole per quanto anacronistiche e dettate da un ottuso senso di pregiudizio.
Secondo le parole 'dell' illuminato' Turk riportate dal quotidiano di Lubiana Delo, la classe politica italiana viene accusata di "deficit etico" sulle colpe del fascismo.
 Il presidente sloveno sale in cattedra e chiede all’Italia "un più chiaro confronto con i crimini del fascismo, che fu il primo totalitarismo in questa parte d'Europa".
Evidentemtemente ha dimenticato:
1. Tito, i titini, le foibe e le migliaia di italiani infoibati.
I lager di Tito che nulla hanno da invidiare a quelli nazisti: Borovnica, Skofja loka, Osseh, Stara Gradiska, Siska, Goli Ottok, Isola Calva. In cui vi erano internati migliaia di giuliani deportati dalla Venezia Giulia alla fine della 2° guerra mondiale e per tutta il tempo dell'occupazione titina.
2. L'unico totalitarismo che ha conosciuto l'Europa dell'Est é stato quello dei COMUNISTI, che hanno 'convinto' le popolazioni con i carrarmati e le stragi.
Turk non può dimenticare "i molti crimini fascisti (contro le popolazioni slave) rimasti impuniti durante l'occupazione italiana". Ma quelli comunisti beh...quelli li ha già cancelalti.
La solita nauseante rimozione dei genocidi comunisti e demonizzazione del fascismo.
Non capisco perchè dobbiamo tendere la mano a questa gente.
Orpheus

Pubblicato il 11/1/2009 alle 22.37 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web