Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Contrordine compagni Napoli è pulita e sono stato io, parola del compagno Prodi

 
Fino a pochi giorni fa l’informazione di sinistra (da Ballarò al TG3) ha portato avanti la tesi che Napoli è ancora piena di monnezza, e Berlusconi caccia frottole quando si attribuisce (giustamente) il merito di averla ripulita.  Anche il Pd sulla veltroniana Youdem si è prodigato per convincere gli italiani che Napoli è rimasta una pattumiera. Questa era la “vulgata” che girava fra i compagni, che impazzavano nei nostri blog, dandoci dei “boccaloni”.
E che mi va fare il compagno Prodi con serafica faccia di bronzo?
Contrordine compagni Napoli è pulita e sono stato ioquesto ha dichiarato in un'intervista a Report: “Berlusconi dice che in 58 giorni ha sgombrato Napoli? Non lo avrebbe mai potuto fare se non fosse stata pulita quasi per la totalità. Si può dire che noi l’abbiamo pulita, lui l’ha lucidata”.
E Allora perché Veltroni e gli altri sono mesi che affermano il contrario?
Si mettessero almeno d’accordo sulle balle da raccontare al loro elettorato, perché va beh, che da bravi compagni “ingurgitano” tutto e poi ripetono a pappagallo, ma alla stupidità c’è un limite, o almeno dovrebbe esserci.
E i soldati in Campania?
Anche questo è merito del compagno Prodi, che sfidando la caduta del suo governo pullulante comunisti “pacifisti” ha mandato l’esercito.
Ma forse il compagno Prodi parlava di un esercito “ombra”(si stava già allenando per il futuro all'opposizione) che nessuno ha visto. Nemmeno Bassolino che ha detto papale papale: “Allora certi strumenti, penso all’utilizzo dell’esercito, non potevano essere messi in campo. Quella di Prodi era una maggioranza troppo eterogenea, contraddittoria. Le soluzioni le avevamo prospettate anche allora, solo che non potevamo esercitare i nostri poteri per i continui veti che alcuni rappresentanti dell’allora coalizione ci imponevano”.
Ed è stato SOLO grazie al decreto varato a maggio dal governo Berlusconi, che ha trasformato le discariche e i termovalorizzatori in “zone militari di interesse strategico nazionale” che l’esercito è potuto intervenire.
Ma questo “insignificante” particolare il compagno Prodi lanciato come un razzo, nella sua auto-elegia se l’è "scordato".
Come ha verosimilmente rimosso la mancata autorizzazione a costruire un inceneritore al sindaco di Salerno Vincenzo De Luca (del csx), perchè nel caso contrario il compagno Pecoraro se lo sarebbe cucinato a fuoco vivo.
E anche di aver gettato nel cesso il piano Bertolaso, spedendo lo stesso via a calci nel lato B. Impedendo, quindi di realizzare discariche nei feudi elettorali di Ciriaco De Mita, di Clemente Mastella e dello stesso Pecoraro. E giungendo, infine alla decisione surreale di chiudere tutte le discariche.
A quanto pare il compagno Prodi la monnezza l'ha rimossa con le chiacchiere fatte a Report, che poi é l'unico modo con cui la sinistra risolve i problemi degli italiani.
Gli altri LAVORANO, poi arrivano i compagni "fo' tutto io" e mettono il cappello sui risultati altrui, tanto in questo paese vessato dal regime berlusconiano organi dell'informazione di stato, disposti a gridarlo ai quattro venti, ne trovano quanti ne vogliono.
Li si può definire in un solo modo: cazzari.
Orpheus  

Pubblicato il 13/11/2008 alle 11.41 nella rubrica Satira.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web