Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Oggi le comiche, ma c'è poco da ridere

 Veltroni Obama / © Alfio Krancic

L'impareggiabile  Walter Veltroni parla, in un'intervista a Repubblica e con un'analisi all'amatriciana sul voto americano, puntualizza che: "La destra italiana somiglia più alla Palin che a Mccain".
"Le idee di Berlusconi - sottolinea ancora Uoltèr - sono state sconfitte perchè lui si riconosce in Bush che è il vero perdente di questo voto".
Non é che sale al Colle a chiedere le dimissioni di Berlusconi perchè é convinto di aver vinto anche lui?
Non pago insiste:"Berlusconi ironizza sul nostro entusiasmo (secondo me si sta sganasciando dalle risate...) e dice 'Obama sembra uno del Pd'. Si sbaglia: non sembra, è uno di noi. Il leader di un grande movimento politico e civile che è il pensiero democratico". 
Duole ricordarlo al giocondo Veltroni, ma Berlusconi non é l'unico ad ironizzare.
Persino Franco Giordano di Rifondazione Comunista dice che si è emozionato per l’elezione di quello che considera "il suo presidente", chissà se gli hanno detto che il "suo presidente" giurerà su una bandiera stelle e strisce., quella stessa bandiera che la sua "nuova generazione politica" bruciava ad ogni manifestazione.
La sinistra nostrana in affanno di idee, si é risvegliata filo-americana, dopo anni di antiamericanismo feroce,  dimenticando che il volto di un uomo, non cambia il volto di una nazione e che i democratici americani hanno ben poco da spartire con i nostri "democratici" (Clinton docet).
Inoltre l'euforia sui mercati internazionali, per l'elezione di Obama  é già sfumata, la recessione bussa alle porte, chi ci assicura che Obama non scaricherà il debito americano sugli altri paesi come le precedenti amministrazioni? O peggio spalmando le conseguenze dell'inefficienza del proprio sistema finanziario (leggi Leham Brothers) e usandole come vere e proprie "bombe ad orologeria"?
Quindi prima di festeggiare tanto e gridare al "messia", aspettiamo a vedere le conseguenze per il nostro paese. Sarebbe più serio.
Orpheus

Pubblicato il 6/11/2008 alle 12.4 nella rubrica America.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web