Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Veltroni il paladino degli immigrati che infanga e discrimina quindici milioni d’Italiani

(Infophoto) 
Chi ha voglia di sorbirsi il "pistolotto" del “giovine” Uoltèr” (infatti parla come se gli ultimi due anni di governo della sinistra, non fossero mai esistiti) può leggere qui.
Io ci ho provato, per vedere se dietro a tanta aulica oratoria ci fosse uno straccio di idea nuova, un’ombra di proposta, un barlume di concretezza. Nisba. Siamo nel campo delle cento pertiche.
Scoraggiante, no di più inquietante, perché una simile opposizione non solo NON UNISCE il paese, ma lo DIVIDE in due parti la loro quella dei moralmente e culturalmente superiori, la nostra quella dei "sporchi cattivi" e ignoranti che hanno votato il PdL.

Come sempre Uoltèr attacca con il solito anti-fascismo d’annata di cui la sinistra è fiera rappresentante, e accusa Berlusconi di non tenerlo nella dovuta considerazione perché invece di crogiolarsi nella stantia retorica antifascista si occupa di cose più importanti e contingenti, come richiesto da chi l'ha votato che vive nel 2008 e non nel 1945.

Girata la pagina del fiero antifascismo Uoltèr passa al presunto autoritarismo del Governo, che sarebbe “disturbato” a suo dire dal parlamento, dalla magistratura, opposizione ecc. le solite bubbole che ripete da mesi in televisione e sui giornali, con i soliti attacchi personali a Berlusconi. Ma ci sono anche momenti di autentica ilarità, quando Uoltér indossa i panni da “Orsetto del cuore” e descrive l’Italia attanagliata dal regime berlusconiano, leggere per credere: E’ però vero che la fotografia dell’Italia attuale sta sbiadendo, ha quasi del tutto perso i colori, e la ricchezza delle sfumature, della modernità. I volti degli italiani appaiono sgranati e in bianco e nero. Come le vecchie immagini di una volta, perché l’immobilismo che già ieri ci condannava ad una crescita stentata (..) Immobilismo???? Ha fatto più questo governo in quattro mesi, che il precedente in due anni…va beh comunque consoliamoci perché il PD avrà sempre una sola stella polare: "gli interessi generali del Paese. gli interessi generali del Paese. Quel Paese che amiamo e il cui destino è la nostra ragione d’essere." In sintonia con Romano Prodi che ha “sanato” le finanze pubbliche perché lui quando governava, pensava al Paese, e non a se stesso. Peccato che non se ne sia accorto nessuno.
E una “scoperta dell’acqua calda” la spesa pubblica, in Italia, deve essere ridotta. Senza esitazioni. La nostra linea, però, è “spendere meno e spendere meglio” (…) “Abbiamo sempre detto “pagare meno, pagare tutti”. E invece ora di pagare meno non c’è traccia e la lotta all’evasione fiscale è scomparsa dall’orizzonte. Parola di Uoltèr. Perché si sa gli evasori sono tutti elettori del centro destra, protetti dal bieco governo Berlusconi. Così come bisogna credere a quel che dice quando afferma che le tasse sono state alzate e lo ripete anche.
C’è il pistolotto sulla scuola e sui tagli all’università anche questo nell’ottica di salvare capre e cavoli e ciliegina sulla torta una considerazione su fenomeno del bullismo,dietro al quale c’è un vuoto morale e culturale. Un vuoto che spaventa loro i buoni e belli del pd e lascia indifferenti noi sporchi e cattivi del PdL i veri e unici artefici di quel vuoto : Perché vi è congeniale. L’avete alimentato con la vostra cultura dell’individualismo e dell’egoismo.
Con il vostro fastidio per ogni regola morale.
Con la vostra idea che contano non lo studio e il lavoro, ma solo il successo facile.
Quello che si raggiunge anche senza saper far niente, basta apparire in televisione.
Quello che si può ottenere in ogni modo, anche prendendo le scorciatoie e passando sopra gli altri. (…)

Questa cultura l’ha creata la destra. L’avete costruita voi. Non vi interessa la scuola perché la vostra scuola è la televisione. E la vostra diseducazione civile degli italiani rimbalza fin dentro le scuole. Complimenti compagno Veltroni bel modo di riunire un paese, ACCUSANDO DI OGNI NEFANDEZZA CHI NON HA VOTATO PER LEI.
E il bello che dopo questo IGNOBILE attacco razzista nei confronti di quindici milioni di Italiani, con una faccia degna del sedere di una maitresse, parte con un moralistico pistolotto antirazzista sulle classi-ponte per gli stranieri…e qui mi sono fermata, leggere quest’uomo è veramente tempo perso, ho sperato in qualcosa di meno banale e demagogico e mi sono ritrovata davanti ad un odio razzista, che se anche propagandato “serenamente e pacatamente” odio razzista rimane, l’ha persino messo in "versi" il buon Uoltér tanto per imprimere bene i concetti nella testa dei suoi elettori, che andranno a casa convinti di essere i “migliori” attorniati dalla feccia del centrodestra. Loro i "migliori"Non hanno anno ancora abbanonato la logica che "UCCIDERE UN FASCISTA NON E' UN REATO" democratici e  riformisti (si fa per dire) di fuori, ma comunisti di dentro.
Veltroni ama ripetere che le parole sono come pietre.
E queste cosa sono? Sono macigni scagliati contro un'intera parte di paese colpevole di non votare sinistra e perciò rozza, ignorante, egoista, razzista e via dicendo.
Chapeau!!! Bell' esempio di antirazzismo pratico.
Orpheus

Pubblicato il 25/10/2008 alle 21.29 nella rubrica Sinistra indegna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web