Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Pesante più del previsto il no dell'Onu alla candidatura di Teheran

 
E’ stato più netto del previsto il no espresso ieri dall’assemblea dell’Onu alla candidatura iraniana ad un seggio non permanente nel Consiglio permanente. Teheran, che era in competizioone con Tokyo, ha avuto appena 32 voti, contro i 158 andati al Giappone.

 Iran e Giappone correvano per il posto spettante ad un Paese asiatico, lasciato libero dall’Indonesia. L’Iran aveva presentato la sua candidatura nel 2007 e l’ha manenuta nonostante sia sottoposto a sanzioni decise proprio dal Consiglio di sicurezza, a causa del rifiuto di Teheran di fermare il programma di arricchimento di combustibile nucleare.
 Nei giorni scorsi l’Iran aveva presentato la sua candidatura come espressione della resistenza a “certe potenze”. E’ quanto aveva sostenuto proprio l’ambasciatore iraniano in Giappone, le frasi del quale erano state evidenziate dalla ufficiosa Fars: “Se la comunità internazionale vuole provare che non è sotto l’influenza di certe potenze e perseguire una logica politica, deve spianare la strada alla presenza di altri Paesi, come la Repubblica islamica dell’Iran, nel Consiglio di sicurezza”
 La delusione di Teheran per il risultato del voto è evidenziata da come l’ufficiale Irna ha dato la notizia delle decisioni dell’assemblea dell’Onu. Riferita l’elezione di Giappone, Turchia, Austria, Messico e Uganda, l’Irna aggiunge che “l’Iran era in competizione col Giapone che è già stato nel Consiglio nove volte. Il presidente delll’Assemblea, il nivaraguegno Miguel d’Escoto ha annunciato che il Giappone ha avuto 158 voti ed ha vinto il seggio”. Manca la notizia dei 32 voti avuti da Teheran.
Da Asia News
Questa volta giocare la carta dell'antiamerianismo al satrapo iraniano, non é servito a nulla.
Che l'Iran, dove si impiccano anche ragazzini e donne incinte, faccia parte dell'Onu é una vera e propria ignominia.
Orpheus

Pubblicato il 18/10/2008 alle 23.0 nella rubrica Etica e religione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web