Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

I travagli del giovane Marco....

 
Triste sorte per i fustigatori di costumi pubblici altrui, quando, a quanto pare, son beccati con le dita nel vasetto della marmellata.
Il Vangelo dice chi è senza peccato scagli la prima pietra, e Marcolino di accuse di mafia basate su ambigue frequentazione ne ha scagliate parecchie, pur avendo qualche “peccatuccio” all’attivo.
Si perché se basta frequentare un mafioso per esserlo a propria volta, anche lui è stato toccato da simili frequentazioni, e quindi secondo il suo teorema, anche lui è un mafioso.
Ma andiamo per ordine tutto è nato da un'intercettazione telefonica della procura di Palermo, dalla quale si apprendeva che Travaglio era andato in vacanza con un certo Pippo Ciuro, un tizio poi condannato per favoreggiamento del mafioso Michele Aiello. Non solo pare che Aiello avesse finanziato la vacanza a Marcolino e famiglia.

Ovviamente Marcolino ha smentito indignato, mostrando come prova del suo adamantino comportamento le ricevute che attestavano il pagamento del conto dell’albergo.
Peccato che tali ricevute si riferiscano ad un altro anno e ad un altro luogo: ha mostrato le ricevute dell’Hotel Torre Artale di Trabia, anno 2002, e non quelle del residence Golden Hill di Altavilla Milicia, anno 2003 (le vacanze oggetto del contendere).

Si è confuso? Uhmm tutto è possibile, intento com’è a dare del lombrico al presidente del Senato e del mafioso al solito Berlusconi, ma non dovrebbe esserci problema, come ha trovato le ricevute del 2002, potrà sicuramente reperire quelle del 2003 ed esibirle ai suoi fans delusi, che non l'hanno presa tanto bene.

Altrimenti sarà vittima del suo stesso teorema: avere incrociato un mafioso, anzi un tizio che soltanto DOPO è stato indagato e condannato per mafia, vuol dire davvero essere, sempre e in ogni caso, necessariamente, complice della mafia?
Secondo Marcolino fin’ora si, ed é per questo che ha dato del lombrico a Schifani.
Nel frattempo ci faccia anche sapere perché non nomina mai Pippo Ciuro.
Orpheus

Pubblicato il 11/9/2008 alle 13.10 nella rubrica Satira.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web