Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Fermiamo la caccia ai delfini


 

Caccia ai delfini: è ora di dire basta! Domani, in oltre 50 città in tutto il mondo, un ottantina di organizzazioni sono unite nella giornata mondiale di protesta contro l' uccisione o la cattura in Giappone di delfini. Nel nostro Paese domani mattina, di fronte all'ambasciata giapponese, sono pronti a manifestare gli animalisti italiani. “Se il mondo intero è rimasto giustamente scioccato per la storia della piccola megattera di Sidney - afferma Ilaria Ferri, presidente degli animalisti italiani - vorrei che tanta apprensione ci fosse anche per gli oltre 23mila piccoli cetacei uccisi in Giappone, considerati come animali concorrenti nella pesca”.
Normalmente, spiegano gli animalisti italiani, “da ottobre a marzo a Taiji migliaia di delfini sono braccati e crudelmente uccisi. Quest'anno hanno cominciato già ieri, a settembre: ormai giocano all'anticipo”. I cacciatori di delfini causano ogni anno un vero e proprio bagno di sangue che ha come risultato la morte di tantissimi delfini e piccole balene.
Ma di chi è la colpa?
A quanto pare la responsabilità ricade interamente sul governo giapponese. “Adesso è importante inviare fax e firmare la petizione sul nostro sito per dare un segnale forte al governo giapponese”, spiega Ilaria Ferri, che non è riuscita ad avere nemmeno un indirizzo di posta elettronica dall'ambasciata giapponese in Italia alla quale inviare messaggi. “Sono sconcertata dal fatto che l'ambasciata - afferma il presidente dell'associazione - abbia detto che non esiste una email a disposizione del pubblico presso la quale inviare forme di protesta. Per questo invieremo le firme direttamente al governo giapponese”. Per far conoscere il dramma della 'caccià ai delfini a Tiji, in tutto il mondo nel 2009 verrà diffuso anche un documentario, con le immagini filmate di nascosto dal gruppo americano “Ocean Preservation Society” (Ops), grazie all'aiuto della coalizione “Save Japan Dolphins”.
Libero-news invita tutti coloro che volessero intervenire per fermare il massacro dei delfini a visitare il sito dell’Oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) . cliccando su questo link sarà possibile inviare una mail di protesta (predefinita, con il testo già scritto in inglese) al governo giapponese e a tutte le ambasciate nipponiche nel mondo. Per coloro di voi che volessero inviare un messaggio personale per dire basta allo sterminio dei delfini, sono disponibili i seguenti indirizzi:

Prime Minister of Japan
Mr. Shinzo Abe
1-6-1 Nagata-cho 1 Chome
Chiyoda-ku, Tokyo
100-8968
JAPAN

Ambasciate giapponesi nel mondo
info@embjapan.at
embofjpn@ozemail.com.au
info@embjapan.at
bun1@amb-jpn.be
infocul@embassyjapancanada.org
infomofa@nttls.co.jp
info@embjapan.de
press@embjapan.org
Da Libero
Pochi giorni fa ero a largo di Punta Chiappa in Liguria, e ho avuto la gioia di vedere un piccolo branco di delfini che nuotavano saltando fuori dall'acqua.
Un'emozione bellissima.
Ho firmato naturalmente e spero che lo facciate anche voi che mi leggete.
I delfini sono creature meravigliose che non meritano di essere trucidatie con tanta ferocia e per motivi così futili. Forse protestare servirà a ben poco, ma non bisogna mai perdere la voglia di lottare per ciò in cui si crede. Mai.
Altrimenti si é già morti e sepolti.
Orpheus

Pubblicato il 3/9/2008 alle 19.15 nella rubrica Appelli e petizioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web