Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

La dittatura prepotente dei centri sociali: Genova in massima allerta per la visita del Papa

Immagine:Genova-G8 2001-Incidenti a Corso Torino.jpg
Mentre dobbiamo sorbirci le continue filippiche sulla presunta  " dittatura dolce di Berlusconi"  propinate da Di Pietro e altri "travagliati", l'Italia é sotto il tacco di un'altra dittatura che dolce non é, al contrario, é violenta, rissosa e prepotente: quella dei centri sociali.
Genova
é in stato di massima allerta per la visita del Papa.
I "signorini" dei centri sociali non hanno gradito la loro cacciata dal Parlamento, e la visita del Papa, potrebbe essere l'occasione per dar sfogo al loro vandalismo politico.
Lo temono  il Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero degli Interni, il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, il coordinamento nazionale delle polizie municipali, Digos e Ros che si stanno preparando a vegliare sulla sicurezza di Benedetto XVI.
Sono OBBLIGATI a vegliare SULLA SICUREZZA DI UN PAPA, il capo della Chiesa Cattolica, che predica l'amore e l'altruismo, il perdono e la PACE nel mondo.  
Roba da marziani, a QUESTO SIAMO ARRIVATI. 
Non c'è nemmeno la bufala "dell' oppressione di un popolo, nei confronti di un altro" a fare da pezza giustificativa, come nel caso della Fiera del libro di Torino.
Le forze dell'ordine sono in fibrillazione perché c'è: " un parallelismo preoccupante, che salta agli occhi anche dei non addetti ai lavori, tra la situazione socio-politica del 2001 e quella di oggi:
il governo Berlusconi (oggi come allora) da poco insediato;
Genova sede del primo grande evento della legislatura e palcoscenico mediatico di prima grandezza;
i fermenti in una sinistra radicale che da qualche settimana, addirittura, non trova più sfogo in Parlamento.
Qualcosa di più di ipotesi se alcuni canali istituzionali si stanno muovendo per sollecitare commercianti ed imprese assicurative a pensare al futuro, a quei due giorni - il 17 a Savona e il 18 a Genova - che potrebbero segnare la Liguria. Come accadde per il G8, nel luglio 2001.
Davanti alla Facoltà di lettere e filosofia, una lunga scritta dice: "18 maggio 05, Ratzinger attento ancora fischia il vento", frasi  ancor più dure sui muri della Chiesa di San Carlo.
La Digos genovese collega le scritte contro il Papa comparse un po’ ovunque ai centri sociali genovesi, lo Zapata soprattutto, e  si aspetta disordini dal movimento dei disobbiedienti
Niente di più facile perchè qualsiasi cosa faranno, sanno già che la PASSERANNO LISCIA,   ci penserà un bravo giudice rifondarolo, a mandarli a casa impuniti.
Orpheus
 

Pubblicato il 9/5/2008 alle 14.57 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web