Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Ma come rosicano i compagnucci di merende di Walter…

 
Per capire come i compagni, si stiano arrovellando nell’invidia più nera, anzi rossa, è bastato guardare 20 minuti di anno zero, del duo più scorretto, della pur enormente scorretta, informazione di sinistra.
Un linciaggio mediatico di Berlusconi, (in puro stile sovietico senza possibilità di replica) infarcito di offese al Cav. e a chi ha votato per lui e di calunnie datate, ma sempre attuali.
Con ospiti "strabilianti" come Sartori (in pieno delirio senile), Antonio Di Pietro, più sgrammaticato e "smemorato" che mai, l’architetto Fuksas che dall’alto della sua immane “intelligenza e cultura" (e posizione bancaria) ha etichettato come ignorante tutto il centro destra, dal loro leader alla base e dato dei mentecatti (usando proprio il termine MENTECATTI) a Fini e Bossi, Cazzullo, l’unico un po’ in sé e il povero Facci, con l’onere e l’ONORE di difendere noi mentecatti e ignoranti, catapultato in mezzo a questo soviet di “tafazzi” antropologicamente superiori, però.
Questa allegra brigata ha fornito ai poveri ebeti italiani la VERA spiegazione del successo elettorale del Cav.
Ah...se non ci fosse Santoro!
In due parole l’informazione è in mano a quell’ignorantone di Berlusconi (sulla cui laurea, però, non ci sono ombre, in quanto presa studiando e non con altri mezzi), il quale, grazie al suo mega-arci-strapotere-galatttico-intergalattico-mediatico, ha nell’ordine: convinto gli italiani beoti, che il governo Prodi, malgrado i suoi prorompenti meriti, era una “merdaccia” (questa è farina di Tonino), e poi gli ha imboniti come un mercante di fiera o un venditore di tappeti, perché si sa, chi non vota per gli “illuminati” di sinistra, è cretino, ignorante, rozzo, evasore, razzista, posteggiatore in seconda fila ecc.
Finito con la storia dell’imbonimento, si è passato a ricordare i presunti trascorsi mafiosi di Berlusconi, sorvolando su quelli di tanti esponenti del PD e del governo Prodi….insomma il solito circo equestre travagliato e santoriano.
Il tutto condito con delle riprese di una sede del Pd, dove i militanti, arzilli vecchietti vicino agli 80anni, versavano calde lacrime per la vittoria del PdL, sotto le foto di Gramsci e Berlinguer, meno male che almeno quelle di Lenin e Stalin le avevano tolte…
Scandaloso? No, semplicemente ridicolo.
Povero Uoltèr quasi, quasi mi fa pena si è tanto affannato, per presentare il PD come il partito del NUOVO, dei giovani ecc. e Santoro con la sua trasmissione in due ore gli ha distrutto l’immagine, mostrando agli italiani tutta la senilità e vecchiezza della sinistra italiana, tutta la sua arroganza ideologica, tutta la sua mancanza di realtà e scorrettezza intellettuale ed etica, tutto il suo menefreghismo per le classi meno abbienti e il disprezzo, che la sinistra "radical-chic loft-dotata", nutre per esse (che poi sono le vere ragioni della batosta elettorale).
Fuksas ha sottolineato schifato “l’orrore” di un leader che non conosce a menadito le citazioni di Cicerone: immagino che gli operai, da mille e rotti euro al mese, ne siamo rimasti sconvolti e alle prossime elezioni, voteranno in massa chi gli rapina lo stipendio ma recita a mena dito il De Natura Deorum...

Un consiglio per il Berlusca, ignori Santoro come se non esistesse, non dica una sola parola di biasimo per il suo comportamento scandaloso, altrimenti ci dovremo sorbire 5 anni di geremiadi su un altro fantomatico "editto" contro il povero “martire”.
E e poi, forse Santoro non lo sa, ma sta lavorando per il PdL;-)
Orpheus

Pubblicato il 18/4/2008 alle 15.2 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web