Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Milano da bere...

 

Sono stata una grande sostenitrice di Letizia Moratti, ho votato per lei ed ho esultato quando ha battuto Ferrante, l’amico dei no-global.
Adesso la ringrazio. Con la sua amministrazione Milano, una metropoli di 1.500.000 di abitanti sta diventando una città più vivibile e misura d’uomo.
Tante le cose positive.
A cominciare dall’abbassamento dell’Ici, il taglio dell’imposta dal 5 al 4,7 per mille comporterà un risparmio medio per famiglia di circa l’8%, 40-50 euro all’anno. Per tutti. Inoltre a godere dell’azzeramento dell’imposta sono circa centomila famiglie. Milano si conferma l’unica tra le 12 città metropolitane del Paese che oltre a non introdurre l’Irpef, taglia l’Ici a centomila famiglie e garantisce l’abbassamento per tutti.
Sempre sul fronte sociale, ieri con una delibera approvata dalla giunta di cdx, sono stati stanziati 400ml euro per assicurare contro furti, scippi, rapine e truffe gli anziani di Milano.
Incassare l’indennizzo è semplicissimo: basta avere almeno settant’anni e un reddito annuo non superiore ai 30mila euro. Una cifra non certo bassa a dimostrazione di come, questa volta, si intenda coprire una fetta di popolazione il più vasta possibile e affrontare quello che è davvero un problema sociale: a Milano, infatti, sono ormai ben 226mila gli over 70 residenti, di cui 92mila vivono da soli. Alle vittime l’assicurazione dovrà corrispondere “un indennizzo pari all’importo sottratto fino a 500 euro”. Spesso a tanto ammonta la pensione scippata ad un anziano.
Anche l’eco-pass decisione impopolare, che ha visto critiche da sinistra, ma anche da destra, si è rivelato un successo. E posso confermare che il traffico congestionato del centro, si è ridotto notevolmente, con benefici per la circolazione e per l’inquinamento (si è passati da 170.000 a 133.000 al giorno; le polveri sottili alla fonte sono scese del 30%; i veicoli privati inquinanti sono dimezzati; i veicoli commerciali sono scesi del 20%).
Ancora Letizia non si è dimenticata dei nostri amici a quattrozampe e ha istituito un presidio di guardie eco-zoofile che si occuperà di prevenzione e tutela degli animali in difficoltà.
Tutto questo, malgrado da Roma il precedente governo abbia “tirato colpi bassi” al sindaco Moratti come il taglio della parificazione e dei contributi centrali agli asili statali, minacciato e poi mantenuto dal ministro Fioroni se la la Moratti non avesse permesso l'iscrizione dei bambini degli immigrati clandestini, andando contro il buon senso e anche una legge della Repubblica italiana. La tracotanza di Fioroni costerà al comune di Milano 8 milioni di euro, una "punizione" per avere cercato di fare rispettare le leggi, tutelando i cittadini onesti, comprese le famiglie degli immigrati regolari".
A cui si va ad aggiungere la torbida vicenda di Malpensa.
Fin'ora il governo in carica non solo ha dimostrato di disinteressarsi del Nord, ma appena ha potuto ha tentato ogni sorta di boicottaggio a sue spese. Se sperano adesso, con il lifting del PD e qualche promessa elettorale, di riguadagnare consensi, avranno una gran brutto risveglio alle prossime elezioni.
Orpheus



Pubblicato il 9/2/2008 alle 11.23 nella rubrica PDL.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web