Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Oggi “tutti sono ebrei” ma domani lo saranno ancora?

 
Oggi è la giornata della memoria.
Convegni, manifestazioni, cerimonie, tavole rotonde, programmi, articoli e parole, tante, tante parole, talmente usurate da suonare a vuoto… sembra di assistere ad un concorso sul “più bravo a commemorare la Shoah”.
Oggi “tutti sono ebrei” ma domani lo saranno ancora?
Mi riferisco in particolar modo, ai rutelli, ai bertinotti e ai prodi. Domani lo sarete ancora?
A giudicare la politica estera di questo governo, non mi sembra proprio. A guardare i cortei “pacifisti” dove si bruciano le bandiere israeliane, nemmeno.
A vedere le passeggiate a braccetto del ministro D’Alema con i terroristi hezbollah, manco per niente.
Eppure oggi fiato alle trombe e all’eloquio più forbito, per l’ennesima messa in scena del finto mea-culpa di chi a suo tempo non ha voluto accorgersi del progetto genocida di Hitler: l'Europa inetta.
Anche ora, sessant’anni dopo l’Olocausto, chiude gli occhi sui piani di sterminio dell’Hitler iraniano, e fa affari con chi predica la cancellazione dello Stato israeliano dalle carte geografiche.
La storia si ripete, e ciò succede perché l’uomo non impara dai propri errori.
E’ stato una tragedia immane aver sottovaluto ciò che si proponeva di fare la Germania nazista, potrebbe esserla altrettanto, sottovalutare l’Iran nucleare di Ahmadinejad.
Eppure…
Per commemorare la Shoah non servono tante parole, basta guardare con gli occhi e con il cuore una vecchia foto in bianco e nero, basta saper leggere in quei volti cristallizzati nel tempo lo sgomento, la paura, la disperazione di un popolo, razionalmente, metodicamente e “scientificamente” massacrato.
Oggi come allora, Israele teme per la sua gente, per il suo futuro, per la sua stessa esistenza.
Oggi come allora ha bisogno che l’Europa si schieri al suo fianco.
Questo dovrebbero ricordare i politici che si accalcano in piazza oggi.
L’unico modo per commemorare degnamente la Shoah è far si che non sia accaduta invano.

Aggiungo qui sotto una petizione a favore di Israele: NIENTE AFFARI CON I MULLAH IRANIANI
Destinare una manciata di secondi per sottoscriverla é un bel modo per ricordare la Shoah...(grazie Fra per la segnalazione)
Orpheus

Pubblicato il 27/1/2008 alle 19.56 nella rubrica Israele nel cuore.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web