Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Radicali "cazzari" spacciano dati falsi

  
Nei riguardi del Vaticano e del Papa non c'e' mai stata alcuna censura: lo dicono i Radicali che oggi, in Piazza San Pietro, hanno distribuito i dati relativi alla presenza degli esponenti della Chiesa cattolica nei telegiornali italiani. Il Vaticano, secondo i dati raccolti dall'osservatorio del Partito Radicale, complessivamente ha avuto accesso per 26h 35' sul TG1 (piu' del Presidente del Consiglio e del presidente della Repubblica); 20h 28' sul TG2 (pi- del Presidente del Consiglio e del presidente della Repubblica,); 19h 32' sul TG3. 
Corriere.It
Notare che i dati li ha raccolti "L'osservatorio del Partito Radicale", come se i dati sulle morti per  droga li raccogliese "L'Osservatorio del Cartello della Droga columbiano"....Ma per favore...

Adesso diamo un'occhiata a dati un po' meno di parte, sulla presenza del Papa o la Chiesa nei Tg. basta collegarsi al
 sito dell’Isimm (che è l’Osservatorio che fornisce i dati sul minutaggio televisivo, all’Autorità garante per le telecomunicazioni, per appurarlo in prima persona.
In riferimento al periodo 1 gennaio - 30 giugno 2007, per quanto riguarda il Tg1, il tempo dedicato a Papa Ratzinger (e in più in generale all’argomento “religione”) è stato in valore assoluto pari a: 9 ore, 23 minuti e 34 secondi. Sul totale, la presenza di Benedetto XVI ha pesato per il 2,44% (dicasi 2,44%!).
Mentre ad esempio la politica, ha ottenuto spazi per un ammontare complessivo di 97 ore, 25 minuti e 05 secondi. Che in termini percentuali, fa il 25,16%.
Le cose non cambiano se si passa, ad esempio, al Tg5.
Alla voce “Religioni e questioni religiose” (la stessa analizzata sopra),si ottengono i seguenti dati: 8 ore, 4 minuti e 11 secondi. Cioè, in termini percentuali, l’1,43%.
Mentre alla voce “Politica e attività istituzionale” (la stessa considerata anche per il Tg1), si ottiene questo minutaggio: 92 ore, 13 minuti e 37 secondi. Pari al 16,39% del tempo complessivo.
Potete appurarlo da soli: anche valutando altri telegiornali - Mediaset o Rai, poco conta -, il dato non cambia.
(Da Camelotladestra ideale, la notizia relativa ai dati).

L'enorme bufala sulla inusitata presenza di Benedetto XVI in Tv,  il cazzaro Pannella, l'ha rifilata anche a PaP qualche sera fa.
Monsignor Fisichella in risposta, l'ha colpito e affondato con una battuta al fulmicotone: "Il Papa non ha bisogno di fare scioperi della fame per finire in televisione"...
Purtroppo ultimamente nessun dittatore sadico, genocida, guerrafondaio e terrorista é stato impiccato, quindi Giacinto non ha potuto fare scioperi della fame per finire in tv...sarà per questo che ha il dente così avvelenato o è demenza senile? 

Pubblicato il 19/1/2008 alle 21.17 nella rubrica Etica e religione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web