Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

E meno male che dovevano "risanare": 26mld di spese in più

GLI UNICI TAGLI ALLA SICUREZZA

Nel 2008 la spesa pubblica crescerà di 26 miliardi
. Il valore si ricava dalle tabelle della legge finanziaria confrontate con i dati del bilancio “a legislazione vigente”; cioè, il bilancio che sarebbe in vigore senza la finanziaria. Il confronto è stato fatto dal Servizio Studi della Camera.
Per avere un ordine di grandezza di 26 miliardi, basta dire che si tratta di 1,4 punti di pil. Insomma, senza la finanziaria il deficit del 2008 sarebbe stato dello 0,8%.
Alla faccia del risanamento e del rigore.

Ad assorbire metà della maggiore spesa sono stati i trasferimenti agli enti locali (Regioni, Province, Comuni) aumentati di quasi 13 miliardi.
Un po' di "regalini" per incentivare gli elettori nel malaugurato caso si vada ad elezioni anticipate.

Ma in crescita sono anche le risorse destinate al ministero degli Esteri (da cui dipendono gli Italiani all’estero: da qui i voti al Senato), salite di oltre 3 miliardi; e quelle previdenziali, lievitate di 1,6 miliardi.
Pallaro e soci ringraziano e promettono fedeltà.

Le uniche voci di spesa ridotte realmente sono state quelle destinate alla “difesa e sicurezza del territorio” (calate di 101 milioni); quelle destinate all’”ordine pubblico e sicurezza”, ridotte per 164 milioni; quelle dedicate allo sviluppo delle imprese, tagliate per 1,141 miliardi. Sotto le forbici di Padoa Schioppa anche le spese scolastiche, (-26 milioni) e per la Giustizia (-7 milioni).
Tutto questo mentre al Senato è di scena il decreto sicurezza. Dalla Relazione tecnica che accompagna il provvedimento, la Ragioneria fa una confessione involontaria: non aumenteranno i cittadini comunitari allontanati dal Paese. Le risorse a disposizione del bilancio del ministero degli Interni non vengono incrementate. Al contrario, viene confermato anche nel 2008 (come già nel 2007) il taglio del 16%.
Insomma, il governo Prodi allarga la spesa per 26 miliardi, ma le uniche voci che riduce sono quelle per la sicurezza dei cittadini.

Una finanziaria veramente strabiliante, in linea con l'attuale esecutivo, farsi gli affari propri e lasciare i cittadini nei guai più neri.
Dopo quasi due anni abbiamo ottenuto risultati "notevoli" con il -governodellaserietà- Prodi: più tasse, più delinquenza, più spesa pubblica, Zero o quasi crescita, zero sicurezza, democrazia in grave sofferenza. Chapeau!
Però qualcuno c'è che capisce il disegno prodiano concepito "per il bene degli italiani" ed é il supermolllaccione che illumina il popolo becero dall'alto della sua onnisce(me)nza: " E per questo nasce il sospetto che Prodi sia sulla strada giusta. Lui fa promesse che si possono realizzare, ma il Paese non gradisce. Preferisce vivere meno".
Di sicuro preferisce fare a meno di Prodi... e di certi palloni gonfiati come lui.
Orpheus

Pubblicato il 26/11/2007 alle 22.52 nella rubrica Sprechi rossi e tasse.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web