Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Contro la mafia per 5 euro


Anche ai poliziotti delle Squadre Mobili e dello Sco, che hanno arrestato in Sicilia i Capi di Cosa nostra, l’Italia garantisce un aumento netto di 5 euro al mese.
Con 1.200 euro dello stipendio di un Agente hanno dimostrato in questi giorni, se ce ne fosse stato bisogno, quel che valgono.
Invece hanno diritto alla TEA - Trattamento economico accessorio. Un’indennità ben più costosa, a parità di funzioni dovrebbe essere corrisposto lo stesso trattamento. Ma non è così.
Per tutto questo dobbiamo iniziare una battaglia che possa portare ad un risultato utile, per tutti i colleghi che svolgono indagini contro la criminalità organizzata, come quella che ci portò al riconoscimento dei parametri costati 530 Milioni di euro nel 2005 e allo sganciamento dal pubblico impiego.
Due battaglie condotte vittoriosamente in porto dal SAP.
Con questa iniziativa e con la presentazione di alcuni progetti di legge, il Sindacato Autonomo vuole colmare una gravissima lacuna.
L’occasione, evidentemente, è stata fornita dall’arresto dei boss di cosa nostra di ieri.
Il SAP esprime il proprio plauso al personale della Squadra Mobile di Palermo per l’arresto dei boss della mafia Salvatore e Sandro Lo Piccolo.
Un’operazione brillante, frutto di un intenso lavoro e di grande professionalità.  Dopo gli arresti di Brusca, Riina e Provenzano, le Forze dell’Ordine hanno conseguito un altro eccezionale risultato nel contrasto alla criminalità organizzata, nonostante la cronica carenza di mezzi, strutture e organici.
Un impegno che contraddistingue ogni giorno tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato. Continua qui
Cinque euro di aumento, 1200 euro al mese per rischiare la vita ogni giorno per anni sulla strada, per garantire la sicurezza ai cittadini, per combattere le ingiustizie e il crimine.
Questi uomini e donne oltre ad essere sottopagati, sono anche oggetto di una campagna di deligittimazione e di odio, obbligati ad assistere a fatti di un'iniquità senza fine, ex-terroristi insediati in cariche istituzionali, Sale del Senato intitolate a teppisti, il cui unico merito é aver tentato di spaccare la testa ad un carabiniere.
Questa é l'Italia della sinistra, un paese dove si piange lacrime ipocrite per
finti eroi e si ignorano quelli veri.
Da parte mia posso solo ringraziare con tutto il cuore le forze dell'ordine, per quello che fanno e continuano a fare, malgrado gli stipendi vergognosi e i continui attacchi vili, miranti solo a svilire il loro lavoro.
Salvo poi a farsi belli con i risultati clamorosi del
l’arresto di boss mafiosi del calibro di Lo Piccolo.
Orpheus

Pubblicato il 9/11/2007 alle 22.56 nella rubrica Giustizia indecente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web