Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Le forniture di forche e il silenzio in patria

 
Ieri é andato in onda su un tigì un servizio "straziante": Emma Bonino in lacrime per lo sboccamento della moratoria sulla pena di morte.
Il CdS titola: Italia in prima linea nei negoziati, l'articolo é corredato con una foto del solito lettino per le iniezioni letali, come se nel mondo usassero solo quello...
Onore al merito, però l'Italia é in "prima linea" anche su un fronte meno nobile: Nessuno tocchi Caino ci informa sul fatto che in Iran le esecuzioni avvengano utilizzando strumentazione italiana. È vero, le gru che vengono utilizzate per sollevare da terra gli impiccati, e farli agonizzare lentamente, avviene spesso con gru italiane, montate su camion italiani. Gli stessi camion, lo abbiamo scritto qui un paio di anni fa, con cui in Cina si allestiscono camere della morte itineranti: furgoni italiani che arrivano in poche ore in quella città dove è stata appena emessa una sentenza di morte, e lì dentro le persone vengono giustiziate iniettando loro dei veleni, senza perder tempo con viaggi, spostamenti, e soprattutto, processi d’appello.
Italiani sono anche i mitra che imbracciano alcuni martiri islamici nel momento in cui si fanno fotografare per i posteri, fieri e con la fascia con i versi del corano tra i capelli. C’è una forma di proporzionalità indiretta: più l’Italia è presente in queste cose sgradevoli, meno se ne parla. Forse perché gli azionisti dei nostri principali quotidiani sono gli stessi della fabbriche di camion, di furgoni e di armi?(Da Opinione.it)
Ovvio che il CdS faccia vedere il lettino, primo distoglie l'attenzione dalla "strumentazione italiana", secondo semina un po' di sano antiamericanismo, che non guasta mai (peccato che ormai i principali fruitori della pena di morte siano proprio Iran e Cina...).
E un ministro per le politiche comunitarie queste cose non le sa?
Infine un premier che stringe la mano grondante sangue di Ahmadinejad é credibile quando afferma. "Con oggi speriamo di aver compiuto un passo definitivo e irreversibile verso l'approvazione della moratoria sulla pena di morte."?
Magari più che le moratorie ONU (di cui Ahmadinejad non se ne farà un baffo), potrebbe servire NON VENDERGLI L'ATTREZZATURA per impiccare la gente.
Vero Prodi e vero Bonino che "chiagne e fotte"?
Orpheus

Pubblicato il 2/11/2007 alle 19.12 nella rubrica Sinistra indegna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web