Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Grillo folgorato sulla via di Ceppaloni


Colpo di scena, nell’ormai sanguinosa guerra tra politica e antipolitica.
Il ‘grande accusatore’, Beppe Grillo, proscioglie ‘il grande accusato’, Clemente Mastella. Come San Paolo, Beppe Grillo ha avuto la sua personale folgorazione durante l’ultima puntata di Ballarò, in cui il Guardasigilli veniva arrostito per benino dal perfido Floris.
Sarà stato lo sguardo bovino di Clemente o qualche altro motivo sconosciuto ai comuni mortali? Ai posteri l’ardua sentenza. Sta di fatto che il 'torquemada internettiano' dal suo blog assolve il ‘capro espiatorio ceppalonico’ perché il ‘migliore’ sulla piazza politica, indi per cui attaccato, dai soliti noti: “Non ci sto più al gioco al massacro ceppalonico. Mastella è solo un capro espiatorio. Il migliore sulla piazza della politica, certo. Per questo hanno scelto lui”. Non solo, Beppe propone un tète à tète :“Vado fino a Ceppaloni se mi invita”.
Non si può dire che Grillo non abbia la stessa onestà intellettuale di una certa sinistra, dalla quale ha assorbito anche la stessa coerenza e serietà di opinioni.
Fino ad ieri Mastella per Grillo rappresentava la "bestia nera" della politica: il politico arraffone e sprecone per antonomasia, il re di Ceppaloni e delle clientele, il voltagabbana per vocazione e per interesse, da 31 anni in parlamento ecc. oggi non più, lui Clemente è il ‘migliore’.
Il tutto sarebbe d’annoverare fra le cianfronate italiche se, il comico (mai così comico) non avesse riscosso un consenso incredibile, secondo Renato Mannheimer il 17% degli italiani è pronto a votare per lui (non vorrei essere maliziosa ma per me é quel 17% appartiene alla sinistra).
I due ritrovati piccioncini hanno in programma di scrivere un libro sulle altre caste.
Sono molto curiosa parleranno dei magistrati? Dei sindacati?
Intanto Tonino fa sapere che Grillo è un esempio di politica pura. Al che si può solo aggiungere.“Mio Dio, quanto sono caduti in basso”. Mi indigna più questa sconsideratezza di affidarsi al primo guitto, purchè raccolga consensi,che non tutti gli sprechi dei politici.
E noi siamo in mano a questa gente.
Orpheus

Pubblicato il 29/9/2007 alle 17.59 nella rubrica l'Asinistra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web