Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Nella rossa Emilia le moschee nascono come funghi


L'Emilia Romagna ha due primati: il più alto numero di musulmani sul territorio, in rapporto agli abitanti (secondo la Caritas ce ne sarebbero oltre 130mila) e il più alto numero di moschee: 84 in tutto. Ma anche il resto dell'Italia non é immune al proliferare di moschee, nei primi sei mesi  del 2007 ne sono state aperte 39.
Siamo arrivati a 735 moschee sul nostro (ancora non per molto) territorio nazionale.
I problemi sono due: il primo é che comunque questi numeri, forniti dai servizi segreti, non sono definitivi, perché non esiste un vero e proprio inventario dei luoghi di culto e i centri culturali islamici in Italia. Una mappatura seria, che ne permetta il monitoraggio.
Il secondo, ancor più grave, è che la maggior parte di questi "luoghi di culto" sono in mano all'Ucoii, la quale é dietro anche alla richiesta di costruzione di tutte le nuove grandi moschee a Bologna, Firenze, Genova, Colle Val d'Elsa, Modena, Verona, Vicenza, Napoli. 
A fronte di questa invasione programmata delle nostre città e paesi, che comporterà, in futuro una radicazione ed espansione dell'islamismo estremista, si assiste ad una mistificazione della realtà a livello nazionale.
Da una parte l'Ucoii ricorre all'espediente giuridico e amministrativo della costituzione di "centri culturali" con annessi luoghi di preghiera, registrati come Onlus, sia per aggirare gli ostacoli concernenti la costruzione di moschee vere e proprie, sia per poter beneficiare dei finanziamenti previsti per le organizzazioni culturali senza scopo di lucro (finanziamenti che le amministrazioni rosse, in particolare, elargiscono a piene mani).
Dall'altra esiste un fronte filo-islamico, composto da politici, magistrati, imprenditori, universitari, giornalisti e purtroppo anche prelati, che annovera l'Ucoii nel gruppo dei musulmani moderati.
Quanto sia moderata lo si può dedurre dal fatto che Youssef Qaradawi, ideologo dei Fratelli Musulmani in Europa, nel 2002 ha promulgato una fatwa relativa alla "conquista islamica di Roma" che, "avverrà con la predicazione, non con la spada". Ovvero con le moschee dell'Ucoii che continuiamo irresponsabilmente a costruire.
Salam
Orpheus



Pubblicato il 28/9/2007 alle 19.13 nella rubrica Eurabia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web