Blog: http://Orpheus.ilcannocchiale.it

Governati da Caruso


Francesco Caruso, parlamentare di Rifondazione comunista, si era autosospeso dal gruppo parlamentare per le critiche che avevano suscitato le sue frasi indecenti, nelle quali definiva assassini Marco Biagi e Tiziano Treu, rei, secondo lui, di aver creato il precariato nel lavoro con le loro leggi che invece puntavano ad accrescerne le tutele. Ora Rifondazione comunista ha deciso di reintegrarlo con tutti gli onori, il che equivale se non a condividere appieno almeno a considerare legittime quelle accuse farneticanti. Si tratta di un fatto gravissimo. L’aspetto più rilevante della stentata evoluzione dei neocomunisti era stata la scelta della non violenza, che con questa decisione viene profondamente contraddetta. La giustificazione a posteriori dell’assassinio di Marco Biagi, l’indicazione di un altro giuslavorista, l’ex ministro Treu, peraltro esponente della stessa maggioranza che si onora di avere tra i suoi membri Caruso, al ludibrio o peggio, sono considerate accettabili dal secondo gruppo parlamentare dell’Unione. La ragione politica di questa decisione è abbastanza evidente: il gruppo dirigente di Rifondazione ha il terrore che l’opposizione dei movimenti estremisti lo obblighi ad abbandonare i posti di governo, e per evitarlo cede alle loro richieste e accetta a scatola chiusa le loro posizioni, comprese quelle più aberranti. Però accettare le richieste di chi protesta per l’ampliamento di una caserma americana o contesta l’accordo stipulato a luglio tra governo e parti sociali rappresenta una posizione politica estremista ma rispettabile. Accettare invece la violenza non solo verbale di Caruso e dei suoi disobbedienti è un cedimento morale, che contrasta con i più elementari principi di civiltà politica. La manovra codista e subalterna dei ministerialisti di Rifondazione, inoltre, è anche politicamente suicida. Se vedono che possono fare e dire qualunque cosa, i superestremisti lo faranno, e così alla fine Rifondazione perderà sia i posti di potere sia la residua influenza sui movimenti. Un bel capolavoro.
Da Il Foglio
Il pacifismo di questa gente é più falso di una moneta falsa. Basta guardarlo in faccia, Caruso, per capire che razza di persona sia. Non si può parlare di pace brandendo mazze bombe carta, non si può parlare di diritti umani e innegiare a Castro e al Che.
Sono pagliacci, ma pericolosi.
Orpheus

Pubblicato il 21/9/2007 alle 23.41 nella rubrica Sinistra indegna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web