.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

24 febbraio 2011

In memoria e in onore di un grande blogger e amico: Sarcastycon

Marcello te ne sei andato e hai lasciato un vuoto in tutti noi, sei stato un compagno di fede e un caro amico, con la tua ironia a volte sprezzante hai messo alla berlina i "vizi privati e le pubbliche virtù", hai lottato per ciò in cui credevi con l'arma del sorriso e con il coraggio di un leone.

Ciao Marcello ho avuto la fortuna di conoscerti e di avere la tua stima e la tua amicizia, come tu avevi la mia stima e la mia amicizia.
Che il sonno della morte ti sia lieve, amico mio, e che lassù tu possa continuare a far sorridere gli angeli.



Orpheus




permalink | inviato da Orpheus il 24/2/2011 alle 14:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa

24 febbraio 2011

Spregevoli ipocriti: gli "inchini" della sinistra ai più spietati tiranni mondiali


Prodi e Napolitano ricevono con tutti gli onori Omar al-Bashir incriminato per genocidio

Sempre Prodi con quel "buontempone" di Ahmadinejad che ha l'hobby di far tortura e impiccare i dissidenti e gli avversari politici e lapidare le adultere.

Assistere all'ennesimo avanspettacolo di moralismo e doppiopesismo della sinistra non so quanto possa essere esilarante, ma sicuramente è disgustoso.

Loro se la cantano e se la suonano e non potendo nascondere che, con i peggiori dittatori e GENOCIDI del mondo, sono stati "culo e camicia" ricorrono al loro status per nascita, direttamente impartitogli dal Supremo, di Esseri "antropologicamente superiori".
Gheddafi è diventato un "tiranno sanguinario e genocida" e Berlusconi, orrore!!!!...il suo lacchè.
Quando invece erano loro a genuflettersi davanti al leader libico, Gheddafi era un amico, un caro amico 
supportato ed aiutato nel riportare la Libia nella comunità internazionale. Non hanno problemi a stringere mani grondanti sangue, si sa sono mani "antropologicamente superiori" le loro, autopulenti e anti-macchia.
Altrimenti ci sarebbe da chiedersi come si possa stringere quelle di Al-Bashir e Ahmadinejad, quelle del compagno Fidel e degli assassini Hezbollah.
Quando il genocida sudanese fu accolto con tutti gli onori da Prodi&C. Amnesty e tutta l'Europa protestarono.
La politica estera italiana è ancora una volta al centro della bufera. Stavolta a finire sul banco degli imputati è il presidente del Consiglio Romano Prodi (e anche quello della repubblica Giorgio Napolitano) per l'accoglienza con tutti gli onori riservata al presidente golpista della repubblica islamica del Sudan, Omar Hassan el Bashir, da ieri notte in visita ufficiale nel nostro paese. Ad aprire le ostilità contro la scelta italiana di ricevere un dittatore che molti vorrebbero davanti al tribunale dell'Aja per i crimini contro l'umanità sono stati 25 deputati inglesi e francesi al parlamento europeo che hanno scritto una pesante lettera aperta allo stesso Prodi. E ieri la polemica era stata ripresa anche da Amnesty international, per una volta non strabica nelle proprie denuncie contro chi viola i diritti umani. Oggi poi l'International Herald Tribune dava molto risalto a questa polemica in un articolo intitolato "La visita in Italia del leader del Sudan fa crescere la preoccupazione internazionale".

Ma il vero sconcio, non è il doppiopesismo della miserrima sinistra italiana a cui siamo abituati,  è che si parla del "baciamano di Berlusconi" e non delle NAVI DA GUERRA IRANIANE entrate nel mediterraneo e in "visita amichevole" alla Siria. Non si fa nemmeno cenno alle spaventose conseguenze a cui ciò potrebbe portare.
E non si proferisce sillaba sulla deriva integralista che ha alzato la cresta nei paesi "liberati", e non si fiata nemmeno in questo caso, delle gravissime ripercussioni che ciò potrebbe significare per l'Occidente, tanto per gradire chiusura del Canale di Suez.
Si piccano per le "200 ragazze islamizzate" a Roma e non gliene frega nulla se "fondamentalizzarsi" sarà l'intero Maghreb. Più idioti di così!!!
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra ahmadinejad al-bashir

permalink | inviato da Orpheus il 24/2/2011 alle 12:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

20 febbraio 2011

L'ultima della Turchia: TROPPI cristiani in Europa!


Le
parole esatte di Alì Babacan vicepremier turco, ospite al Wef di Davos rammaricato per l'assenza di progressi nel processo di entrata della Turchia nella Ue, sono: “Una delle ragioni principali per cui la Turchia non può diventare un membro dell’Unione europea è che questa è diventata un club cristiano, ripiegato su se stesso. Ai nostri occhi è molto pericoloso” ha sottolineato Babacan, aggiungendo che: “la politica delle porte aperte non esiste più. Abbiamo sempre creduto che l’Unione europea fosse un grande progetto di pace, poi il processo di allargamento si è semplicemente bloccato”.
Per colpa di quei "cristianacci" che nei loro Paesi vogliono continuare a professare il LORO CREDO e l'impudenza di non voler saltare in aria in nome di Allah quando prendono il treno o la metro per andare a lavorare (Londra, Madrid docet).
E magari desiderano non leggere di fanatici religiosi indottrinati nelle moschee o nelle scuole musulmane (che abbiamo permesso costruissero a iosa) che confezionano bombe fai-da-te in cucina per ridurre a brandelli i "porci cristiani" e conquistarsi le 72 vergini in paradiso.
Quanto poi a come sono trattati i cristiani nel "tollerante" Islam, non passa giorno che uno di loro non sia perseguitato, costretto ad abbandonare casa e averi, sgozzato o fatto saltare in aria in qualche paese musulmano.
E ai NOSTRI OCCHI anche questo è MOLTO PERICOLOSO.
Posso suggerire una proposta a Babacan che risolverebbe questo "guaio" dell'Europa "troppo" cristiana: decapitare il  30% dei cristiani e sostituirli con musulmani di fede provata.
Ma quando APRIRANNO gli occhi i politici, la Chiesa e tutti coloro che appoggiano questa follia multiculturalista, non vogliono convivere con noi, ma invaderci con le nostre leggi e sottometterci con le loro!
(aggiungo una chicca su Barack Al-Obama: Babacan ordina e Barack OBBEDISCE).
Siamo messi bene la barbarie medievale è alle porte.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Turchia Ue

permalink | inviato da Orpheus il 20/2/2011 alle 19:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa

19 febbraio 2011

Questo processo non sa da fare: prescrizione alle porte per gli imputati di sinistra della Missione Arcobaleno


Altra pecurialità della giustizia italiana, che la rende unica e singolare e se non la peggiore al mondo, poco ci manca, è la doppia velocità dnei tempi d'attuazione: da missile di Cape Canaveral quando si tratta di Berlusconi a paralitica senza sedia a rotelle, se tocca le alte sfere della sinistra.
La "missionopoli", scandalo a tutto tondo dell'onestina e adamantina sinistra,  pufff...è svanito nel cestino MOLTO capiente, quando si tratta di loro, dell'occultamento mediatico e della prescrizione.
Dopo 11 ANNI, dicasi 11 anni NON C'E' ANCORA STATO UNO STRACCIO DI PROCESSO per le ruberie dell'allora entourage dalemiano, che ha lucrato sulla pelle e sulla sofferenza di un popolo piegato e affamato dalla guerra. La prima udienza, essì la prima dopo 11 anni, si terrà a inizio maggio.
Diciasette imputati fra cui l' ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri, Franco Barberi,  vulcanologo amico di D'Alema , all' epoca dei fatti capo della Protezione civile, accusato insieme ai "compagni di merenda" di associazione a delinquere.
La prima udienza è stata rinviata sette volte in due anni e ora c'è il "rischio" che il fascicolo passi a Roma, dove si ricomincerebbe daccapo, ovviamente tutto questo a pochi mesi dalla prescrizione!!!
E che bisogno ha la sinistra delle "leggi ad personam" quando si avvale in tutto il territorio italiano della "magistratura ad personam"?
Quando leggo queste notizie, occultate o insabbiate, come sempre succede con i processi che riguardano la sinistra, mi dico che non posso che scegliere il "male minore" e cioè  i "puttanieri" che lo sono apertamente, agli onestini che nascondono sotto il tappeto, le loro RUBERIE a danno, come nel caso della Missione Arcobaleno, di uomini, donne e bambini vittime di guerra.
Orpheus


19 febbraio 2011

Magistratura rossa...e in rosa


La trave (rosa) è conficcata nel globo oculare italico, ma tutti guardano la pagliuzza, oramai persi nell’allusione da caserma o nell’ipocrisia da santuario. Che siano tutte donne, i cinque magistrati da cui dipende l’ennesima azione penale contro Silvio Berlusconi, è significativo, ma non scandaloso. E’ scandaloso, invece, che siano cinque colleghe. Non farci caso significa essersi rassegnati a rimanere un Paese incivile. La colpa di questo scandalo ricade, certamente, sulla corporazione dei magistrati, avversaria d’ogni riforma seria, capace di farci somigliare ai sistemi giudiziari che funzionano, ma la responsabilità ricade per intero sulle spalle del legislatore, che da lustri cincischia, parla, non conclude e se la fa sotto. Anzi, da ultimo, per mostrarsi equanime, s’è messo a sbracare anche verso la corporazione (nemica del mercato) degli avvocati.

Famiglia (allargata) Cristiana vede nelle toghe al femminile una “nemesi”.
Pensiero sottile e allusione raffinata: dato che ti accusano di puttaneggiare, beccati la vindice severità delle donne.
Ora, per la verità, sarebbero donne anche le mondane, molte delle quali dotate di sincera vocazione. Ma questo è un dettaglio. Il fatto è che incaricare un collegio giudicante della “nemesi” equivale a insultarlo, disprezzandone la serenità, svillaneggiandone la preparazione giuridica ed esaltandone il ruolo storico e sociale. A questi forsennati del giustizialismo (a senso unico) è forse inutile far notare che dove la giuria è popolare, come negli Stati Uniti, dove, quindi, esprime il sentire comune, la difesa ha il diritto di scartare dei giurati, considerandone la possibile prevenzione contro l’imputato. Da noi, invece, il giudice dovrebbe dar voce alle leggi, sicché si può ricusarlo solo in determinate condizioni d’incompatibilità. Il fritto misto dei due sistemi è indigeribile, oltre che incivile.

Detto ciò, sarebbe sciocco non volere notare quel che occhi non prosciuttati vedono con chiarezza: la giustizia si sta femminilizzando. Nella quarta sezione penale del tribunale di Milano c’è un solo magistrato maschio, ed è donna anche la responsabile della cancelleria. Possiamo, se volete, raccontarci la favoletta che così s’è agguantata la vera parità fra i sessi, ma se non vi sentite pronti per il festival della falsità sarà meglio dirsela tutta: la magistratura si tinge di rosa per la stessa ragione per cui si riempì di meridionali, perché è una carriera burocratica e garantita, non esposta alla competizione qualitativa e una buona alternativa all’assenza di mercato professionale. Non è affatto un caso che le tre giudici siano coetanee, siano entrate in magistratura lo stesso anno e contemporaneamente siano arrivate all’attuale incarico, al punto che il compito di presiedere deve essere assegnato per anzianità di nascita, calcolata in settimane. Tanta uniformità non è il baluardo dell’indipendenza, ma la fortezza della mediocrità. A questa si aggiunge il più macroscopico sfregio: la colleganza fra accusatori, giudici dell’indagine, giudici di merito, giudici del ricorso e giudici della procedura. Ma, lo ripeto, il compito di porre rimedio è del legislatore, perché l’autoriforma è una via di mezzo fra la presa in giro e il trionfo corporativo. Se i parlamentari continueranno a piegarsi ai ricatti, supponendo di salvare così la pelle di qualcuno e offrendo in cambio la collettiva dannazione di un Paese senza giustizia, non avranno che i frutti di sempre: la peggiore giustizia del mondo e anche una collezione di condanne penali. Giuste o ingiuste, a quel punto, sarà irrilevante.

Davide Giacalone

Interessante articolo di Giacalone che pone in evidenza il livello di stortura, abnorme del nostro sistema giudiziario, ormai diventato il "posto sicuro" dove poggiare le chiappe senza meriti e senza alcuna fatica. Che ciò succeda in ambiti lavorativi meno impegnativi, come succede in tutte le strutture statali, è già grave, ma che la Giustizia si sia piegata a tale logica è veramente un disastro per il Paese e per il singolo cittadino.
Assistiamo, come nel caso di quest'ultimo processo a Berlusconi a veri e propri sfregi costituzionali e abusi di potere, sostanzialmente perchè i magistrati NON hanno alcun controllo e non pagano mai per i loro errori (per non parlare poi, degli SPRECHI ingiusticati che gravano sui contribuenti).
Possono permettersi tutto e anche di più, compreso interpretare la Giustizia e USARLA per fini politici. Sono ormai una scheggia impazzita che travolge il vivere civile e la democrazia, quando vogliono sostituirsi alla volontà popolare.
Questa processo è una barzelletta, ma potrebbe far cadere il governo,  fra un anno, due o tre, si risolverà in nulla, perchè basato su "fuffa"  di nessun valore penale, e le cinque campionesse, lungi dall'essere penalizzate, per il DANNO al Paese, faranno anche carriera!
Ma questa è GIUSTIZIA! Ma che non ci facciano ridere, proprio quelli che dovrebbero applicarla, sono quelli che più la gabbano.
Orpehus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Processo Berlusconi

permalink | inviato da Orpheus il 19/2/2011 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

12 febbraio 2011

Porci senza ali domani in scena


Squillino le trombe e trombino le squillo! Domani grande spettacolo lor signori, della sinistra moralista ad un tanto al chilo, impegnata a scartamento ridotto, indignata a senso unico e manco alternato. Domani manifestazione per la "dignità" della donna minacciata dall'Impero Arcoriano della Lussuria a pagamento, contro il corruttore e unico  fruitore del sesso a pagamento d'Italia, nonchè dittatore, mafioso, evasore, nano, imbonitore, prestigiatore, venditore di tappeti e chi più ne ha più ne metta, Silvio Berlusconi, colui che è "colpevole" unicamente d'intralciare fin dal 1994 i sogni di potere della sinistra italiana.
La solita farsa ipocrita portata avanti da ex-sessantottini favorevoli al sesso libero, alle coppie aperte, ai transex, ai gay, all'amore di gruppo, alla droga a gogò, quelli che una volta si fregiavano del titolo di "progressisti" e che in questo caso vestono i panni dei puritani d'antan.
Indignati per "mignottopoli" loro che le mignotte vere e proprie le hanno portate in Parlamento, certo come "provocazione", ma loro "provocano" bene e razzolano male.
Fa venire la nausea questo rigurgito gigantesco del più fetido bigottismo, quello ipocrita di chi in gioventù ne ha fatte di tutti i colori e adesso sale sul pulpito a parlare di "dignità" della donna.
Esempi di morigeratezza e serietà che a 15 anni già calcavano il palcoscenico e riscaldavano il letto di chi le aveva "lanciate" o che sono andate avanti a "tette e culo" in bella mostra.
Le ambre, le isabelle e company, novelle e improvvisate castigatrici di costumi e di "scostumate" che a vederle parlare di dignità della donna, fa venire il latte alle ginocchia anche ad una giraffa.
E poi le intellettualoidi quelle che amano i peni circoncisi, e i "porci con le ali", quelle che mettono in copertina culi in minigonna, senza nemmeno la testa (tanto i lettori dell'Unità manco ce l'hanno), perchè in questo caso l'uso del culo di una donna é "pertinente". Chissà l'avesse fatto Il Giornale, cosa avrebbe detto "sconcita cocorita"!!!
Domani andrà in piazza chi la dignità della donna la usa come carta igienica, salvo quando la può impiegare come manganello contro Berlusconi. Perchè va anche aggiunto, che questi paladini della "dignità" sono anche quelli che scendono nei fiumi a favore del burqini, che definiscono il velo integrale un simbolo di cultura dell'islam, l'infibulazione accettabile basta che non sia "cruenta".
Ecco, credo proprio che questa gente abbia un'idea confusa, ma molto confusa sulla Dignità della Donna.
Personalmente la mia dignità non viene lesa, da quattro escort che si prostiuiscono per fare la bella vita, è il mestiere più antico del mondo, puttane e puttanieri, sono speculari e hanno la stessa moralità, ma mi sento profondamente offesa da chi strumentalizza questo tema delicato che include anche i maltrattamenti e le violazioni dei diritti basilari, che ledono realmente e gravemente la Dignità di noi Donne.
Orpheus





permalink | inviato da Orpheus il 12/2/2011 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

8 febbraio 2011

La barbarie islamica contro i cristiani non può essere più ignorata


Una cristiana serba uccisa dai musulmani perchè era una cristiana.
In questa foto non c'è solo la barbarie di esseri che nulla hanno di umano, ma anche l'odio e il disprezzo senza limiti che nutrono contro i cristani: bestie immonde da massacrare.
So che queste foto sconvolgono chi le vede, ma sono il metodo migliore per dare una scossa a chi ancora si trastulla con il sogno suicida del multiculturalismo, del "volemose tutti bene", delle religioni tutte uguali!
I cristiani nei paesi a maggioranza musulmana sono perseguitati e trucidati in modi barbari, e i governi di tali paesi, fanno finta di nulla. Di fatto permettono tali barbarie, per le quali non paga MAI nessuno.
E meglio non si comporta l'Occidente in blocco che TACE davanti ad ogni ignominia: davanti ai martiri cristiani rapiti e sgozzati dall’integralismo islamico e indù, davanti ai missionari e alle missionarie sempre più in pericolo di vita, davanti al calvario dei cristiani in Iraq, ridotti ormai ad un terzo, vittime delle violenze, intimiditi dalle minacce, costretti a scappare dalle loro case dall’intolleranza islamica, davanti alle stragi come quelle che recentemente hanno insaguinato l'Egitto, particolarmente significative per le modalità con cui sono state perpetrate.
Abbiamo un DOVERE: difendere i perseguitati cristiani nel rispetto dei DIRITTI UMANI e abbiamo anche un MEZZO:chiedere che sia RISPETTATO il principio di reciprocità, concedere quindi il diritto ad esercitare il proprio credo SOLO se nel Paese corrispettivo, vi è TALE libertà. Meglio ancora che venga tenuto conto di tale principio nella selezione dell'immigrazione.
Una volta il cardinale Biffi disse una cosa giusta, che suscitò molto scalpore. Affermò che lui aveva solo il compito di evangelizzare gli emigrati islamici in Italia, lo stato aveva il compito di selezionare le migrazioni. Sulle coste siciliane troveremo sempre dei centri della Caritas per l’accoglienza. Ma ciò non toglie, anzi postula, che lo stato predisponga una politica delle migrazioni improntata anche alla reciprocità.

Tutto ciò è rimasto "lettera morta" e noi ci stiamo riempiendo di moschee, permettiamo riti barbari come la macelalzione halal, la poligamia, la segregazione delle donne e persino, c'è chi trova giustificazioni culturali all'infibulazione, e dall'altra parte, i cristiani vengono quotidianamente massacrati. E come se ciò non bastasse, importiamo fanatici che ci odiamo SOLO perchè siamo cristiani.
Orpheus




permalink | inviato da Orpheus il 8/2/2011 alle 18:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa

3 febbraio 2011

Diamo il "benvenuto" al prossimo "Ahmadinejad" egiziano


Il mondo è preoccupato per la sanguinosa rivolta in Egitto, ma lo sarebbe ancor di più se si rendesse nota una ricerca del Pew Research Center, stilata nel dicembre 2010, che fa presagire un probabile scenario di tipo iraniano per un Egitto, con tante pecche, ma fin'ora non in mano agli integralisti.
La ricerca fornisce un accurato e interessante spaccato delle diverse società musulmane nel mondo, e in particolare, dimostra che i musulmani d'Egitto (il 90% della popolazione) sono orientati verso l'islam più brutale e retrivo.
L’85% degli intervistati afferma che la teocrazia è una cosa buona e giusta, un dato allarmante se si considera che tre quarti dei musulmani egiziani intervistati é a favore dell’introduzione della lapidazione per reati di adulterio. Non solo, ma la stessa percentuale si dice favorevole all’introduzione di frustate sanzionatorie e del taglio delle mani per i reati di furto, giungendo fino a considerarsi a favore, sempre per tre quarti, alla pena di morte per il reato di apostasia, ovvero per chi "osa" abbandonare la religione islamica. 
Se possibile i risultati dello studio si fanno più foschi quando prende in esame l'orientamento dei musulmani egiziani nei confronti dei movimenti islamisti e terroristici come Hamas, Hezbollah e Al Qaeda. Su Hezbollah un terzo dei musulmani egiziani intervistati considera l’organizzazione libanese favorevolmente, ad  Hamas è favorevole Il 49% e dulcis in fundo Al Qaeda e Bin Laden contano rispettivamente il 20% e il 19% di "ammiratori".  Infine vale la pena infine ricordare quel 54% di egiziani che si definiscono favorevoli all’introduzione a forme di discriminazione di genere in Egitto.

L'unica conclusione che se ne può tirare è che l'Occidente rimpiangerà Mubarak, e lo rimpiangerà anche "Barack al-Obama" che ha tanta fretta di scaricare l'anziano presidente egiziano (e mi piacerebbe sapere perchè).
Ma soprattutto lo rimpiangerà il popolo egiziano, che si vedrà catapultato in un mediovevo di orrori, miseria, tirannia come già è successo al popolo iraniano.
Potrò sbagliarmi, ma in questo momento i Fratelli Musulmani già cantano vittoria, e l'avranno con un El Baradei sempre pronto a flirtare con Teheran.
E intanto l'Iran lancia un appello per l'unità islamica del MO, e si può star certi che troverà chi lo accoglierà. Evidentemente Obama é all'oscuro di tutto ciò.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. crisi egitto integralisti obama

permalink | inviato da Orpheus il 3/2/2011 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

1 febbraio 2011

E i PM "commissariano" la Democrazia


Solo in uno stato di polizia avviene che la sede di un giornale sia perquisita, stessa sorte per la giornalista Anna Maria Greco, "rea" di avere scritto un articolo su certe vicende piccanti di Ilda Bocassini (per altro note in certi ambienti a Milano) e tsottoposta anche ad una perquisizione corporale.
"Per l’ennesima volta la casta dei magistrati mostra il suo volto violento e illiberale" è il commento di Sallusti, direttore de Il Giornale. "La perquisizione nell’abitazione privata della collega Anna Maria Greco, autrice dell’articolo che conteneva sentenze pubbliche del Csm, non solo è un atto intimidatorio, ma una vera e propria aggressione alla persona e alla libertà di stampa. Stupisce che soltanto le notizie non gradite ai magistrati inneschino una simile repressione quando i magistrati stessi diffondono a giornalisti amici e complici atti giudiziari coperti da segreto al solo scopo di infangare politici non graditi".
Quello che succede al Giornale è semplicemente inaccettabile per chi crede nella Democrazia e si spera che i paladini in pectore, che un giorno si e l'altro anche,  si sgolano per libertà di stampa, in questo caso specifico, non si ritrovino affetti da una "strabica" afonia. Altrimenti sono solo "pagliacci" (virgolettato per non offendere la categoria), che usano un diritto inalienabile per i loro sporchi giochetti politici.
In un paese dove le procure sono un colabrodo e il segreto istruttorio è il segreto di Pulcinella, tanta "solerzia" da parte di certi pm è veramente sospetta.
Non è che per caso "toccare" un pm, è diventato più pericoloso che rubare a casa di Totò Riina?

sfoglia
gennaio        marzo