.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

31 ottobre 2010

Abbiamo un regime


E tanto perchè piove sempre sul bagnato e cioè piovono indagini e avvisi di garanzia, esposti e condanne solo sull' informazione vicina al centro- destra, ecco una chicca, che se non fosse l'ennesimo VERO bavaglio, ci si potrebbe sganasciare dalla risate, ma c'è poco da ridere in un paese dove la magistratura tenta di mettere il bavaglio all'informazione, e nessuno fa una piega. Anzi, nemmeno viene dato risalto a notizie come questa.
Paolo Berlusconi è indagato, dal pm Maurizio Romanelli, non solo per ricettazione e millantato credito ma anche per concorso in rivelazione e utilizzazione del segreto d'ufficio, in "qualità di editore del quotidiano 'il Giornale" che il 31 dicembre 2005 pubblicò la conversazione intercettata tra Fassino e Consorte nonostante fosse coperta ancora da segreto istruttorio.
Quello che fanno tutte le gazzette di sinistra sistematicamente, per non parlare di Tele Kabul, Anno Zero, Ballarò....quello su cui ormai si basa, l'informazione in Italia sia che si tratti della Banca di Fassino e Consorte, sia del caso di Erba, che recentemente il caso della povera Sarah...
E vai con le "ruspe" rosse Panorama, Libero, Il Giornale, tutto è lecito pur di zittire la parte d'informazione che rappresenta la MAGGIORANZA in questo paese.
E poi il conflitto d'interessi ce l'ha Berlusconi...
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. paolo berlusconi

permalink | inviato da Orpheus il 31/10/2010 alle 19:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa

31 ottobre 2010

Comunisti dentro


Hanno cambiato logo e immagine, dalla falce e martello, al simbolo tricolore con tanto di rassicurante ramoscello d'ulivo, ma sono comunisti dentro, e di democratico hanno solo il nome, per il resto sono comunisti, della peggior specie, perchè anche IPOCRITI. 
Vogliono eliminare qualsiasi voce contraria che non si unisca alla sinfonia delle loro gazzette e dei loro programmi antiberlusconiani. Tacitare e censurare chi, nel pieno diritto concessogli dall'art. 21 della Costituzione Italiana (quella con cui si riempiono la bocca ma si puliscono le natiche) esprime le proprie opinioni, anche se uniche, in un panorama di giornali dediti alla denigrazione sistematica di Berlusconi, è un metodo praticato a Cuba e in Cina.
Leggere qui per credere, a che livello illiberale e antidemocratico sono arrivati i "democratici" piddini.
In sintesi
il Pd ha scoperto, dopo una seria e approfondita indagine, che il Gior­nale simpatizza per Silvio Berlusconi e sostiene la sua azione di governo. La pro­va? A volte, nei titoli, "lo cita in modo confidenziale col nome di battesimo".
La cosa è grave al punto che i verti­ci del partito hanno deciso di inoltrare un esposto al Garante delle comunica­zioni, chiedendo di aprire un'indagine e adottare le sanzioni conseguenti, non esclusa la chiusura della testata.

Il docu­mento, quattro cartelle su carta intesta­ta del Pd, è firmato da un vero democrati­co, l'ex ministro e attuale responsabile dell'informazione, Paolo Gentiloni Sil­veri, già cofondatore negli anni Settanta del Partito di unità proletaria, na­to da una scissione del Pci ritenuto all' epoca poco comunista. Gentiloni non è certo l'unico a essere passato dalle barricate di piazza contro il potere borghese ai lauti stipendi dei governi borghesi.

La sua rivoluzione l'ha baratta­ta con ­quindicimila euro net­ti al mese dello stipendio di de­putato, il doppio cognome l'ha tenuto come vezzo, così come ha diretto una rivista ecologica di sinistra ( La nuo­va ecologia ) ovviamente paga­ta con i contributi pubblici. In sostanza, da buon comunista, non ha quasi mai guadagnato un soldo che venisse dal mer­cato ma si è fatto sempre man­tenere dai contribuenti. Per Gentiloni il fatto che un giornale scriva bene di Berlu­sconi e male della sinistra è inammissibile: "A giudizio del­lo scrivente- si legge nell'espo­sto - la condotta ascrivibile al­la direzione del quotidiano Il Giornale configura in tutta evi­d­enza una fattispecie di soste­gno privilegiato al presidente del Consiglio... il quotidiano ha giocato un ruolo di soste­gno sistematico alle posizioni del premier ma di attacco con­tinuato alle posizioni dei sog­getti politici considerati quali suoi avversari... per tutto que­sto si chiede a codesta autorità di aprire una istruttoria...".
Inammissibile appunto una voce fuori dal coro, subito un bel BAVAGLIO.
Inammissibile  che dei giornalisti la pensino cone Berlusconi e che lavorino nell'unico giornale dove possono esercitare la propria libertà d'espressione.
Inammissibile che ci sia chi voti Berlusconi e VOGLIA leggere un giornale o al massimo due che non gettino fango sul Premier e discredito sull'azione di Governo. E pazienza se sono la MAGGIORANZA  degli italiani. Perchè per i comunisti è la DEMOCRAZIA stessa ad essere inammissibile!!!
Di questo passo, prossimamente il PD
chiederà l'interdizione dal voto per i tredici milioni di ita­liani che alle ultime elezioni hanno messo la croce sul sim­bolo del Pdl. Per i tre milioni di disgraziati corrotti e prezzola­ti che alle recenti europee han­no osato addirittura scrivere sulla scheda il nome di Silvio Berlusconi come candidato preferito, Bersani farà un espo­sto in tribunale (i pm amici non gli mancano) per chieder­ne l'arresto.
 E' vero che Silvio Berlusconi ha un enor­me conflitto di interessi, ma nel senso che ha gli stessi inte­ressi del 35 per cento degli ita­liani. Si chiama democrazia e lei, caro Gentiloni Silveri, non può farci nulla. Si rassegni e cerchi almeno di essere un po' meno ridicolo.

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. censura rossa

permalink | inviato da Orpheus il 31/10/2010 alle 18:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

25 ottobre 2010

Bertolaso salvaci tu!


Quando l'emergenza si fa dura, i duri tornano a giocare, ossia a Bertolaso è nuovamente toccata la "patata" bollente dei rifiuti campani.

Ci sono da fare alcune serie riflessioni su questo "problema", che problema non dovrebbe essere se gli amministratori locali, invece di rigirarsi i pollici a uso e consumo della camorra, facessero quello per cui sono stati eletti: il loro dovere di istituzioni.
Si, perchè non è colpa del governo, la situazione caotica e da terzo mondo che puntualmente si verifica in Campania. Proprio no. E' colpa di chi localmente non sa o NON VUOLE gestire il problema.
C'é un unico modo per non essere sommersi dalla monnezza, mettere in essere, e far funzionare la raccolta differenziata. In tutto il nord, la popolazione è stata educata a questa pratica di CIVILTA'. Perchè al sud, no? Soprattutto in quelle amministrazioni della sinistra "progressista", "perbenista" ed "ecologista"?
Perchè la Russo Jervolino invece di
gracchiare castronerie inimmaginabili, non ha fatto quello che fanno e hanno fatto i sindaci di paesi e città del nord?
Come si può definire una popolazione "normalmente serena", bande di delinquenti che da domenica ad oggi hanno ferito agenti delle forze dell'ordine, distrutto undici automezzi per un ammontare di 2 milioni e 170mila euro, mandato all'ospedale cinque  5 autisti e SEQUESTRATO gli altri per un totale 13.500 ore di straordinario da corrispondere. SEQUESTRATO, lo ribadisco.
Questa è la "POPOLAZIONE SERENA" della Jervolino? ma chi vuole prendere in giro?

Mancano i soldi? Vogliamo parlare degli sprechi e della voragine di bilancio campana e della mancanza di volontà, nonchè delle responsabilità, per le quali non viene attuata la differenziata?
La puzza della mano della camorra in questa vergognosa faccenda arriva fin qui, eppure al naso di Rosita, NO. Come mai? C'è da chiederselo o no?
Però se Bertolaso è chiamanto a risolvere l'emergenza, ovviamente con deroghe e scappatoie, si alzano gli scandalizzati di turno. Gli si fa le pulci, lo si attacca su tutti i fronti, anche quello privato (giusto perchè qualche schizzo di fango arrivi fino al Governo).
E anche i magistrati che dormono fra due guanciali, su altre questioni ben più losche, nel caso dei collaboratori di Bertolaso, sono stati presi dal sacro fuoco del rispetto della legge.
Quanti erano stati messi al lavoro per sgomberare le strade dal pattume e ficcarlo da qualche parte si sentivano per telefono, non immaginando di dover procedere a pizzini, e si dicevano che nella tale discarica c’era ancora possibilità di operare, c’era ancora posto, quindi di procedere. Ma la discarica in questione aveva superato i limiti previsti dalla legge, quindi quei signori sono stati perseguiti come delinquenti. (leggi QUI)
Essì i veri delinquenti sono "cittadini sereni", e chi aiuta la popolazione nell'emergenza causata da incacità nel migliore dei casi, quando non connivenza con la camorra,  è un delinquente.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bertolaso emergenza rifiuti

permalink | inviato da Orpheus il 25/10/2010 alle 17:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (38) | Versione per la stampa

19 ottobre 2010

Dove sono i paladini della libertà d'informazione? Tutti a dormire?


E' interessante notare come funziona in Italia la "legge" e l'informazione (che il vulgo vuole in mano al dittatore in pectore Silvio Berlusconi). Non solo, ma anche come e quando viene "difesa" la libertà d'informazione, reclamata a gran voce solo quando qualche pennivendolo della sinistra viene querelato a fronte di articoli diffamatori e inconsistenti.
Dopo Libero e il Giornale, adesso é  Panorama, ad essere indagato e perchè?
Un finanziere
è stato arrestato e messo ai domiciliari su ordine della magistratura di Milano, per una serie di accessi non autorizzati, agli archivi informatici delle Fiamme gialle. Il finanziere, secondo l’accusa, avrebbe fornito informazioni ri­servate a un giornalista. E chi é questo "famoso" giornalista? Ma ovviamente Giacomo Amadori di Panorama, che ha pubblicato un articolo su Rinaldo Arpisella, dove rivela le minacce ricevute da costui.
Quando si dice la "coincidenza"!!!! E non solo che efficienza a orologeria,
un anno dopo i fatti con­testati e giusto nella settimana in cui Amadori è uscito con il suo scoop.
In un paese dove le procure sono dei colabrodi, da cui buchi esce di tutto, faldoni, verbali d'interrogatorio, trascrizioni d'intercettazioni, prima ancora che gli intercettati ne siano messi al corrente, il povero finanziere, reo di aver spifferato alla parte politica sbagliata, rischia la galera, mentre tutti gli altri spifferatori, dalla parte politica GIUSTA, la fanno franca, in barba a qualsiasi principio etico, legale e di equità. E questa mefitica palude in cui sguazzano procure e gazzette della sinistra, ha un solo scopo: abbattere Berlusconi, con tutti i mezzi, tranne quello previsto in democrazia, IL VOTO. Essì, lì marca male, perchè la maggior parte degli italiani, babbei non sono e sanno valutare CHI manovra l'informazione e la USA per giocare sporco, DOVE stanno i veri conflitti d'interessi, i legami torbidi fra la sinistra, la magistratura e gran parte dell'informazione. E sanno anche, che una parte politica il cui unico progetto comune, è l'antiberlusconismo, non può governare, come l'ultimo governo Prodi ha ampiamente dimostrato.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. informazione magistratura censura sinistra

permalink | inviato da Orpheus il 19/10/2010 alle 10:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa

13 ottobre 2010

E ogni tanto una di loro torna a sorridere


La sua è una storia di ordinaria ferocia nel mondo islamico, ma con un lieto fine, cosa rara.
Aisha, è stata promessa in sposa a 12 anni ad un talebano (che qui qualcuno ha avuto il coraggio di chiamare "studenti di Dio"), a 16 anni è stata costretta al matrimonio, il "marito" era spesso assente, e la famiglia acquisita la trattava come una schiava nel senso letterale della parola, facendola persino dormire in una stalla con gli animali. Ha tentato così di fuggire, scoperta, è stata condannata da un giudice talebano all'amputazione di naso e orecchie. Ad eseguire la condanna, lo stesso "marito", che l'ha poi abbandonata sulle montagne del sud dell'Afghanistan, dove è stata ritrovata in fin di vita e trasferita a Kabul, grazie all'associazione Women for Afghan Women.
Ecco quanto valgono le donne, per i valorosi "resistenti", che il perfido Occidente combatte in Afghanistan.
Il Time dedicò una copertina al suo viso devastato e ora ha ricevuto il premio, l'Enduring Heart Award appunto, che la fondazione Grossman Burn consegna alle donne coraggiose vittime della barbarie umana. E sarà proprio la fondazione californiana a finanziare l'operazione al naso, per adesso, infatti ha solo una protesi.
Ecco, vedere una di queste povere vittime della barbarie islamica tornare a sorridere fa bene al cuore.
Orpheus




permalink | inviato da Orpheus il 13/10/2010 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

12 ottobre 2010

Nel Paese della bugia, la verità è una malattia



Il Giornale è scomodo, lo è, non perchè è il giornale di "famiglia", si sa, tutte le testate hanno un "padrone" sia esso De Benedetti o il PD o gli Agnelli, no è scomodo perchè con i suoi articoli, mette in piazza le porcate, che gli altri occultano, minimizzano, tralasciano, per gli SPORCHI interessi dei loro padrini e padroni.
L'inchiesta di Montecarlo ha dato fastidio a chi sta in alto, a chi vuole un bel governicchio di transizione, con a capo Monteprezzemolo e al suo fianco il fido Fini. Fini dev'essere DIFESO, il Giornale DEVE essere una "fabbrica di fango", e quindi, ecco come "cigliegina sulla torta" l'affaire Marcegaglia pronto, pronto per screditare e far tacere, il Giornale, con una manovra a tenaglia della magistratura e l'attacco di quotidiani che hanno persino pubblicato, nel "caso D'Addario", particolari della vita sessuale del Premier, ergo che prende il Viagra. Buffoni indegni, schifosi ipocriti e servi nell'anima, che vanno nelle trasmissioni a mentire e a fare i moralisti di bassa lega (ogni riferimento a Sconcita è puramente casuale,e all'Avanzo andato a male, anche)
Non esiste nessun DOSSIER, non è mai esistito. Non c'è nemmeno un caso Marcegaglia, che abbia a che fare con Il Giornale, e lei, lo sapeva avendo telefonato a Confalonieri e Confalonieri a Feltri, che lo ha rassicurato in proposito Quindi dov'è il COMPLOTTO? Perchè sono stati mandati 20 carabinieri a sequestrare tutto, e non solo l'ipotetico, INESISTENTE dossier?
E poi da quando un'inchiesta giornalistica diventa un "complotto"? Da quanto cartelline e appunti sono un "dossier"? Da quando scrivere fatti se basati prove, é un REATO?
E perchè il "dossier" pubblicato da IL FATTO, "Quanti guai per l'azienda di Emma la ZARINA" non ha impensierito o fatto gridare allo scandalo NESSUNO???

Malgrado tutto questo, dopo la magistratura, sono partite all'attacco le testate "libere", contro altri colleghi, rei di non essere allineati all'andazzo dell'informazione in Italia. Il cui principale scopo, è insultare, denigrare e gettare fango a piene mani su Berlusconi.
Insomma in Italia o sei antiberlusconiano, e diventi ricco e osannato, o sei un reietto, su cui si possono costruire castelli di menzogne, senza che nessuno si scandalizzi.
Al di là della questione etica, fetida, rimane il fatto, che l'informazione in Italia è ad un livello che trova eguali solo nella magistratura e guarda caso pendono ambedue a sinsitra, come da copione comunista.
Leggersi anche Pansa, uno dei pochi in Italia, che scrive senza padrini e padroni.
Orpheus



8 ottobre 2010

Il "re delle cause perse" e il bavaglio delle "chiese" rosse


Ciò che è successo al Giornale la dice lunga dice lunga, sull'informazione di quale parte politica, pendono bavagli e intimidazioni. Se fosse successo a Repubblica un simile atto di protervia e censura avremmo il popolo viola, quello arcobaleno e quello rosso, imbufalito a gridare al "bavaglio".
Ma è successo al Giornale, quindi i paladini della libera informazione non vedono, non sentono, non parlano come da copione sinistro.
Ma questo non è il solo lato indecente della vicenda, il pm in questione, quello che ha ravvisato il reato di "violenza privata" (roba da far sganasciare anche i polli dalle risate), é Henry John Woodcock, uno che se svolgesse una qualsiasi professione, avrebbe smesso da quel dì di esercitarla.
Ma appartiene alla Casta della magistratura, quindi può permettersi di tutto. Questo signore ha raggiunto la quota di 210 innocenti accusati senza fondamento. Poiché è entrato in magistratura alla fine del 1996, la sua media è stata di 15 infelici cui ha tirato il collo ogni anno, a spese dei contribuenti:
Se un medico avesse un simile primato, avrebbe concluso la sua carriera dopo il primo anno.
Ma é un magistrato. Un intoccabile. Perchè la magistratura, in molti casi è serva della sinistra.
Inoltre, la sua "brillante" carriera è stato oggetto di un articolo di Giovanni Perna sul Giornale il 23 settembre, e guarda la coincidenza, il "dossier (introvabile) Mercegaglia è balzato agli onori della cronaca qualche giorno dopo.
A pensar male si fa peccato, ma difficilmente ci si sbaglia. E quanto costa tutto questo al contribuente?
Quanta ci costa questa giustizia autoreferenziale, politicizzata e scadente? Si perchè la nostra giustizia è ANCHE una delle ultime al mondo.
Questa vicenda è lo specchio di come siamo messi male in Italia a stampa, magistratura e politica.
Perché ora il giornalismo si chiama: dossieraggio, archivi ecartelline che molti gironalisti aggiornano e conservano, diventano “dossier” sulla base del semplice uso che ne fanno e "squadrismo" dell'informazione, ovviamente solo nel caso del centro destra.
Chi invece pubblica solo carte giudiziarie, tipo quei servi di procura che sputtanano a destra e a manca dopo che la magistratura magari ha pure assolto o archiviato, ecco, loro invece sarebbero dei giornalisti investigativi. Questo è il metodo travaglio, il favoloso marconiglio, su cui nessuno fiata.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Giornale censura Woodcock

permalink | inviato da Orpheus il 8/10/2010 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa

7 ottobre 2010

Le VERE vittime della società


Rubi è colpa della società, ti droghi dei genitori, massacri di botte, stupri,  ammazzi sei infermo o semi-infermo o quasi infermo o momentaneamente infermo di mente e se non lo sei, comunque in galera ci stai  poco perchè DEVI essere recuperato.
Per “Caino” tutte le giustificazioni, le scappatoie sono a portata di mano, il più sfrenato garantismo è il vessillo alzato da un’ ideologia post-sessantottina, che  ha ribaltato i ruoli trasformando i carnefici in vittime.
E così la giovane Sarah  ha pagato con la vita, vittima in primis di una società incapace di difendere i più deboli, gli inermi, ma che al contrario, troverà il modo di non far scontare la giusta pena al mostro che l’ha uccisa e violentata.
Strangolata e VIOLENTATA e poi buttata nuda in un pozzo.
Qualche anno di galera (facciamo una decina), con tv, visite, libri, giornali e qualche drappello di coglioni radicali, che di tanto in tanto visitano le carceri per accertarsi che la feccia della società sia trattata con “i guanti bianchi”.
Poi inizierà la fase del recupero: permessi premio, visitine alla moglie, un po’ di lavoro ma non troppo pesante, e infine un bello sconto di pena. E sto mostro, tornerà a girare per le strade del suo paese.
Sarah no, non tornerà più. Il suo corpo violato e martoriato, finirà in una tomba. Aveva 15 anni, la vita davanti. Ora l’aspetta il buio per l’eternità. Ma il suo carnefice deve essere recuperato. E perchè?
Perchè in nome di Dio?
Perchè lasciargli la vita,  permettergli ogni mattina di godere della luce del sole?  Perchè dopo aver molestato una ragazzina di 15 anni, averla uccisa e stuprata deve godere di un simile privilegio?
E dov’era la famiglia quando questo schifoso la molestava? Perchè nessuno l’ha fermato prima che lui fermasse il cuore di Sarah, per sempre?
L’omertà familiare è ributtante.
Nello stesso giorno, un bambino di tre anni è stato strangolato dalla madre, ed è già pronta la giustificazione “depressione post-partum” (dopo TRE anni!). Questa manco in galera andrà, la attende una bella struttura, dove riposarsi, dipingere e chiacchierare con altri mostri come lei.

Due dati:
Il contesto familiare anche nel 2008 (171 omicidi) e’ risultato dunque piu’ a rischio rispetto alla criminalita’ comune (135 omicidi) ed alla criminalita’ organizzata (128).  In circa un terzo di questi omicidi (56 casi) la vittima e’ il coniuge-convivente; la donna e’ colpita nella maggior parte dei casi, cosi’ come e’ uomo il killer in prevalenza (nell’80% dei casi). Quando la vittima e’ una donna questa quota sale al 92%.
Ora BASTA vogliamo giustizia. Per Sarah, per tutti gli innocenti come lei, immolati sull'altare del più fetido garantismo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giustizia garantismo omicidio sarah

permalink | inviato da Orpheus il 7/10/2010 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

6 ottobre 2010

Fini lo spergiuro


“La famiglia Tulliani, su in­sistenza di Elisabetta, in que­ste ore ha spedito a Montecarlo conoscenti fidati: vuole libe­rarsi della maledetta casa nel modo più indolore.” Non lo scrivono né il Giornale, né Libero, né il Tempo. Lo scrive l’inviato di Repubblica, Corrado Zunino, oggi (qui). Ormai anche Repubblica ha rinunciato a chiudere gli occhi di fronte all’evidenza. Ci resta solo Marco Travaglio, ma la sua cecità sta nel suo antiberlusconismo, e quindi è una cecità sorda alla ragione.

Oggi si avvierà il processo che condurrà alla formazione del nuovo partito dei futuristi. Può essere che oggi, o nei prossimi giorni, Fini decida di lasciare lo scranno più alto di Montecitorio, approfittando di questa circostanza. Fingeremo di credergli per amor di Patria.
Ma non è detto che ciò accada. Se così fosse, dovremmo chiamare d’ora in poi Fini con l’appellativo di spergiuro. Fini lo spergiuro. 

Promise di dimettersi di fronte alla verità scomoda. E la verità scomoda è ormai assodata perfino da Repubblica
Che cosa aspetta ancora? 

Se, infatti, Giancarlo Tulliani fosse innocente, non si terrebbe in clausura il cognato di Fini, si organizzerebbe una bella conferenza stampa e si risponderebbe con parole e documenti. Chi è innocente non ha nulla da nascondere.

Lo sa anche Fini. L’inchiesta giornalistica ha compiuto fino in fondo il suo dovere. Il cerino è passato a Fini che deve decidere se consegnarsi alla Storia come il primo presidente della Camera spergiuro. 

Ormai di macchie sulla sua fedina morale ne ha molte. Forse pensa che averne una in più non gli arrechi quel gran danno che si dice, e così fa finta di nulla allo scopo di arrivare all’apertura della crisi con il potere in più che gli concede la carica istituzionale. Ossia quello di suggerire al capo dello Stato (che è obbligato, aperta la crisi, a consultare i due presidenti d’Aula) di dar vita al governicchio per riformare la legge elettorale in senso proporzionale e tornare così ai riti della prima Repubblica, quando il popolo votava ma non decideva niente. 

Vedremo oggi, quando si avvierà il percorso per la formazione del nuovo partito, e nei prossimi giorni, se Fini avrà ascoltato i consigli di alcuni futuristi e si dimetterà, o se prevarrà in lui la faccia tosta. Sono convinto che non arriverà a tanto. Ma se lo tentasse, la maggioranza ha una sola strada da intraprendere: chiederne a voce alta le dimissioni sia per lo scandalo di Montecarlo (ormai provato) e sia per il doppio ruolo che ricopre di attivo capopartito (addirittura è diventato il principale oppositore al governo, nonostante che gli si dichiari amico). 

Se anche in questo caso le dimissioni non verranno, si dovrà disertare la Camera. Guai a consentire a Fini di arrivare alla crisi di governo con in mano il potere che gli concede l’essere la terza carica dello Stato. 

Se ci si accorgerà che Berlusconi  è ancora stordito dal tubare delle colombe, sarà opportuno che Bossi ci dia una mano e faccia cadere il governo. Anche domani.

Riassunto da Bartolomeo Di Monaco

Ho messo questo pezzo perchè sono troppo stanca per scrivere, ma offre alcuni spunti interessanti e condivisibili. In primis, ormai parlare di Fini è come sparare sulla croce rossa. Fini è fini-to per lo meno nel centro destra, se vorrà cambiare casacca e passare all'opposizione, troverà un posto; nel caravanserraglio della sinistra trovano posto tutti. Sbagliato è lasciare la possibilità a Fini e la sua cricca, più altre cricche, di mettere in essere il loro proposito di ribaltone, con la scusa della legge elettorale.

Hanno già il pupo di pezza, da mettere come specchietto delle allodole pro tempore, lasciare che si organizzino è sciocco. Spero che la Lega, a questo punto, faccia cadere un Governo, ormai infiltrato da traditori.

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fini pdl

permalink | inviato da Orpheus il 6/10/2010 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

5 ottobre 2010

Begum e Noshee schiave nel nostro Paese


Madre e figlia. Begum la prima morta "lapidata" per aver tentato, di sottrarre la figlia al furore omicida del marito, e al medesimo destino di donna "venduta e comprata", come un pezzo di carne, al supermercato degli orrori islamici.
Nosheen, la figlia ventenne, che voleva studiare e innamorarsi e non essere obbligata a sposare un uomo che nemmeno conosceva.
Due vite spezzate, due vite da schiave, e non in Pakistan, dove il martirio delle donne è quotidiano, dove il 70% delle donne è vittima di atroci violenze domestiche che vanno dai pestaggi selvaggi alla tortura, allo stupro, allo sfregio con l'acido, all'essere bruciate vive. No, è successo a Novi nel modenese, in Italia dove la barbarie islamica, sta prendendo piede incontrastata, in nome del multiculturalismo e dell'integrazione.
Ma quale integrazione? Domando ai soloni, che pontificano sull'argomento.
Questi due scarti viventi, padre e figlio vivevano in Italia, da 10 anni. Eppure non hanno esitato a massacrare moglie e sorella.
E mi domando, come sia possibile, che ciò accada.
Perchè permettiamo nel nostro Paese burqa, infibiluazione, poligamia, schiavitù, (macellazione halal), permettiano che esseri umani inermi, vengano trattati  peggio dei nostri animali da compagnia, e che le nostre leggi siano bellamente ignorate.
E pongo anche un'altra domanda "
siamo noi ad avere l'onere d'integrarli o non dovrebbero essere loro a conformarsi alle nostre leggi e alle nostre usanze?
Hamad Khan Butt, non è un clandestino: vive e lavora regolarmente nel nostro Paese come saldatore. Il figlio è cresciuto addirittura qui.
Ma non si sono integrati, semplicemente per­ché non hanno VOLUTO inte­grarsi. I nostri costumi gli fan­no schifo, le nostre leggi gli fanno un baffo.

Non ci sarà nessuna manifestazione per Begum e Nosheen, nessuna maglietta, nè articoli indignati delle femministe d'assalto. Niente, oggi sono state già dimenticate.
Com'è possibile? Perchè NESSUNO protesta, chiede a gran voce la liberazione delle musulmane nel nostro Paese, donne senza difesa e senza giustizia?
Stiamo ancora impantanati in questione di lana caprina, sul burqa e il niqah, il simbolo più atroce della misoginia islamica. C'è qualcuno che li vede come una "bizzarra" usanza, quando non legittima, della loro  "cultura": ma  sotto il velo integrale, c'è il martirio di milioni di donne.
Come dico sempre, se non vogliamo farlo per loro, facciamolo per noi, per le nostre figlie.
Questa gente non vuole integrarsi, non si integrerà mai, e un domani voterà un partito islamico, che imporrà la loro legge, la sharia. Un domani, se non li fermiamo sarà anche la nostra legge. Perchè in democrazia, comanda chi ha la maggioranza.
Ci fotteranno, con le nostre stesse leggi, e i minus abens del multiculturalismo coatto, dell'integrazione inesistente, faranno il mea-culpa. Ma sarà troppo tardi per tutti.

Nosheen andava all'istituto tecnico intabarrata in una veste lunga fino a i piedi e un velo bianco che, le lasciava scoperti solo gli occhi. Questo ha decretato la sua tragedia, e la morte di sua madre. Non voleva vivere come una schiava nel nostro Paese, ma il nostro Paese non ha fatto nulla perchè ciò non accadesse.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Islam italia diritti umani

permalink | inviato da Orpheus il 5/10/2010 alle 15:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

4 ottobre 2010

Scusatemi...


Chiedo scusa a tutti i miei amici e lettori, non ho più scritto e nemmeno avvisato.
Purtroppo sto attraversando un periodo di crisi personale e problemi di vario ordine e tipo, in più la politica, ultimamente mi sembra solo una recita di "marionette", mi annoia, sentire sempre il solito can-can antiberlusconiano e mi nauseano le posizioni di certi esponenti del centro-destra.
Leggi "fini&bocchini, il che unito ai miei problemi, mi ha portato a disertare il blog.
ma non voglio abbandonarlo, e ho intenzione di riprendere.
Un abbraccio caro a tutti i miei amici in particolare a Vittoria e al BaS, che mi hanno indotto, leggendo le loro preoccupazioni a riprendere a scrivere.
Grazie a tutti Mary




permalink | inviato da Orpheus il 4/10/2010 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa

4 ottobre 2010

Siamo tutti "sporchi fascisti"


L'ultimo caso di violenta intolleranza nei confronti di una donna, insultata, buttata per terra e presa a calci perchè leggeva "Il Giornale" , la dice lunga sull'aria ormai irrespirabile che attanaglia in Paese.
Chi legge il Giornale è uno "sporco fascista", chi vota Berlusconi un mafioso e un "piduista", chi difende Bertolaso un "corrotto", chi vota Lega un "razzista". Tutta "feccia" da eliminare, con ogni mezzo, per Salvare il Paese e Consegnarlo nelle Mani, della Sinistra "Dura e Pura", ovviamente, baypassando le urne, perchè democraticamente, ciò non accadrebbe mai.
Questo clima politici e i commentatori di sinistra, ovviamente lo attribuiscono a Berlusconi, la vittima numero di attacchi mediatici ignobili e attacchi fisici antidemocratici e incivili. Al massimo parlano di responsabilità condivise. Ma allora come mai, non è ancora successo, che un lettore di Repubblica, venisse preso a calci? Come mai Prodi, Di Pietro o D'Alema non si sono mai beccati un cavalletto o una stauettta in faccia? Come mai non vengono ripetutamente bruciati gazebo del Pd o dell'IdV?
Come mai non ci sono siti o gruppi che inneggiano e incitano alla morte di rappresentanti della sinistra?
La lista delle violenze contro chi appartiene al centro-destra è molto lunga e articolata, eppure i politici e le anime belle di sinistra, fanno orecchie da mercante. Cincischiano e continuano nella loro campagna d'odio e di demonizzazione dell'avversario politico, da eliminare non con programmi e idee, ma con sotterfugi, ribaltoni e magari anche fisicamente.
Negare, il brodo d'odio in cui ormai, nuota la sinistra (tutta, non più quella extraparlamentare) è indecente, ma anche pericoloso.
Ci siamo già passati, negli anni di piombo, quando per lungo tempo è stata negata la matrice dell Brigate Rosse, che erano "Nere" per il PCI e le sue gazzette. Quando, poi finalmente, si sono accorti, di che razza di delinquenti, militavano nelle file dei comunisti...beh, hanno preso i giusti provvedimenti.
Ma intanto quanti poveri innocenti hanno perso la vita, unicamente perchè "sporchi fascisti"?
Orpheus




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra aggressioni

permalink | inviato da Orpheus il 4/10/2010 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre