.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

30 settembre 2009

La tv dell’intellighenzia di sinistra : sermoncini ipocriti, “puttane" e WC


Immagine dell'amico Berretto a Sonagli
Non so se la folta schiera degli intellettuali radical-chic se ne rende conto, ma nel loro furore  antiberlusconiano sono passati dall’essere i porta bandiera del sesso libero (famiglie gay, allargate, trans gender, omo-bi-trisessuali e chi più ne ha più ne metta) a rappresentanti del più becero e retrogrado puritanesimo, quello delle bigotte di paese. Loro la “crème de la crème” ha un orizzonte che parte dalle prostitute per approdare al WC di Palazzo Grazioli, inserito nell’ennesimo programma antiberlusconiano “Parla con me”.
In questi ultimi giorni le trasmissioni di punta della sinistra “chic” hanno messo in primo piano il “D’Addario gate”; Ballarò ci ha fatto una trasmissione, Santoro ha sviscerato il tema giovedì scorso e per domani  bissa e avrà nientepopodimeno che la D’Addario in diretta TV, ieri sera l’Infedele con lo sputacchiante Gad, aveva come tema “Berlusconi e le donne” che non voleva essere gossip, e in effetti era gossip travestito da  ritratto della società contemporanea dove le donne  sono diventate “oggetti” a causa di Canale 5 e delle Veline. Si vede che Gad ai tempi di “Giovannna Coscialunga”  era assente o ha la memoria corta, ma soprattutto si constata che lo sdegno di Gad é profondo per l’uso mercificato delle donne in tv, ma non gliene può fregare di meno, di quello della carta stampata visto che lui è una firma di Vanity Fair.
Insomma a guardare la tv c’è da rimanere schifati: gabinetti, prostitute e sermoncini ipocriti la fanno da padroni e sempre in prima serata.
Questa è informazione? Boh!
Capisco che non hanno altro al quale attaccarsi e l’ossetto striminzito devono spartirselo in molti, però che fine ingloriosa per i boriosi intellettuali di sinistra, da Pasolini alla D’Addario, dal Capitale a Novella 2000.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. informazione intellettuali

permalink | inviato da Orpheus il 30/9/2009 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa

28 settembre 2009

Souad Sbai: vogliono giudici islamici in Italia


Giudici islamici per omicidi commessi da islamici. In Italia. È questa la richiesta fatta da una convertita all'Islam, durante Domenica 5, trasmissione a cui hanno partecipato anche Daniela Santanchè e Souad Sbai.
La Sbai é imbufalita (e a ragione): "Sono sdegnata. Questa signora italiana convertita da anni all'Islam si è presentata in tv con il velo, copertissima e applauditissima dalle colleghe che ha portato con sé in studio. Si parlava dei terribili fatti di sangue legati all'intolleranza religiosa e lei ha dichiarato con freddezza che servirebbe una corte islamica per tutti i reati che coinvolgono l'Islam".
E perchè no? In Gran Bretagna i tribunali shariatici affiancano già quelli inglesi e le giovani musulmane fino alla terza generazione, vengono giudicate da giudici islamici (sono già arrivati a quota 85 e si può facilmente immaginare con quali risultati).
Le sentenze sono: "Permissive e maschiliste. La donna vale la metà. Quando ci sono maltrattamenti e violenze, i giudici chiamano il marito e gli consigliano solo di fare più attenzione. È una cosa aberrante. Anche nell'eredità la donna ha diritto a un quarto dei beni".
Aberrante é il termine giusto, in nome del politicamente corretto gli inglesi permettono gli abusi più abietti sul corpo delle donne inglesi, si inglesi perchè le ragazze muslmane di seconda e terza generazione sono cittadine inglesi.
A che prò dar loro la cittadinanza in fretta e furia quando poi, di fatto le si condanna alla ghettizzazione, all'estremismo religioso, alla discriminazione più anacronistica e becera?
Anche in Italia dice la Sbai, l'estremismo avanza, il che dovrebbe far ben MEDITARE chi straparla un giorno si e l'altro anche, della cittadinanza come mezzo per favorire l'integrazione. Se gli esempi servono a qualcosa Gran Bretagna, Svezia, Olanda docet...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Tribunali coranici Souad Sbai Italia GB

permalink | inviato da Orpheus il 28/9/2009 alle 21:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa

27 settembre 2009

Avviso



Nei prossimi giorni sono fuori Milano....spero di riuscire ad aggiornare il blog.
Un salutone a tutti
Mary




permalink | inviato da Orpheus il 27/9/2009 alle 22:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

27 settembre 2009

Tunisino massacra di botte un frate capuccino


Un marocchino di 20 anni ha massacrato un frate cappuccino a colpi di bottiglia, infierendo sull'uomo con calci e pugni anche quando era ormai a terra; mentre portava a compimento il pestaggio del povero religioso di 76 anni (e sottolineo 76 anni, nemmeno un briciolo di rispetto per l'età) ha gridato "Allah-akbar".
Ma le menti acute del Corsera e degli inquirenti non ravvedono un movente religioso, evidentemente per  loro"Allah é grande" non è l'invocazione che gli islamici usano in queste e altre occasioni (ossia quando puniscono infedeli, adultere, apostati ecc.), macchè é un  intercalare come un altro, chessò "Perbaccolina" "Acciripicchia" o "Perdindirindina".
 
Pare inoltre che il povero frate abbia negato l'elemosima al marocchino ma il vero movente é l'ODIO contro gli infedeli e più in generale contro gli autoctoni, siamo arrivati al punto che a negare l'elemosina ci infilano un pugnale nel cuore o ci massacrano di botte, che a discutere sul metro ci infilano un ombrello in un occhio. Questo é ODIO. Questo è RAZZISMO. Eppure, nessuna fiaccolata, nessun politico in gramaglie con la faccia compunta e contrita a condannare l'infame gesto.
Per Abba, il ladruncolo ucciso in una rissa c'è stata una levata di scudi nazionale, per il sig.Mariso, per Vanessa e per tutti gli italiani ammazzati dagli immigrati un paio di articoli sui giornali e poi l'oblio. Abba "continua a vivere" un simbolo del nostro PRESUNTO razzismo, questi poverini li seppelliscono in fretta e furia per non smontare l'immagine dell'immigrato buono a cui dobbiamo eterna gratitudine.
Quanti italiani sono stati AMMAZZATI  dagli immigrati? E quanti italiani hanno ammazzato un immigrato? Facciamo un conto e già che ci siamo facciamo anche le dovute proporzioni fra il numero di italiani e quello degli immigrati.

Ora padre Riccardo rischia di perdere l'uso di un occhio ed é fortunato che il marocchino, per giunta clandestino e pregiudicato, non l'abbia ammazzato, com'è successo al povero Sig. Mariso Mordini.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. immigrazione criminalità

permalink | inviato da Orpheus il 27/9/2009 alle 21:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

26 settembre 2009

Come dargli torto?


Renato Brunetta non ha usato mezzi termini mella recente polemica relativa ai finanziamenti del cinema italiani, ha usato il termine “parassiti” e lo sono veramente, per capirlo basta dare un'occhiata alla lista dei film non usciti ma che hanno avuto finanziamenti statali, su ben 212 film finanziati 152 non sono mai usciti nelle sale, tradotto in soldoni sono stati spesi 62.679.200.00 a fronte di nulla.
Dei restanti 60 film solo 13 hanno superato in incassi gli importi finanziati, la maggior parte a fronte di investimenti intorno al milione di euro, hanno incassato qualche migliaio di euro
Uno spreco assoluto, che farebbe schiumare rabbia anche San Francesco, ma non gli elettori di sinistra.
Basta leggere qualche commento sotto l'articolo che ho linkato per capire che sono affetti in modo incurabile dalla sindrome del marito che si evira per far dispetto alla moglie, in ultima analisi da coglieneria senza speranza.
La maggior parte parla di cultura, ma non spiega che cultura infonde un film che nemmeno esce.
Per non parlare della grande cultura de "I fetentoni" (2.000.000 di euro di finanziamento-14.000 euro d'incasso), "Cervellini fritti impanati" (1.200.000-16.000)), "Baruffino Buffone" (1.600.000-non uscito), Branchie (2.200.000-18.000), ce n'è uno "Tornare indietro" che ci é costato un milione di euro e ha incassato 1.600 euro. Scommetto che se faccio uscire il mio filmino delle vacanze incasso di più!

Eppure loro ci credono e a leggere le stupidate che scrivono c'è da sganasciarci dalle risate:
C'é quello che va sull'ecologia e tira fuori l'inquinamento di Milano per arrivare a dire che bisogna investire nella cultura...sigh!!
Quello che si butta sul profondo e dice che i film "non sono patate" che se spendo cento non incasserò 100". Per quelli non usciti ovviamente da la colpa a Berlusconi perchè non siamo in un libero mercato ma nel "mercatino di Arcore" doppio sigh!!!
Quello che che dice che i film non usciti sono degli amichetti dei potenti e che Brunetta ha detto "cazzate grandi come quello che lui crede di essere"...qui la logica difetta un po', ma l'importante é insultare Brunetta, non dire qualcosa di sensato.

Ecco questo é uno spaccato dell'elettorato di sinistra, che invece di far fronte comune nell'interesse di tutti, difende dei parassiti che letteralmente ci fregano i soldi dalla saccoccia. Deprimente.
Magari gli stessi elementi davanti a Striscia s'indignano da morire, per la classica "cattedrale nel deserto" e non capiscono che la logica é la stessa. Un film che non esce o incassa mille euro é come una strada costata alla comunità un milione di euro che non porta da nessuna parte. Uno SPRECO, un furto, una presa per i fondelli.
Come dargli torto, quindi, quando vanno in giro con un cartello al collo con su scritto: "Io sono un coglione".
Orpheus






permalink | inviato da Orpheus il 26/9/2009 alle 21:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

25 settembre 2009

La grande BUFALA...


"Qui non c'è nessun imperatore ma un presidente democraticamente eletto. E noi abbiamo tutto il diritti a essere diversi. Credo che coltivare la nostra diversità sia un modo di aiutare la democrazia".

Diversi da chi?
Da Ballarò (che ha appena mandato in onda una trasmissione di tre ore con gli stessi toni e quasi gli stessi ospiti di Anno Zero)?
Da "Che tempo che fa" con la Littizetto che spara a zero sempre sui soliti noti?
Da "L'infedele"?
Da "Exit"?
Da tutti i programmi di Rai tre?

Diversi da chi?
Da Repubblica, dall'Unità, dalla Stampa, da Liberazione, il Manifesto, l'Altro, Europa, l'Espresso e a
desso anche il neonato  "Il Fatto" di Padellaro e del solito prezzemolino Travaglio, che per essere, un martire dell'informazione ha fatto SOLDI a palate, dicendo ogni male di Berlusconi?

In Italia attualmente i "diversi" sono Il Giornale e Libero  essendo gli UNICI non allieati alla "muta di cani" alle costole del Premier, sono loro che si beccano querele (senza che
nessuno scenda in piazza per la libertà d'informazione) e attacchi politici e mediatici inauditi e vergognosi, se per una volta, fanno quello che ABITUALMENTE  fa Repubblica, l'Unità, Anno Zero... perchè SOLO NEL LORO CASO, si parla di "killeraggio". Nel caso di Repubblica e sodali si tratta d'informazione di grande spessore intellettuale, anche se sono le dichiarazioni NON provate di una prostituta ricattatrice o particolari intimi di carattere sessuale, che vengono sbattuti in piazza, senza rispetto della privacy del Presidente del Consiglio.
Gli si può dare del porco impotente. Perchè questa, si che é informazione di valore nazionale!
Santoro, Travaglio, Floris, Fazio, Mauro sono la rappresentanza di un'informazione allienata,  stantia. pecoreccia, ripetitiva, squallida e, quel che é peggio,  mortalmente noiosa che vuole darci a bere, di essere impegnata nella "resistenza" per la libertà d'informazione.
Peccato che nessuno ci creda, anche perchè per essere dei perseguitati sono perennemente impegnati a gettare FANGO sul centro-destra e sul Premier, guadagandoci anche quattrini.
Berlusconi come lo stesso Santoro ha detto é un Presidente democraticamente eletto e AMATO dalla maggioranza del Popolo Italiano da 15 anni a questa parte, malgrado i Santoro, i Travaglio e compagnia berciante e  la loro lotta, con tanto di "fanfara", sul 90% dei mezzi d'informazione.
Berlusconi ha sbagliato non doveva parlare di "farabutti" ma di buffoni e cialtroni, che sperperano i soldi pubblici (si perchè tutti i giornali ricevono contributi statali) per annoiarci mortalmente con la loro crociata tafazziana.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. santoro martiri informazione scorretta

permalink | inviato da Orpheus il 25/9/2009 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

25 settembre 2009

Quei bravi ragazzi…


Vengono da nazioni martoriate da guerre, carestie e regimi.  Si insediano nei nostri Paesi e nelle nostre città. Trovano un lavoro, abitano in appartementi accanto al nostro. Fanno spesa nei nostri supermercati,  prendono i mezzi pubblici, vanno al cinema, in pizzeria, al luna park.
Ci salutano per strada, scambiano due chiacchiere con il portiere, con la vicina di casa, con la commessa. Sono “integrati” perfettamente “integrati” soprattutto se sono immigrati di seconda generazione. Poi una mattina riempiono gli zaini di esplosivi e si fanno saltare il aria insieme a decine e decine di “infedeli”, gli stessi che il giorno prima avevano diviso con loro la carrozza del treno o della metropolitana.
Loro sanno che ci ammazzeranno, anche mentre ci sorridono e ci dicono “Buon giorno”…

Se siamo fortunati i servizi segreti li beccano, prima che portino a compimento la carneficina.
Se no, muoiono innocenti come a Londra come a Madrid. 
Anche questa volta  la strage è stata evitata. Il “bravo ragazzo” l’afgano Najbullah Zazi (24 anni) è stato arrestato. Era un autista di bus, residente a Denver ed era pronto ad usare “una o più armi di distruzione di massa”. Insieme a lui sono stati arrestato per terrorismo il padre Mohammed Zazi e l’imam Ahmad Wais Afzali (già uscito di galera, dopo aver pagato un milione e mezzo di dollari per la cauzione).
Zazi ha ammesso di aver frequentato un “campo di addestramento di Al Qaeda in Pakistan” dove avrebbe imparato a preparare ordigni esplosivi,  ma potrebbe anche essere un terrorista fai-da-te, alla testa delle cosiddette “cellule spontanee”…
Comumque sia questa vicenda mette i brividi,  un po’ovunque Londra, Milano,  Parigi questa gente che accogliamo nei nostri Paesi in nome della carità cristiana (dandogli rifugio politico), ci ricambia dedicandosi al bricolage del terrorismo nei migliori dei casi (cioè quando non sono“professionisti”di alqaida).
Si potrà obiettare che sono pochi rispetto al grande numero dei rifugiati, forse, ma ne bastano due o tre per ammazzare centinaia di persone.
E se un giorno mettessero le mani su armi chimiche o nucleari?
L’Occidente deve PROTEGGERSI e rivedere la politica dell'asilo politico agli immigrati che provegono da paesi in mano gli estremisti, nonché terroristi islamici.
Prima poi, il meccanismo del’intelligence potrebbe incepparsi e a pagare sarebbero centinaia, se non migliaia di cittadini innocenti. Ma chi ce la fa fare?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. terrorismo immigrazione islam ny

permalink | inviato da Orpheus il 25/9/2009 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

24 settembre 2009

Immigrati ma quanto ci costano?


Stampa (di sinistra) televisione e politici non fanno altro che ripeterci quale benedizione siano gli immigrati per Italia, fanno i lavori che gli italiani, non vogliono fare (a quanto pare anche ora che c’è la crisi e si prevedono migliaia di disoccupati)  e poi sono quelli che ci garantiranno la pensione.
Insomma una vera manna dal cielo.
Peccato che nessuno si faccia carico con altrettanta enfasi, di ragguagliarci su quanto ci costano gli stranieri, in spese extra per la sicurezza e carceri (ormai in certe regioni, rappresentano il 70% e più della popolazione carceraria), in sanità, in welfare e a quanto pare in truffe all’Inps (quello che noi “razzistacci” ci manteniamo con il sudore delle fronti extracomunitarie e manco grazie diciamo). Pare infatti che molti di loro, venendo nel nostro paese, hanno acquisito alcune brutte abitudine di certi italiani disonesti, come fregare soldi all’Inps. E qui casca l’asino delle baggianate su quanto ci conviene riempirci il paese di immigrati: ogni mese 13.800 immigrati ricevono dall’Inps un assegno sociale per un totale di 6.190.930 euro.
Sei milioni di euro che se aggiunti sui piatti della bilancia dell’immigrazione (regolare e irreglare), a mio parere,  fanno pendere quello dei costi.
C’è infatti  una legge, la numero 335 del 1995 (Governo Dini) che ha riformato il sistema pensionistico e che prevede un assegno sociale agli extracomunitari con permesso di soggiorno che abbiano determinati requisiti: i 65 anni d’età, l’assenza di reddito o introiti inferiori ai limiti fissati dalla legge e che risiedano “legalmente e continuativamente” da almeno dieci anni sul territorio italiano (fino all’anno scorso erano sufficienti cinque anni!!!).
Pochi giorni fa il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Verona ha scoperto una truffa da 173mila euro: trentotto immigrati prendevano l’assegno Inps versato dallo Stato Italiano nel loro Paese d’origine e c’era chi, passato a miglior vita, riceveva il sussidio che un parente riscuoteva per l’anima sua. Impossibile quantificare il fenomeno perché molti immigrati, quando richiedono l’aiuto sociale hanno le carte in regola, poi furbescamente e disonestamente, aggirano le nostre leggi, e pur tornandosene a casa, s’intascano i nostri quattrini. Non devono neanche scomodarsi per riscuotere l’assegno che gli arriva automaticamente sul conto postale o tramite un parente che lo incassa.
Ma, ne hanno studiata anche un’altra: un immigrato residente da dieci anni si fa carico di mantenere un parente e chiede il ricongiungimento. Il nuovo arrivato, se ha più di 65 anni e un reddito basso, ha diritto all’assegno sociale. Lo incassa per una, due volte e poi se ne torna a casa sua senza comunicare la partenza. Ergo si fanno arrivare il nonno, la bisnonna, la zia ottuagenaria,  acchiappano i quattrini, e poi tornano a casa, tanto paga il “pantalone” italiano che deve anche ringraziarli perché con il loro lavoro ci “pagano” la pensione.
La Guardia di Finanza ha calcolato che dal 1° gennaio ad oggi l’Inps(e quindi la collettività) ha subìto truffe per 14milioni 130mila euro (non solo dagli stranieri). Ma la cifra aumenterebbe con controlli incrociati e monitorando i continui spostamenti degli stranieri,  in quanto é necessario verificare ogni mese che lo straniero, accaparratosi l’assegno, non se ne sia tornato a casa con il vitalizio assicurato.
Sarò anche “insensibile”, ma a me l’immigrazione nella sua totalità, più che una risorsa, mi sembra tanto un buco in tasca e una fregatura per gli italiani, da tutti i punti di vista.
Orpheus
Leggere anche  boom di pensioni gratis agli stranieri
La grande "ricchezza" portata dagli immigrati in Emilia Romagna
La grande "ricchezza" portata dagli immigrati in Veneto e Friuli-Venezia Giulia



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. immigrazione inps truffe

permalink | inviato da Orpheus il 24/9/2009 alle 18:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

24 settembre 2009

Sinistra in piazza per la libertà di cialtroneria: Prodi il premier che ha querelato di più


Il 3 ottobre si svolgerà la pagliacciata per la libertà di stampa. In piazza la sinistra banderuola e il suo alleato manettaro, quello che sputtana l’Italia in Europa, un giorno si e l’altro anche, con la scusa della mancanza di libertà; e che in questo caso ha RAGIONE da vendere peccato che rivolga l’accusa alla persona e alla parte politica sbagliate. Dovrebbero scendere in piazza contro loro stessi, se avessero un briciolo di onestà, ma evidentemente sono convinti che gli italiani siano tutti “pupazzi” indottrinati da far ballare a loro piacimento.
Di Pietro che sbraita al regime mediatico, è ospite fisso di Ballarò,  trasmissione del PD, che inizia alle 20. 30 e finisce alle 23,30, prima e seconda serata impegnate a parlar male di Berlusconi e del Governo. In edicola ieri è sbarcato anche il dipietrista il “Fatto” Quotidiano di Padellaro e Travaglio (sic!!), che manco a dirlo sarà antiberlusconiano e antigovernativo e che ha aperto i giochi (sporchi, in stile travaglio) sfornando subito una bufala colossale su Gianni Letta. Si va ad aggiungere a una folta schiera di giornali di sinistra l’Unità. Liberazione, L’Altro, Europa, Espresso e naturalmente la corazzata  Potemkin della sinistra  “Repubica” (sicuramente ne avrò dimenticato qualcun’uno…)
Se poi affrontiamo l’argomento dal punto di vista giudiziario i presidenti del consiglio che hanno sporto querele sono: QUATTRO, e non UNO. Tre premier sono di centro sinistra: Lamberto Dini, Massimo D’Alema e Romano Prodi. Quest’ultimo ha intimidito la stampa italiana con cause e querele sia da presidente del Consiglio sia da presidente della Ue.
Il premier Romano Prodi aveva annunciato querela a Il Giornale il 22 marzo 2008 per un articolo sui doni dei capi di Stato a palazzo Chigi. Un anno e mezzo prima lo stesso Prodi, il 30 novembre 2006, aveva annunciato raffica di cause penali e civili contro tre quotidiani e sette persone fisiche per il caso Mitrokhin.
 Il Premier Lamberto Dini nel luglio 1995 promosse azione penale e civile nei confronti della Nazione, del Venerdì di Repubblica e del settimanale Epoca, coinvolgendo i direttori responsabili e quattro fotografi per la pubblicazione di foto rubate con il teleobiettivo durante le vacanze dei Dini in una villa di amici, quello che è successo a Berlusconi a Villa Certosa con la sola differenza, che in questo caso è etico e nell’interesse della nazione,  scrofa lare nella vita PRIVATA del Cav.
Infine la famosa querela del Premier D’Alema contro Forattini, sulla quale ha mentito davanti agli italiani, affermando che nessun premier  in carica aveva mai fato querele durante il mandato (qui una panoramica delle querele di sinistra)
Quindi ma di cosa parlano i buffoni, che scenderanno in piazza?
Se qualcuno in questo paese ha intimidito la stampa a suon di querele e cause civili sono proprio i politici di SINISTRA, il 68% delle azioni “intimidatorie” che contestano a Berlusconi, le hanno fatte loro.
Perchè NESSUNO SI E' MAI ACCORTO  della minaccia alla libertà di stampa???
Orpheus


22 settembre 2009

Sinistra banderuola


Chissà perché quando la giustizia si abbatte sui capoccioni dei politici di sinistra, subito un arietta frizzantina e garantista (soprattutto) sostituisce il pesante clima giustizialista, prerogativa dei “moralmente superiori” a scartamento ridotto.
Il nuovo leader del garantismo ritrovato (come il senno di Orlando) è Michele Emiliano che in una sola, scoppiettante, intervista al Corriere della Sera è riuscito a rottamare anni di giustizialismo, affermando la prevalenza della politica sulla giustizia e del mandato popolare sull’azione dei magistrati. Roba da far impallidire il più fanatico dei berlusconiani.
Peccato si sia fatto prendere dall’entusiasmo, spingendosi a sostenere tesi avventurose: gli indagati devono restare al loro posto.
Emiliano dice d’essere sicuro che il presidente della sua regione, Nichi Vendola, non ha mai fatto nulla di male. Buon per loro. La sinistra, però, da anni, reclama le dimissioni di chi è indagato, scambiando l’avviso di garanzia per un avviso di condanna. Emiliano, oltre tutto, viene dalla magistratura, essendo, al tempo stesso, esponente della sinistra e delle toghe che fanno politica.
Quindi, assai significativa l’inversione di marcia: “un soggetto che non può essere sostituito non può dimettersi e buttare all’aria la sua responsabilità” (lo faremo sapere a Berlusconi nel caso venga bocciato il Lodo Alfano).
Considerato che l’essere indagati compromette la propria innocenza quanto l’essere condannati in primo o secondo grado, vale a dire per niente, ne deriva che il “lodo Emiliano” copre assai più del “lodo Alfano”.
Seconda tesi: fu Emiliano a indagare i presunti affari illeciti di Giampaolo Tarantini, già nel 2001, ma poi si dedicò alla politica e il suo successore era in altre faccende affaccendato.  Qui le cose si fanno spericolate, perché si aprono falle sia nella giustizia che nella politica.
Ma che razza di procura è quella in cui uno dice di avere raccolto “già tutto” e gli altri non procedono perché occupati? A far che? E per quanto tempo?
Delle due l’una: o Emiliano straparla, oppure la procura deve rispondere della grave omissione.
La cosa strana, però, è che il procuratore che aveva scoperto tutto, compreso “il ruolo di Tedesco e delle sue aziende di famiglia”, abbraccia la propria passione politica e si candida nello stesso schieramento che ospitava quelli di cui sapeva tutto, e non esattamente tutto il bene. Tanto qua, sostiene Emiliano, siamo tutti dalemiani. Ce ne compiacciamo, è commovente tanta unità d’intenti, ma così stanti le cose si ha la sgradevole sensazione che abbia indagato ieri i suoi compagni di oggi. Non inappuntabile. (E direi che c'è anche un piccolo conflitto d'interessi).
Terza tesi: è vero, c’è un intreccio fra politica ed affari familiari, ma gli assessori comunali sono persone di alto livello.
Suggestivo, ma non soddisfacente. Emiliano, difatti, riconosce che Annabella Degennaro, sua assessore, è effettivamente la nipote di quel Degennaro che fa l’appaltatore al comune, che, cioè, ha fatto affari con la municipalità, e che è anche il finanziatore della lista civica che appoggiò lo stesso Emiliano, talché egli s’è sentito in dovere di sdebitarsi, arruolando la nipote. Tutto vero, ma, aggiunge Emiliano, il citato zio è stato candidato alle elezioni europee, “per volere di D’Alema”, e la ragazza “parla quattro lingue e lavorava a Washington”. (e hanno il coraggio di menarla per poi con le candidature del centrodestra!)
Ora, premesso che il volere sempre tirare in ballo D’Alema può significare che la Puglia è stata degradata a feudo personale, oppure che chi si sente in pericolo avverte i propri capi di essere pronto a fare un macello, modello Sansone e i filistei, la domanda che le parole di Emiliano impongono è la seguente: quanto pensa di guadagnare, facendo l’assessore, questa portentosa signora?
Può darsi sia tornata per amor patrio, o meglio, per amor di campanile, ma con quel popò di carriera che le si era aperta, ci sono da chiarire anche le altre convenienze.
Riassunto da Davide Giacalone

Ecco questa é la sinistra italiana...
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. inchiesta Bari Emiliano garantismo

permalink | inviato da Orpheus il 22/9/2009 alle 22:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

22 settembre 2009

A-ridatece il “travagliato” speciale


Propongo una petizione in favore di marconiglio, affinchè gli sia restituito il suo “habitat”televisivo,  il pantano mediatico dove razzola nel fango e lo tira a badilate in faccia altrui, senza prove e contraddittorio, mistificando la realtà e adattandola all’audience e alla simpatie politiche sue e del suo "capò".
Si, anch’io che ho più volte criticato marconiglio, voglio che la Rai lo chiami a fare Anno Zero. Tanto non lo guardo nemmeno sotto tortura, ma purtroppo leggo i giornali e guardo i TG, quindi non sopporterei  lo tsunami di proteste isteriche che invaderebbero l’etere. Con la sua faccia perennemente in primo piano e lo sgrammaticato-manettaro che  ci ammorberebbe con il tuo italiano maccheronico e la sua fanta-politica da cabaret.
Mi unisco, quindi agli strepiti di dolore di Sant’Oro che già grida al martirio: “In questo Paese c’è una lista di farabutti e vigilati speciali, tu - ha detto Sant’Oro rivolto a marconiglio - sei un vigilato speciale. Noi questo non lo possiamo accettare". (Minchiolina chissà cosa farebbe se il Berlusca avesse chiuso, non il programma, ma la televisione, come il compagno "revolusionario" Chavez....)
Per favore un altro “martire” della dittatura mediatica del Cav, che invece di finire in galera o sotto terra, finisce all’europarlamento, a sputtanare l’Italia e ad intascare migliaia di euro di stipendio. No, proprio No.
Preferisco il marconiglio in televisione, che senza alcun contraddittorio offende, calunnia e insulta, è la PROVA vivente di tutte le cazzate che la sinistra e il trattorista-manettaro, sparano sulla libertà di informazione.
Preferisco il marconiglio che si esibisce nel suo triste monovaneggiamento imperniato 11 volte su 10 sul “mafioso” Berlusca, perché per lui, si può parafrasare il detto “tutte le strade portano a Roma” con “Tutti i pistolotti pseudo-moralistici portano a Berlusconi”. Parla del disboscamento dell’Amazzonia, ci si può mettere il cronometro, tempo un minuto, arriva al Cav. reo di far abbattere alberi per pavimentare i suoi chalet di montagna. Parla del panda in estinzione, zac…finisce a dare la colpa al Berlusca, reo di avere nella veranda della sua mega-villa in Sardegna un salottino in bambù…e i panda meschinetti non arrivano a fine mese con i germogli di bambù.
Insomma diamo a marconiglio il suo pulpito televisivo dove con l’amichetto del cuore (l’intervista è strappalacrime),  può esercitare il suo giornalismo “taglia e cuci” nel pieno rispetto della Santa Inquisizione.
Una trasmissione in più o in meno contro il Governo e contro Berlusconi, non posta di una virgola il gradimento dell'uno e dell’altro.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anno zero santoro televisione marconiglio satira

permalink | inviato da Orpheus il 22/9/2009 alle 21:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

21 settembre 2009

Farefuturo o Fareislam-la “nuova Milano” o la “nuova Medina”


Tutti abbiamo visto in televisione quanto accaduto a Daniela Santache’, alla quale rendo atto di essere l’UNICA, fra le politiche di casa nostra, ad avere le palle di opporsi a muso duro contro l’islam integralista. Era presente alla cerimonia anche l’imam di Viale Jenner, Abu Imad, condannato in appello per associazione a delinquere aggravata dalla finalità di terrorismo( accompagnato da una donna col burqa nero, senza nemmeno le fessure per gli occhi e una in niqab, con fessure).
Daniela è stata insultata pesantemente, minacciata di morte e malmenata, riportando lesioni guaribili in 20 giorni, il tutto per essersi ‘permessa’ di contestare l’uso del burqa a norma della legge 152 del 1975 che vieta di coprire il capo.  Non solo a quanto pare sarà anche denunciata da Abdel Shaari direttore della moschea per “turbativa di funzione religiosa e violenza privata”.
Quello che è successo è grave visto che ancora “ci troviamo in Italia e non in un califfato” e visto che esiste ancora la libertà d’espressione, checché ne dicano le solite prefiche dell'allarmismo rosso.

Fa specie, inoltre che un attacco  come quello subito dalla Santanche’, abbia riscosso così poca solidarietà  dal mondo politico: la sinistra in toto ha taciuto (come da consuetudine) e nel cdx c’è stato chi ha fatto anche peggio. Si tratta della professoressa Sonia Ventura, finiana già nota alle cronache per le sue prese di posizione sul quotidiano online FareFuturo, che ha parlato di ‘azione sbagliata’ e di ‘inutile provocazione’ della Santanchè.  
Molto probabilmente la linea finiana è quella di svendere la nostra libertà all’islam integralista con la speranza un giorno, se passa il disegno di legge messo a punto dal deputato finiano Fabio Granata (sul dimezzamento dei tempi per ottenere la cittadinanza italiana e diritto di voto alle amministrative) di raccoglierne i frutti.
I centri islamici, infatti stanno preparando le liste, il primo esperimento sarà quello di Milano. Lo ha annunciato ieri Abdel Hamid Shaari, leader del centro islamico di viale Jenner: “La lista si presenterà alle Comunali del 2011”. «Si chiamerà “La Nuova Milano”.
“La nuova Milano” nasce con l’obiettivo di decidere le sorti della prossima corsa a Palazzo Marino: “I voti validi a Milano sono stati circa 680mila - sono i conti, esatti, di Shaari - e il sindaco Moratti contro l’ex prefetto Ferrante ha vinto di 33mila e 500 voti. Gli immigrati sono 180mila all’Anagrafe, tolti i minori 120mila. Tutti potenziali elettori. Tutti elettori se va avanti il progetto di Fini per il voto amministrativo agli immigrati. Ma già adesso siamo tantissimi ad avere la cittadinanza, non so quanti ma tantissimi, e possiamo cambiare l’esito del voto. Stiamo arrivando”. Shaari è scettico su possibili alleanze, col centrodestra come a sinistra, ma una predilezione la ammette: “Siamo tutti con Gianfranco Fini. Lo aspettiamo, quando farà un partito stiamo tutti con lui. Quel che dice adesso è meraviglioso, se lo porta avanti e non torna alla Bossi-Fini siamo tutti con lui”
Ecco perché il "mullah" Fini vuole passare dalla “Bossi-Fini”, alla “Mohamed-Fini” e ci sommerge quotidianamente di “melassa buonista”, non c’è nessuno “spirito caritatevole” ma l’intenzione di strappare “cadreghe” alla Lega. Il Nord è leghista, quindi i voti dei  musulmani sono un bocconcino molto appetitoso (diciamo che ha "rubato" l'idea al compagno Ferrero, che ci voleva provare con la "Amato-Ferrero").

Vogliamo stare a guardare e per la fame di potere di qualche politico, ritrovarci con una giunta filo-islamica anche se di centro-destra? NO, MILLE VOLTE NO.
Spero che la Lega lo stoppi, a questo punto anche a costo di far cadere il Governo e tornare a nuove elezioni.
Orpheus
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fini elezioni islam centri islamici santanchè

permalink | inviato da Orpheus il 21/9/2009 alle 19:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa

21 settembre 2009

"Caro" Don Giorgio...


Questo é un prete?

Ecco cosa HO SCRITTO A DON GIORGIO
:
Vedo che si é piccato per gli "insulti" però lei non si é fatto scrupolo di insultare dei soldati morti, passando sopra anche al dolore delle famiglie.
Avrebbe almeno potuto aspettare che fossero celebrati i funerali, prima di esprimere il suo sdegno!
Cosa pensa che possano provare i parenti delle vittime, leggendo che un sacerdote ha bollato come mercenari i loro cari?
Detto questo mi preme farle presente le parole dal nostro amato Papa, Benedetto XVI pronunciate dopo l’Angelus, con cui ha nuovamente espresso profondo dolore per i militari morti in Afghanistan e ha sottolineato che i militari impegnati in missioni internazionali "operano per promuovere la pace e lo sviluppo delle istituzioni, così necessarie alla coesistenza umana".
A questo punto caro Don Giorgio ho qualche domanda da farle, e spero che sia così galantuomo da rispondere.
Lei smentisce il Papa? Dà del bugiardo al Papa?  Del guerrafondaio, del “servo” degli Usa?
E come può conciliare il suo status di prete con le sue offese implicite al Papa (che rappresenta Cristo in terra) e quindi alla Chiesa?
Non trova che la sua posizione politica (perchè lei sta facendo politica, malgrado Benedetto XVI ha più volte esortato gli uomini di Dio a stare fuori dalla politica)sia in CONTRASTO con la posizione del Papa e quindi con la posizione UFFICIALE della Chiesa?
Lei non deve obbedienza al Papa e alla Chiesa?
Lei lo sa che dei 1.013 morti morti in Afghanistan nei primi mesi del 2009, ben 813 é stato per mano dei talebani, ammazzati, non per errore ma in missioni suicide e rappresaglie?
E la correttezza etica oltre che professionale, non le impone di mettere in rete ANCHE un video di come si  DIVERTONO I TALEBANI?
A mozzare nasi e orecchie a chi vota.
A bruciare scuole e sfigurare stundetesse
A fucilare coppie d'innamorati.
A lapidare adultere.
A sparare colpi in testa a donne in burqa.
Ne esistono a centinaia in rete.
E a scrivere magari qualche pezzo sui diritti umani calpestati dai talebani invece che sul "Puttaniere" come chiama il nostro Presidente del Consiglio, su Maroni che "deve pulirsi il culo", su "merdopoli e puttanopoli" ecc (vedo che il turpiloquio le é congeniale, anche se se ne lamenta)
Caro Don Giorgio i preti come lei cacciano fuori dalle Chiese i veri credenti e questa lettera mi premunirò di scriverla anche alla Curia di Milano, perchè  lei espleti il suo vero lavoro quello del politicante che fomenta odio, e non quello di cui indossa abusivamente le vesti.
Con disistima

QUESTA LA LETTERA ALLA CURIA DI MILANO
Oggetto:profonda indignazione per il sito di Don Giorgio
Scrivo questa e-mail per manifestare tutta la mia indignazione sul comportamento di Don Giorgio De Capitani che sul suo sito non lesina insulti ai caduti e volgarità ai rappresentanti di un governo democraticamente eletto.
 Un comportamento ben poco votato alla carità cristiana, alla pietas per i morti e all’insegnamento di nostro Signore Gesù Cristo, che non è morto in croce inveendo contro i peccatori e insultandoli, anzi se non rammento male, Ha chiesto  al Padre di perdonarli.
Senza contare che il succitato Don Giorgio, bollando come mercenari i nostri soldati caduti in Afghanistan smentisce persino le parole del Papa, che li ritiene “promotori di Pace”.
Non esiste più il dovere dell’obbedienza? Adesso ogni sacerdote può smentire il Papa?
Voglio aggiungere solo che è una vergogna leggere sul sito di un prete che il nostro Presidente del Consiglio è un puttaniere, che Maroni si “deve pulire il culo”, che bisogna “dare il colpo MORTALE al puttaniere”, “merdopoli o puttanopoli” e “Alé…figli di puttana (…)
Se per caso vi chiedete come mai le Chiese sono semi-vuote, il motivo l’avete sotto gli occhi, troppi sacerdoti in Italia si dedicano con solerzia alla politica dell’odio, dimenticando il loro primo dovere, che è quello che ci ha insegnato Cristo in croce: “Ama il prossimo tuo come te stesso” e non insultalo con epiteti più adatti ad un bordello che ad una parrocchia.
Che esempio ne ricava un credente che finisce sul sito di Don Giorgio?  Ne rimane schifato come la sottoscritta. Mi auguro che interveniate per far cessare almeno il turpiloquio.

A questo punto amici, sta a voi, in più scriviamo e meglio é, forse riusciremo a far cessare questo sconcio, indegno della Chiesa, ma anche di un paese civile.
Io per sicurezza ho usato anche la mia mail personale per mandare la lettera alla Curia, mettendo in alto dove va l'indirizzo del destinatario:
direzioneportale@chiesadimilano.it
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. curia don giorgio

permalink | inviato da Orpheus il 21/9/2009 alle 9:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa

20 settembre 2009

Benedetto XVI: i militari operano per promuovere la Pace


Oggi all’Angelus il Papa ha nuovamente espresso profondo dolore per i militari morti in Afghanistan e ha sottolineato che i militari impegnati in missioni internazionali "operano per promuovere la pace". Parlando dopo l'Angelus domenicale dei militari impegnati in missioni internazionali, Papa Benedetto XVI ha detto che "operano per promuovere la pace e lo sviluppo delle istituzioni, così necessarie alla coesistenza umana".
Smentendo le parole di certi preti che indossano la tonaca ma non sono preti perchè  hanno scordato lo scopo della loro missione per adorare "falsi idoli".
Il Papa ha anche detto che i sacerdoti non devono fare politica e anche qui certi preti non solo fanno politica ma si dedicano alla politica dell’odio, quella che non ha rispetto nemmeno della sofferenza e della morte, quella che vede la pagliuzza nell’occhio del  proprio “nemico” e non la trave in quello dell’amico, quelli che travestiti da “agnelli arcobaleno” sono al contrario  “sciacalli rossi”, quelli che dell’ipocrisia e del doppio-pesismo hanno fatto un dogma, più sacro di quello della pietà per i defunti.
Quelli che dicono “maledetti soldati” se per errore sparano e uccidono un civile, ma non dicono MAI “maledetti talebani” quando questi uccidono con consapevolezza e in spregio a qualsiasi sentimento umanitario, donne, bambini e uomini civili negli attentati suicidi, quando bruciano scuole e  sfigurano studentesse, quanto tagliano naso e orecchi a chi va a votare, quando fucilano pubblicamente giovani fidanzati.
E visto che vanno tanto di moda le domande ne ho qualcuna da fare al prete rifondarolo quanti post ha scritto sulla barbarie talebana? E se i nostri soldati sono “mercenari” cosa sono i talebani, che secondo gli ultimi dati della Missione Onu, hanno ammazzato in missioni suicide e rappresaglie nei primi sei mesi del 2009,  813 civili dei 1013 morti  (200 sono stati uccisi per errore dai soldati della coalizione)
E infine Benedetto XVI, ha dettato la linea della Chiesa definendo i soldati “promotori” di Pace, lei lo smentisce? Dà  del bugiardo al Papa?  Del guerrafondaio, del “servo” degli Usa?
E come può conciliare il suo status di prete con le sue offese al Papa (che rappresenta Cristo in terra) e quindi alla Chiesa?
E infine per "par conditio" perchè non mette qualche video di come si "divertono" i talebani a impiccare gay e lapidare adultere?
Eh, caro “Don Abbondio” perché non va in Afghanistan a curare le vittime dei talebani, invece di offendere, chi quella popolazione, nel bene o nel male, la difende anche sacrificando la vita.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Benedetto XVI caduti Afghanistan

permalink | inviato da Orpheus il 20/9/2009 alle 22:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

19 settembre 2009

La peggio gioventù esulta per la morte dei soldati italiani


A Genova e Livorno va la palma della vergogna, sui muri di queste due città, in mano all'estremismo rosso, sono comparse scritte oltraggiose e anti-italiane. Malgrado siamo in un regime al pari di quello di Saddam Hussein (come il molisano-manettaro ha appena detto), insulti di ogni genere e grado hanno invaso i blog dei soliti sinistronzi, senza che scattasse la minima censura da parte delle autorità:"Bingo,è uscito il 6 sulla ruota di Kabul" o "A Kabul è uscito il 6" o, sotto una foto del "prode" mullah Omar, "Bando d’arruolamento perl’anno 2009 di 6 volontari in ferma presso il poligono di Kabul" o l'infame sondaggio sulle "nuove divise azzurre (i teli che coprono isoldati, ndr) comode per il viaggio di ritorno".

I deficienti nell'orgasmo della gioia per la morte dei sei soldati italiani sono passati sopra anche ai cadaveri di 20 e più civili afghani, morti nel medesimo attentato. Fra le vittime anche bambini (oltre 60 feriti e chissà in qualiterribili condizioni). Sottolineo il fatto che l'eroico “resistente” talebano, impegnato a restaurare una teocrazia sanguinaria ha fatto saltare in aria anche dei bambini, perchè  è appunto la morte di una bambina di 13 anni, il pretesto usato per vomitare insulti sui nostri soldati morti. Ma come sempre, la loro fetida moralità tarata sui due pesi e due misure, fa si che piangano e gridano improperi per le vittime dei soldati e per quelle (in numero spaventosamente superiore) dei terroristi islamici, non spendano nemmeno una sillaba di sdegno. Silenzio tombale. Inoltre mi risulta che i deficienti, che se la tirano da paladini dei diritti umani, si sono ben guardati dall’insultare sanguinosamente gli squadristi talebani, che sparavano in testa a donne in burqa, lapidavano adulteri, impiccavano gay e tagliavano mani e piedi, comprese le dita a quelle donne che osavano mettersi lo smalto. Anche in questo caso silenzio tombale.

 Queste mezze seghe decerebrate si sentono molto coraggiose a insultare morti, dietro uno schermo e protetti dall’anonimato mentre un’altra gioventù con dei valori, che non sono la fuffa di grillo e travaglio, sacrificano la loro vita per aiutare un popolo a intraprendere la strada della democrazia. Quella stessa democrazia, che purtroppo permette di rivolgere impunemente, qualsiasi ignobile insulto a questi sciacalli rossi, i quali, sono pronta a scommettere qualsiasi cifra, davanti ad un “resistente” talebano armato fino ai denti (che se ne fotte della loro "simpatia" di INFEDELI) se la farebbero letteralmente addosso.

Orpheus

Ps. Questo é un prete. Non commento perchè quello che scrive si commenta da solo. Immagino che anche lui si é accorto dell'Afghanistan solo negli ultimi anni, prima si sa, c'erano gli "studenti di dio"...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. centri sociali e spazzatura varia

permalink | inviato da Orpheus il 19/9/2009 alle 17:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

19 settembre 2009

Governo: stop alle moschee in attesa della nuova legge-muro contro la loro proliferazione


Il ministro Maroni, come promesso in campagna elettorale dal suo partito, ha preso di petto l’integralismo islamico. Niente più moschee e “centri culturali” fino a nuovo ordine. Il Viminale  ha annunciato ieri di esser pronto a varare una moratoria nazionale sulla costruzione di luoghi di culto per musulmani. Blocco assoluto, almeno fino a quando non sarà pronta quella che è stata già definita la nuova legge-muro della Lega contro l’estremismo islamico e il proliferare di strutture fonte di potenziale degrado.
Il nuovo decreto verterà su quattro punti.
Primo: dovranno essere la Regioni a valutare dimensioni e impatto delle moschee. Niente minareti né muezzin che spezzano il silenzio con gli altoparlanti. E niente moschee a meno di un chilometro da una chiesa.
Secondo: l’ultima parola spetterà ai cittadini.
Verrà fatto un referendum consuntivo per ogni nuova proposta. Si eviterà quindi lo scempio perpetrato a Colle Val d’Elsa, dove i diritti dei cittadini sono stati calpestati dall’amministrazione, che ha letteralmente IMPOSTO la costruzione della mega-moschea, malgrado le petizioni e tutti i comitati di cittadini sorti per contrastarne la costruzione e protestare contro l’ABUSO della giunta (ovviamente rossa).
Sono inoltre previste regole di comportamento rigidissime. A cominciare dagli imam: dovranno essere registrati in un albo e parlare in italiano
Terzo: le moschee non potranno essere utilizzate se non per la preghiera. Troppo spesso, infatti, oggi vengono viste come punti di ritrovo.
All’interno di alcune di queste si trovano perfino dei punti ristoro. E non sono mancati casi di centri multati dai Nas per il mancato rispetto delle misure igieniche. In pratica, è sbagliato pensare che in una moschea si preghi e basta. Per quello ci sono le musalla, luoghi qualunque adibiti a quello scopo. Le moschee sono un centro politico e simbolico e spesso sono anche militare.
Quarto : ogni moschea dovrà avere un referente unico, responsabile di quanto avviene all’interno della struttura da lui gestita e che sia in grado di eliminare ogni sospetto sulla sua attività. "Vogliamo bilanci trasparenti — spiega Roberto Cota — niente fondi dall'estero, magari da terroristi".
E ovviamente non ci saranno fondi statali. Lo statuto dei proponenti, inoltre, dovrà riconoscere la laicità dello Stato e la famiglia monogamica.

Immancabili le lagne ignobilmente antitaliane di Rifondazione e  filo-islamici vari: la moratoria “é un’idea folle e illegale, l’ennesimo, disgustoso e vergognoso atto di una campagna becera e folle come quella che i più ciechi e feroci integralisti nostrani, i leghisti, stanno portando avanti da molto tempo”.
Ecco spiegato come mai la Lega è al Governo(e sale nei sondaggi) e i pagliacci della sinistra estrema sono stati cacciati a calci nel lato B, fuori dal parlamento italiano.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. moratoria moschee pdl

permalink | inviato da Orpheus il 19/9/2009 alle 1:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

19 settembre 2009

Sconcita


Per leggere l’Unità sono necessari gli anti emetici. Si schiera dalla parte dei tagliatori di teste (il fidanzato ha detto chiaro e tondo che l’intenzione del padre di Sanaa era DECAPITARLA, infatti l’è saltato sulle spalle e ha iniziato a squarciarle il collo da dietro) e attribuisce, nemmeno troppo velatamente, la causa della loro barbarie, al solito Berlusconi.
Sanaa e Hina non sono vittime di padri integralisti, macchè se noi lo diciamo siamo dei razzisti incivili, dei leghisti che “ si dovrebbero scusare con gli islamici per queste dichiarazioni”.
Infatti, la colpa è dell’Italia che ha dato “una mano alla mano assassina”. Te’ gapì noi italiani abbiamo “armato”, la mano del padre taglia-teste.
E come noi italiani ci siamo macchiati di tale efferata colpa?
Ma è ovvio a causa della “la bassa considerazione che abbiamo delle donne” perchè “Ricordiamoci che siamo nell’Italia delle escort; molti nel paese trovano normale prostituirsi per raggiungere un posto di potere”.
Ergo dietro c’è la presenza malefica del Cav. Nero.
Tanto per cominciare questa tesi è talmente tirata, che a confronto Alba Parietti non è mai entrata da un chirurgo estetico, e poi, l’autrice di queste perle di saggezza è somala. Ma evidentemente è stata lobotomizzata perché nemmeno conosce cosa fanno alle donne e alle BAMBINE somale quei “simpaticoni” degli islamici: stupri di massa e torture, la sharia (che purtroppo per Sconcita e delle sue veline, non è un’invenzione di Berlusconi) prevede come condanna per i “reati contro la morale” la lapidazione, le donne non possono studiare, né lavorare (se non nei campi) nésposare chi vogliono e ciliegina sulla torta, manco provare piacere durante l’atto sessuale perché vengono infibulate.
Adesso se alla signorina in Scego fa così tanto schifo vivere nel paese di Berlusconi, vada in quello d’origine, la Somalia,  noi ce lo teniamo ben stretto, e della “civiltà” islamica ne facciamo volentieri a meno. Dovrebbe essere lei a scusarsi con noi italiani perché questa Italia così corrotta, ha accolto la sua famiglia, le ha dato rifugio e a permesso alla signorina in questione, invece di essere infibulata e venduta come una capra, la possibilità di  studiare, lavorare e scegliersi la sua vita.
Orpheus
PS. Da sottolineare come i morlamente superiori, usino persino la morte atroce di una povera ragazza, per combattere il loro unico nemico, Silvio Berlusconi.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. islam unità disinformazione

permalink | inviato da Orpheus il 19/9/2009 alle 0:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

17 settembre 2009

La Sharia? No Grazie


"È mio marito, è il padre dei miei bambini. Sanaa è vestita bene, mangia bene, dorme bene solo che lui non voleva che andasse la sera con i ragazzi brutti o con gli amici, mio marito voleva bene a Sanaa. Forse lei ha sbagliato  lui sempre le mandava i messaggi vieni a casa, voleva vedere mia figlia davanti a lui. Ora lui non dorme fino alle 4 di mattina, non mangia, fuma sempre, sempre sbatte al muro, è sempre arrabbiato e vuole vedere mia figlia".
Questa è la dichiarazione della madre di Sanaa a Studio Aperto. Se la si può "scusare" per il perdono ultra-rapido, non si può fare a meno di inorridire davanti a frasi come “mio marito voleva bene a Sanaa” "Forse lei ha sbagliato".
Il marito di questa donna considerava sua figlia una proprietà o al massimo “una cagnolina” da curare, rifocillare e tenere legata ad un “palo” a suo uso piacimento, in attesa di passare la “catena” in mano ad un altro islamico.

Quello che a me preme sottolineare, è che questa signora, in Italia da otto anni, non solo parla a stento l’italiano (immagino sia vissuta segregata), ma  è evidentemente ottenebrata dall’estremismo religioso.
Questa donna è meritevole di diventare cittadina italiana? No, mille volte no.
E non solo in virtù di una diversa idea d'integrazione, ma perché questa gente, andando a votare cambierà gli assetti politici del nostro paese e un domani, nemmeno troppo lontano, la nostra Civiltà potrebbe esserne stravolta.
Basta darev un’occhiata agli studi realizzati nei Paesi europei di più antica immigrazione, per capire quanto questo pericolo sia REALE. Un sondaggio nel Regno Unito dall’emittente Channel 4 ha dimostarto che il 30% degli islamici diventati britannici preferirebbe vivere sotto la sharia che sotto l’ordinamento inglese, mentre il 28% di loro è convinto che un giorno la Gran Bretagna diventerà uno Stato islamico e il 68% ritiene giusto condannare i loro concittadini inglesi che insultano l’Islam (dove per insulto intendono qualsiasi legittima critica all'islam). In un altro sondaggio, dinanzi alla domanda: "Cosa ti consideri innanzitutto, un musulmano o un cittadino del tuo Paese?" l’81% degli islamici inglesi ha risposto di considerarsi islamico. Migliori, ma di poco, i risultati dei sondaggi condotti tra i musulmani francesi.
Sanaa è stata uccisa perché la sharia vieta alle donne musulmane di “mischiarsi” con i cattolici, Allah non voglia che si convertano al cattolicesimo (sarebbero apostate quindi punite con la morte),  ed è la dimostrazione lampante che già la sharia miete vittime nei nostri paesi civilizzati, fra la barbarie e noi c’è solo la forza delle nostre leggi, ma se a legiferare un giorno fossero maggioranze musulmane di nascita?
Fantapolitica, direte voi, bene fatevi due calcoli e relative considerazioni
una rilevazione dell'Organizzazione per le Migrazioni ha previsto un afflusso per i prossimi anni di 50 milioni di abitanti dell'Africa subsahariana e  il differenziale demografico tra Africa ed Europa è di oltre 5 punti percentuali, un gap storicamente tra i più grandi.
In termini numerici questo significa che tra il 2000 ed il 2020 sono stati ipotizzati 50 milioni di persone in piú (in etá tra i 20 ed i 40 anni) nell’Africa del Nord e ben 120 milioni in piú nell’Africa Subsahariana. Fantapolitica quindi?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Europa islam sharia

permalink | inviato da Orpheus il 17/9/2009 alle 21:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

17 settembre 2009

ONORE E GLORIA


Non si può fare a meno di onorare i figli della nostra Patria caduti nell'adempimento del loro dovere, ma sono parole che costano e  che suonano vuote.

Cosa si può scrivere di sei giovani morti?
Uccisi in modo vigliacco, da chi ama la morte e odia talmente tanto il "nemico" da uccidersi pur di fare più vittime possibili.

I nostri ragazzi amavano la VITA e LIBERTA' talmente tanto da aver sacrificato la loro vita per portare la democrazia ad un popolo martoriato.
Sei giovani che mancheranno in modo straziante alle loro famiglie.

Non ci sono parole. Eppure tacere non si può.
Bisogna ricordarli e onorarli, per il loro Coraggio.
 
Onore e Gloria ragazzi tutta l'Italia vi piange.

Una preghiera di Alessandro per Voi e per  tutti i caduti in nome della Libertà.
Caporal Maggiore Davide Ricchiuto 26 anni
Caporal Maggiore Gian Domenico Pistonami 26 anni
Caporal Maggiore Matteo Mureddu 26 anni
Tenente Antonio Fortunato 35 anni
Sergente Maggiore Roberto Valente 37 anni
Caporal Maggiore scelto Massimiliano Randino 32 anni

Eterno, Immenso Dio che creasti gli infiniti spazi e ne misurasti le misteriose profondità, guarda benigno a noi, Paracadutisti d'Italia, che nell' adempimento del dovere balzando dai nostri apparecchi, ci lanciamo nelle vastità dei cieli.

Manda l' Arcangelo S.Michele a nostro custode; guida e proteggi l'ardimentoso volo. Come nebbia al Sole, davanti a noi siano dissipati i nostri nemici. Candida come la seta del paracadute sia sempre la nostra fede e indomito il coraggio.

La nostra giovane vita è tua o Signore! Se è scritto che cadiamo, sia! Ma da ogni goccia del nostro sangue sorgano gagliardi figli e fratelli innumeri, orgogliosi del nostro passato, sempre degni del nostro immancabile avvenire.

Benedici, o Signore, la nostra Patria, le Famiglie, i nostri Cari! Per loro, nell'alba e nel tramonto, sempre la nostra vita! E per noi, o Signore, il Tuo glorificante sorriso.

Così sia.

Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vittime del terrorismo

permalink | inviato da Orpheus il 17/9/2009 alle 18:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

16 settembre 2009

Pedofilia di stato: in Marocco un teologo legittima il matrimonio di bambine di nove anni

 
Aveva già espresso queste opinioni nel settembre 2008, e ció aveva suscitato uno scandalo. Lo Cheikh Maghraoui rimette al tavolo quest'abominio.
E perché dovrebbe stare zitto? Non fa che dire la verità dei testi musulmani.
Ricordiamo che all'età di 52 anni, Maometto, il profeta dell'islam, sposò Aicha che ne aveva soltanto 6 o 7, e che ebbe rapporti sessuali con la bambina quando raggiunse l'età di 9 anni. (Sahih Bukhari 5:58: 234, 5:58: 236, 7:62: 64, 7:62: 65, 7:62: 88, Sahih Muslim 8:3309, 8:3310, 8:3311, Sunna Abu Dawud 41:4915, 41:4917).

Essendo Maometto “il buon modello" che i musulmani devono seguire, non c'è nulla di sorprendente affinché da buon musulmano, lo Cheikh Maghraoui legittimi il matrimonio delle bambine di 9 anni.
La religione d'amore non dispone infatti d'età minima per il matrimonio, “gli scienziati musulmani se ne fanno del resto un dovere di ricordarlo sulle reti televisive arabe".
Nulla di strano, almeno da quelle parti, se domenica 14 settembre, il teologo marocchino,  ha nuovamente legittimato l'autorizzazione di sposare BAMBINE fin dall'età di 9 anni.
“Il matrimonio delle ragazze(???)dell'età di 9 anni non è vietato poiché secondo gli hadith, Mahomet si è sposato quando Aicha aveva soltanto 7 anni ed ha consumato il suo matrimonio quando ebbe 9 anni", ha garantito nel suo sito lo cheikh Mohamed ben Abderrahm.
Beh, se questa non é pedofilia di stato, ditemi voi cos'è, come ho già scritto non so quante decine di volte, questi non sono vaneggiamenti di una mente malata, perchè sono 60 milioni le bambine fra gli otto e 14 anni, che vengono OBBLIGATE a sposare uomini di 20, 30, 40 più vecchi...qualche "fortunata" riesce a divorziare:
"Mio padre mi ha picchiato e mi ha detto che dovevo sposare quest’uomo. Lui mi ha fatto brutte cose, io non avevo idea di cosa fosse il matrimonio. Correvo da una stanza all’altra per sfuggirgli, ma alla fine mi prendeva, mi picchiava e poi continuava a fare ciò che voleva. Ho pianto così tanto, ma nessuno mi ascoltava. Ho supplicato mia madre, mio padre, mia zia di aiutarmi a divorziare. Mi hanno risposto: Non possiamo fare niente. Se vuoi, vai in tribunale da sola".
Questa povera bambina aveva otto, dicasi, otto anni.

Fonti Scettico e NouvelObs



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Islam pedofilia

permalink | inviato da Orpheus il 16/9/2009 alle 21:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto   <<  1 | 2 | 3  >>   ottobre