.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

28 febbraio 2009

La follia di Hamas corre sul web: where is Unicef, Mr. Ban Ki-moon?

Hamas, il partito armato palestinese armato e finanziato dall’Iran, ci riprova con internet: dopo che i provider francesi e russi s’erano rifiutati di continuare a ospitare il precedente AqsaTube, ora Hamas ha lanciato Palutube, il suo nuovo sito di file sharing, mentre AqsaTube ha cambiato nome e grafica ed è diventato TubeZik. Palutube e TubeZik sono siti web di file sharing, come Youtube, in cui gli utenti possono caricare video clip. Ovviamente le clip ospitate nel sito web contengono incitamenti alla distruzione d’Israele, inneggiano alla guerra, propugnano il terrorismo, glorificano Hamas, e soprattutto diffondono notizie contraffatte. Sul sito web ci sono anche numerosi manifesti e filmati riguardo l’operazione Piombo Fuso, che viene definita come olocausto. Come nel caso di altri siti web di Hamas, le informazioni pubblicate seguono l’ideologia radicale e la politica guerrafondaia del movimento.

Solitamente la pubblica denuncia di fornitori di servizi web internet per società con scopi terroristici ottiene l’effetto di mettere offline tali siti, ma occorre vigilare continuamente per rendere difficile alle organizzazioni terroristiche fare la loro propaganda mediatica. Ovviamente non si può fare nulla per il lavaggio del cervello operato da queste strutture all’interno dei propri paesi, e se ne vedono gli effetti sulla gioventù iraniana, palestinese, libanese, siriana, ma non solo, visto che su YouTube girano per tutto il mondo le stesse immagini di Hamas d’indottrinamento all’odio, come questa in cui bambole e pupazzi incitano a uccidere gli israeliani (clicca qui); oppure quest’altra intitolata Bombs are more precious than children (Le bombe sono più preziose dei bambini); il tutto sempre condito dalle prediche religiose contro gli Occidentali cui si augura la peggior morte.

Ma se la guerra di disinformazione appartiene alla strategia politica degli islamisti, quel che invece sconcerta è la sua accettazione supina da parte delle organizzazioni internazionali e di taluni media occidentali. L’Onu è caduto nella trappola della falsa informazione, fornendo cifre fasulle e denunciando episodi inventati nel corso del recente conflitto di Gaza, salvo poi ritrattare tutto e chiedere ufficialmente scusa al governo israeliano. Ma a quel punto solo pochi giornali hanno riportato la notizia.

La propaganda di Hamas e del fondamentalismo islamico è talmente ben strutturata che tra i media occidentali nessuno si è preso la briga di informare l’opinione pubblica di come sotto la facciata degli aiuti umanitari targati Onu arrivino ad Hamas interi carichi di armi nelle scatole di medicinali, e di come buona parte dei finanziamenti europei (miliardi di euro) per la popolazione civile vengono regolarmente incamerati dalle bande armate palestinesi dei signori della guerra.

I maestri della falsificazione e della propaganda mediatica sono unanimemente considerati Hamas, Hezbollah, e Teheran che ne è il deus ex machina.
Quattro sono i pilastri su cui si basano: strategia della verità, scudo umano, drammatizzazione, demonizzazione. E gli effetti sui media europei si vedono eccome. Ne è un esempio il quotidiano italiano Il Manifesto, che il 12 febbraio scorso ha presentato ai suoi lettori la vittoria di Tzipi Livni nelle ultime elezioni politiche israeliane con una vignetta di Vauro Senesi nel segno del peggior conformismo antiebraico e antioccidentale: la Livni, secondo Vauro, è un avvoltoio che proclama vittoria sulle macerie di Gaza. Disumanizzazione dei politici israeliani, condanna morale degli elettori descritti come assetati di morte e distruzione, deformazione degli eventi della guerra tra Israele e Hamas trasformata in una spedizione punitiva israeliana contro i civili di Gaza: questi sono i messaggi di una vignetta criminale che poteva benissimo essere pubblicata su uno dei tanti giornali arabi falsificatori di verità.
Riassunto dall'Occidentale
Anche in questo caso viene alla ribalta l'immensa ipocrisia e disonestà morale di certa sinistra, pronta a strapparsi i capelli, se un bambino palestinese perde la vita durante uno scontro a fuoco,  ma che ignora VOLUTAMENTE, i terribili abusi che subiscono gli stessi bambini palestinesi da parte di Hamas.
Una cecità ideologica che legittima questi abusi e condanna migliaia di bambini ad un'infanzia negata, ad una morte precoce, oltre a formare i futuri terroristi che impediranno qualsiasi processo di pace per il M.O.
Consiglio vivamente la visione del video per rendersi conto, di quale immane follia siano artefici i terroristi di Hamas e i loro finacheggiatori italiani e occidentali.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. hamas abusi infanzia

permalink | inviato da Orpheus il 28/2/2009 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

28 febbraio 2009

DOVE SONO I PALADINI DELLA COSTITUZIONE?

Dario Franceschini con il padre Giorgio 

La Corte Incostituzionale ha dato ancora prova di sé. I giornali nascondono la notizia, perché se ne percepisce lo spessore vergognoso. Lo capiscono anche dentro la Corte, visto che si segnala una scheda bianca (l’altra dovrebbe essere dell’interessato), evidentemente in dissenso con un costume che porta i tutori a violentare la Costituzione.
Il fatto: Francesco Amirante è stato eletto presidente della Corte, esattamente come da me previsto lo scorso 23 novembre. Sono un veggente? No, posseggo un calendario.
Il quinto comma dell’articolo 135 (e mi riferisco alla Costituzione, che tutti difendono, pochi leggono ed in massa dileggiano) stabilisce che il presidente della Corte rimane in carica tre anni ed è rieleggibile. Ma i signori giudici hanno, da tempo, preferito la propria convenienza e prosopopea, privilegiando la prassi di far fare il presidente a chi c’è da più tempo e toglie il disturbo per primo. Così, a turno, fanno tutti i presidenti e tutti diventano emeriti. Lasciamo perdere cosa. La prassi dei fattacci loro contro il dettato costituzionale. Lo scrissi quando elessero Flick (non il primo e non l’ultimo), e lui volle rispondere, con saccenza, indirizzando una lettera a Feltri: il suo collaboratore non ha letto il mio discorso. Presi, fra virgolette, la frase che confermava la mia denuncia e la pubblicai. Tacque, non potendo fare altro.
Amirante sarà presidente fino al dicembre 2010, poi eleggeranno De Siervo, per quattro mesi, seguirà Maddalena, per tre. Ci sono due cose che possono interrompere questo sconcio: un augurabile sussulto di dignità e un non augurabile intervento della natura. Di sicuro, se alla Consulta riducono in coriandoli il testo che dovrebbero preservare, ciò si deve all’assenza di coscienza civile, alla viltà di chi tace ed alla modesta caratura, morale e giuridica, di quei giudici.
Siamo rimasti in pochi, a credere nella giustizia.
Quello degli arrabbiati è un club esclusivo, mentre gli altri s’affollano nella guerra per bande. Sapete perché la politica si rimpiatta?
Perché: a. è affollata d’incapaci, e b. è in attesa della sentenza sulla non processabilità del presidente del Consiglio (che presumo sarà dichiarata incostituzionale). Questa è la scena. Arrabbiatevi, non abbiate paura. Il coraggio ci vuole, ma ad essere complici.
Da Davide Giacalone-Libero
Dove sono i paladini della Costituzione? Tutti spariti? Tutti colpiti da un'improvvisa afonia?
Dove sono i paladini in servizio permanente attivo contro i PRESUNTI ATTACCHI del Premier, che dalle piazze imboniscono torme di utili idioti?
Quelli che giurano sulla 'Sacra Carta', con la voce rotta dalla commozione, quando in effetti, la stanno usando come spot pubblicitario ed elettorale?
Dove sono questi piccoli esseri ipocriti e arroganti, sicuri di potersi permettere tutto, perchè sanno di poter contare su un patrimonio enorme: l'idiozia di una buona fetta del loro elettorato.
Prosit! Buon prò gli faccia. Ognuno merita di essere trattato per quel che vale, e se un cittadino, crede a tanta disonestà intellettuale, non é meglio di chi lo rappresenta, solo più stupido.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Costituzone corte Costituzionale

permalink | inviato da Orpheus il 28/2/2009 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

27 febbraio 2009

Cosa non si fa per rimanere a galla...

 
Capita che quando non si hanno appigli mentre si sprofonda nell'abisso del nulla politico, anche un fuscello, diventa il ramo di un baobab a cui attaccarsi per colpire il 'nemico'.
Così due eminenti rappresentanti del Pd,  Anna Paola Concia e Donata Gottardi denunceranno il premier per disprezzo della dignità femminile, portando a proprio sostengo alcune battute del Cavaliere (oltre a quella su Carlà) che sottolineerebbero l’astio berlusconiano per il gentil sesso. Dal consiglio rivolto ad una precaria di “sposare un miliardario”, in piena campagna elettorale, all’uscita che per combattere l’emergenza stupri occorrerebbe un soldato per ogni bella donna che passeggia per strada.
In tempi in cui c'è ben altro disprezzo di cui prender atto (uno stupro al giorno, evidentemente é una quisquillia), in cui la crisi spaventa e preoccupa, in cui la giustizia lascia nelle grinfie dei propri stupratori bambine innocenti...le due impavide 'piddine' si scagliano contro il fedifrago Cav. che 'disprezza la dignità femminile' a suon di battute galanti e un po' retrò.
Però che menti!!! Ma gli paghiamo anche lo stipendio?
I giudici che hanno, liberato stupratori perchè con "i jeans non c'è stupro" quelli la esaltano la 'dignità femminile' , anche i romeni che stuprano 14enni per 'dispetto', sono da 'capire', perchè  anche gli italiani lo fanno...
Francamente non so se ridere o piangere, davanti al livello a cui é sprofondata l'opposizione, incapace di rinnovarsi, di idee e progetti, si avvita su se stessa e punta sempre alla solita demonizzazione del Cav.
Il Cav. accresce il consenso, gli italiani ridono davanti alle battute da avanspettacolo del Pd., e lo stesso sprofonda sempre di più...contenti loro.
Orpheus
Update Arrivata la smentita sulla frase incrimata pronunciata da Berlusconi, come al solito il sinistrume che vive e prospera sulla demonizzazione di Berlusconi, ha stravolto completamente quello che aveva detto il Premier: "Tu sais que j'ai étudié à la Sorbonne" (tu sai che ho studiato alla Sorbona)". Fa specie che due rappresentanti della nostra opposizione ha preso la palla al balzo per salire sul carro di chi denigra, il premier italiano. D'altronde non sanno fare altro.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi Sarkozy

permalink | inviato da Orpheus il 27/2/2009 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

27 febbraio 2009

Bambini stuprati e magistrati che "violentano" la giustizia

 

Bel paese l’Italia, di santi, poeti, navigatori e giudici in tutt’altre ‘faccende affaccendati’, che ci mettono tre anni, dicasi tre, per chiedere il rinvio a giudizio dello stupratore di una bambina di sei anni.
Capita quindi, che il ‘presunto’ stupratore, che è presunto UNICAMENTE perché non è stato processato, sia stato riconosciuto, come suo aguzzino, da un bambino di dodici anni, a sua volta stuprato e seviziato con un manico di scopa.
L'orco in questione era stato denunciato nel 2005 , per la violenza che avrebbe inflitto alla nipote della convivente.
La procura di Napoli ci ha messo tre anni, tre lunghissimi anni, per interrogare la bambina in sede di incidente probatorio, dopo la denuncia.
La “spiegazione” della procura é raccapricciante: durante un confronto la bambina si contraddisse.
Ergo la colpa è della bambina, che si è contraddetta tre anni dopo la violenza, una bambina di sei anni!
Ma se anche la contraddizione fosse stata decisiva, ci vogliono tre anni per venirne a capo?
E dato che si è poi chiesto il rinvio a giudizio per atti di libidine, non si poteva farlo in poche ore?
Che razza d’indagini sono state fatte?
Domande ovvie, com’è ovvio che nessuno le porrà e nessuno risponderà. Sta di fatto che, quattro anni dopo, ci troviamo un altro bambino massacrato che accusa lo stesso mostro. Speriamo non si contraddica, altrimenti la magistratura ci metterà altri tre anni per decidere cosa fare.
In un Paese civile queste storie sarebbero finite davanti ad un giudice, nel giro di una settimana. Da noi, invece, il giudice non si è ancora visto.
Il ministro Alfano ha disposto accertamenti, una misura RIDICOLA, tanto si sa, che chi ha sbagliato NON pagherà, al suo posto ha già pagato un bambino di 12 anni.
Vergogna!.
Orpheus
Update- Ecco un'altra innocente che pagherà per l'ottusità dei giudici, un uomo indagato per gli abusi sulla figlia di tre anni  e per i maltrattamenti e lesioni nei confronti della moglie, OTTIENE L'AFFIDAMENTO della piccola...non ho parole.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pedofilia giustizia indecente stupri napoli

permalink | inviato da Orpheus il 27/2/2009 alle 18:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 febbraio 2009

I motivi per cui i matrimoni misti sono pericolosi per le donne occidentali

 

Il recente barbaro assassinio di una madre e della sua bambina di due anni, ha riportato in primo piano, il nodo dei matrimoni misti.
Maria Giovanna Magli, con la lucidità e la mancanza d’ipocrisia che la contraddistinguono, mette il dito sulle cause principali che sconsigliano ad una donna occidentale, e in particolare italiana, ad unirsi ad un uomo islamico.
Dice la Magli “lo ritengono un contemporaneo” con gusti e abitudini diversi.
Non è così:“L'uomo musulmano, invece, appartiene al mondo dell'Antico Testamento, quello di 3000 anni fa, in quanto Maometto ha fondato il Corano sui primi cinque libri della Bibbia. Si tratta di un abisso in confronto al nostro mondo, non soltanto per tutti gli avvenimenti che hanno segnato il divenire del tempo e della storia in Occidente, ma soprattutto per le profondissime differenze di diritto e di costume nei riguardi delle donne. La società musulmana è tipicamente patriarcale. L'uomo è capo e padrone delle mogli e dei figli che gli devono obbedienza in tutto. La legge religiosa è l'unica legge in campo penale e civile. Vige la giustizia del taglione, con la mutilazione delle membra a seconda del tipo di reato e la condanna a morte per lapidazione per i crimini più gravi compreso l'adulterio. Insomma, è indispensabile capire che l'innamoramento non può cambiare nulla a una realtà di questo genere e che sono le donne a ingannarsi quando lo sperano e vi si affidano”.

Mi spiace ma non condivido in toto questa analisi, 'l’Homo Islamicus', non s’innamora, ed è per questo che non cambia.
L’amore è fondato sul rispetto reciproco delle differenze psichiche e fisiche fra uomo e donna.
Non ci può essere amore se l’uomo considera la moglie, un essere inferiore, da “possedere” come un capo di bestiame e da punire in modo esemplare a seconda della gravità del suo comportamento.
Il rapporto fra un 'Homo Islamicus' ed una donna, è prepotenza e debolezza, dominio e sottomissione, violenza e sopportazione. Dove sta l’amore in mezzo a tutto ciò?
Lo dimostra chiaramente anche quest’ultimo atto atroce che vede la punizione, per essere stato “mollato” , allargata anche alla bambina di due anni, colpevole come la madre, di essersi sottratta al suo dominio di uomo-padrone, un sentimento talmente forte e radicato, che ha persino cancellato, l’amore paterno.
Non a caso le donne “ribelli” vengono sempre ammazzate con metodi estremamente cruenti, decapitazioni e sgozzamenti sono le punizioni previste per chi non si sottomette al gioco di un rapporto minato dalla visione contorta e preistorica dell’Islam radicale.
Finisce la Magli:
"Messo in chiaro questo presupposto, rimangono per noi in tutta la loro ferocia i delitti di questi giorni. È indispensabile fermare l'immigrazione musulmana. È indispensabile che il governo emani delle norme restrittive sui matrimoni o sulle convivenze miste e che, quando nascano dei figli, la tutela venga sorvegliata dallo Stato. Ma soprattutto è indispensabile eliminare il principio, adottato insieme al «politicamente corretto», di non giudicare le religioni. L'islamismo è una «religione-cultura» totale ed è assurdo non poterne discutere come si fa per qualsiasi altra cultura. Se vogliamo avere rapporti più sereni anche con gli Stati islamici e aiutare almeno l'Africa ad uscire dalla condizione di arretratezza psicologica e sociale, oltre che dalla povertà, in cui si trova, abbiamo il dovere di parlare delle norme coraniche, della Sura che stabilisce l'inferiorità della donna, della necessità di assumere forme di diritto penale e civile adeguate al mondo moderno.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. islam rapporti misti

permalink | inviato da Orpheus il 27/2/2009 alle 17:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

26 febbraio 2009

Berlusconi cancella il finanziamento elettorale ai partiti che non superano il 4%

 
Stamane il Pdl, ha fatto approvare in commissione un emendamento del suo parlamentare Giorgio Stracquadanio che aboliva una novità introdotta al Senato: il finanziamento pubblico anche ai partiti che alle europee non raggiungessero il 4% e superassero però la soglia del 2%. Il Pd si è astenuto, l'Udc ha votato contro. Una parte del Pd (Zaccaria e Amici) ha protestato e dichiarato che ritenterà di introdurre quel finanziamento in aula (ma non ci riuscirà).
Al di là del senso di indecenza che provoca la prospettiva di finanziare chi non ha consensi e non raggiunge neanche il 4%, il tema è squisitamente politico e interessantissimo.
Finanziare chi ha il 2% significa infatti favorire la proliferazione delle liste -sono 6-7 quelle che credono ogni volta in questo miraggio, a stento raggiunto nei fatti da 1 o 2- e incrinare lo schema bipolare che Berlusconi -e prima di lui Veltroni, parlandone da vivo- hanno inteso introdurre in Italia con le politiche del 2008.
Oggi, in concreto, significa condannare all'estinzione tutti i cespugli a sinistra del Pd e quindi tutta la strategia di D'Alema (e pare proprio anche di Franceschini) che tende a resuscitare la sinistra radicale, darle rappresentanza e agire secondo lo schema classico dell'Ulivo, della coalizione antiberlusconiana.
Per quanto riguarda il Pdl, questo finanziamento, dà fastidio solo a Fini, perché Storace potrebbe forse raggiungere questo risultato (e quei voti non andrebbero comunque al Pdl) e quindi dargli delle noie dentro la sua componente (soprattutto nel Lazio, a livello locale).
Berlusconi, però, soprattutto ora che il Pd è caduto in catalessi, intende marcare al massimo lo schema bipolare e soprattutto ostacolare la prospettiva della formazione di un'altra coalizione di cespugli ''de sinistra'', che rimpinguino in qualche modo il magro bottino elettorale del Pd di qui a qualche anno.
Insomma, una proposta popolarissima -non dare soldi a chi non ha rappresentanza- si sposa con un solido schema politico.
Speriamo che duri.
Carlo Pannella-Legnostorto
Ci mancherebbe solo la rinascita del caravanserarglio prodiano, che ha portato l'Italia sull'orlo del baratro.
Solo dei totali incoscienti potrebbero tentare di tornare al governo, ben sapendo di NON poter governare.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pdl finanziamento partiti

permalink | inviato da Orpheus il 26/2/2009 alle 20:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

26 febbraio 2009

L'impegno del Governo Berlusconi contro le mafie

  

Un aspetto molto importante del “pacchetto” sicurezza del Governo Berlusconi riguarda la lotta alla criminalità organizzata di qualsiasi stampo. A tal fine 8 norme su 30 riguardano la legislazione anti-mafia.
-Due anni di carcere in più ai mafiosi, e il reato di associazione mafiosa sarà contestato anche alle organizzazioni criminali straniere.
-confisca dei patrimoni anche post mortem.
-I mafiosi condannati non potranno più avvalersi del gratuito patrocinio.
-divieto di patteggiamento in appello per i reati di Mafia
-Più poteri al procuratore nazionale Antimafia, che potrà decidere le misure di prevenzione da adottare.
-Infine 100 milioni di euro, provenienti
dalle confische di beni ai mafiosi (per esempio i100ml sequestrati recentemente a Salvatore Buttitta, prestanome di Provenzano) destinati alla sicurezza.

A questo va aggiunto che 
Il Ministro della Giustizia Castelli HA RESO PERMANENTE la validità dell'art. 41 bis (carcere duro per i mafiosi).
La sinistra, all'opposizione votò compatta CONTRO  tale provvedimento. Il
garantismo, spesso praticato in Italia su basi ideologiche o di schieramento, infatti, provocò una forte opposizione parlamentare e di piazza all'introduzione dell'art. 41 bis, opposizione praticata dalla SINISTRA e dal partito Radicale, fin dal 1993.

A questo punto vi chiederete come mai, ho voluto sottolineare l'operato del Governo Berlusconi, contro la mafia.
Il perchè é presto detto, gira fra i blogger di sinistra, la "favoletta" (o meglio l'infame calunnia) 
che "da quando c'e' Berlusconi non si sequestrano piu' i beni dei mafiosi", perchè Il suddetto ebbe come stalliere il defunto Mangano dal 1973 al 1975.
L'affermazione di per se, é un' idiozia assoluta.
Non spiega, infatti, COME Berlusconi abbia RAGGIUNTO TALE RISULATO.
Come di grazia? Salito lui, al governo, a cascata sono diventati tutti mafiosi? Comprese forze dell'ordine, magistrati e procura nazionale antimafia? Centinaia di soggetti in tutta Italia?
Oppure sempre "don" Berlusconi ha mandato ai suddetti una circolare con su precise disposizioni di non confisca dei beni mafiosi? Affidandola magari all'ectoplasma di Mangano? 
Siamo di fronte anche in questo caso alla sterminata disonestà intellettuale di certa sinistra, ma anche alla sua abissale stupidità, disinformazione e ignoranza. Perchè solo uno stupido, disinformato e ignorante può accettare una simile tesi, senza porsi le più elementari domande testè riportate.

E vogliamo parlare dell'opposizione della sinistra al 41 bis, reale e documentata? Opposizione che favorisce la mafia.
Oppure di cosa ha fatto in due anni il precedente Governo Prodi, contro la mafia, riassumibile in: NULLA.
Quindi se c'è una parte politica che non si é data molto da fare, è proprio la sinistra, malgrado ciò, non mi sognerei MAI, di dichiarare che Prodi é stato un "padrino" che proteggeva i suoi amici picciotti. Non basta dire, bisogna DIMOSTRARE.
Vero é che ci sono infiltrazioni mafioso-camorristiche a livello locale nelle istituzioni, ma sono bipartisan e ubicate là dove camorra e mafia tengono in pugno il territorio.
NESSUNO  può, quindi alzare il ditino e impartire lezioni di moralità, spacciando come "vangelo", calunnie predicate da chi é andato in vacanza con un mafioso. Questo si, dimostrato e documentato.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo berlusconi lotta mafia

permalink | inviato da Orpheus il 26/2/2009 alle 17:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

25 febbraio 2009

L'Australia taglia la quota di immigrati

 
Avete presente l’Autralia? E’ il sesto stato del mondo in ordine di grandezza (7.686.850 kmq) con una densità di 2,79 abitanti per kmq.

L'Australia ridurrà la quota annuale di immigrati per la prima volta in 8 anni a causa dell' indebolimento dell'economia e della domanda di lavoro.
Anche se l'Australia non è ancora in recessione, lo sono sei dei suoi maggiori partner commerciali. La crescita economica si è fermata e si prevede che la disoccupazione raggiunga il 7% alla metà del 2010.
Quindi è ovvio che il governo australiano guardi avanti, e diminuisca la quota d’immigrazione, primo per salvaguardare la possibilità di chi ha perso il lavori, di trovarlo nuovamente, secondo perchè i disoccupati, non potendo morire di fame, possono finire per delinquere.

L’Italia ha una superficie di 301.338 Kmq. e una densità 198.8 abitanti per Kmq.
Sarebbe il caso che anche il Governo Italiano si muovesse a limitare gli ingressi. Perché il problema dell’emergenza criminalità, può solo peggiorare se la crisi si farà sentire.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. immigrazione

permalink | inviato da Orpheus il 25/2/2009 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

23 febbraio 2009

Avviso

                                         
A Milano noi "polentoni" il carnevale lo festeggiamo questa settimana, e quindi io vado fuori città, a ritemprarrmi;-)
Come al solito cercherò ugualmente di aggiornare il blog, da dopodomani.
Un ciao a tutti
Mary




permalink | inviato da Orpheus il 23/2/2009 alle 22:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

23 febbraio 2009

La stampa politically Correct cambia musica sul "caso romeno"


Che cosa leggono le mie esterrefatte pupille?
Omicidi, violenze, furti: il “caso romeno”
Il rapporto: primi tra gli stranieri nei reati più gravi. Sono il 15% degli accusati di omicidio e il 37% di chi ruba.

E ancora: “l problema, però, assume un altro peso se si esamina la quota-parte di gravi reati per i quali sono chiamati in causa i romeni. Nell'arco di tre anni, infatti, dal 2004 e al 2006, i romeni sono risultati al primo posto tra gli stranieri per gli omicidi volontari, primi per le violenze sessuali, primi per i furti in abitazione, con strappo e con destrezza, primi tra gli estortori e nelle rapine in esercizi commerciali, come dimostrano le elaborazioni sui dati del ministero dell'Interno. E hanno così scalzato il triste primato degli albanesi”.

“Gli stessi dati dimostrano che, mentre servono gli immigrati di dieci diversi Paesi per arrivare al 50% degli stranieri presenti in Italia, bastano solo romeni, marocchini e albanesi per mettere insieme la metà dei denunciati stranieri per furti con destrezza e in abitazione (e un terzo del totale delle denunce, italiani inclusi”).

.Un altro aspetto segnalato da Pittau sono i costi finanziari dei reati commessi dagli stranieri in Italia. Cita una ricerca di Andrea De Nicola, docente di Criminologia all'Università di Trento, secondo cui le violenze sessuali commesse da stranierinelle quali tristemente primeggiano i romeni — sono il reato singolo che incide di più: si tratta di 2,7 miliardi di euro di spesa all'anno.

Ma guarda quello che Maroni e il cdx ripetono da mesi beccandosi dei razzisti e degli xenofobi, perché si “criminalizza” un’ etnia. Fin’ora era vietato dire che i romeni sono quelli che delinquono di più.
Va da sé che non bisogna fare di “tutta l’erba un fascio”, come afferma Dmitru Jlnca, 38 anni.
Ma il governo e il centro-destra non hanno MAI FATTO nessun “fascio”, eppure si sono beccati l’epiteto di razzisti, di fomentatori di xenofobia, di novelli nazisti, dai soliti SEPOLCRI IMBIANCATI, semplicemente perché hanno dichiarato che i romeni sono gli immigrati che delinquono di più. La verità, come si evince da questo articolo.
Evidentemente qualcuno in “paradiso” ha fatto sapere alle proprie veline, che continuare sulla politica dell’ immigrato "bravo, bello e buono" A PRESCINDERE, era un atteggiamento SUICIDA.
E oggi il Conserva ha tirato fuori il “caso romeno”.
Quando si dicono le coincidenze…
Orpheus
Update
 E' morta l'anziana donna 83enne, violentata da un romeno, adesso il colpevole dovrebbe beccarsi l'ergastolo.
Update 2
I dati parlano chiaro. E spaventano. In Italia si trovano attualmente circa 2.700 cittadini romeni che sono in carcere in attesa di giudizio o condannati in via definitiva. Non solo. Sul territorio italiano si trova oltre il 40 per cento dei romeni ricercati con mandato internazionale. A rendere pubblici i dati sulla criminalità romena è stato lo stesso ministro della Giustiza romeno Catalin Preodiu nel corso di una conferenza stampa a Bucarest.




permalink | inviato da Orpheus il 23/2/2009 alle 12:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

22 febbraio 2009

Partito Dinosauri alla riscossa

 

Continuate così fatevi del male.
Il Dariosauro Franceschini oggi alle 16 sarà a Ferrara a giurare fedeltà al partito.
Lo farà fra squilli di tromba(mento) e cariatidi varie e assortite, nella sua Ferrara, .
E per capire la portata del valore simbolico dell'evento, la cosa migliore è citare le parole pronunciate ieri dal Dariosauro: “se sarò eletto, andrò nella pianura Padana che è terra di valori e di antifascismo: e per questo andrò al castello Estense dove nel 1943 furono trucidati 13 cittadini innocenti come monito contro i partigiani. E lì davanti chiederò a mio padre, che allora era un giovane partigiano di portare la copia della Costituzione, e giurerò sopra la mia fedeltà".
Seguono pianti si commozione del Fassinopteryx, baci della Bindosaura e abbracci del pericolosissimo Dalemosauro Rex, che s’è già “magnato” il mite e soporifero Veltronodonte.
Ma l’indomito Dariosauro in uno scatto di puro coraggio autolesionista ha sfidato anche il Cavaliere Azzurro, già terminatore di ben sette o otto esemplari di rarissimi suoi predecessori: “Egli- ha detto-disprezza i principi della nostra democrazia e offende la Costituzione. E noi riformisti dobbiamo anche saper alzare la voce. Berlusconi non vuole governare il Paese ha in mente di diventare il padrone d'Italia e vuole una forma di autoritarismo. Attacca la Costituzione, cinicamente, davanti al letto di una ragazza morente. Autorizza le ronde facendoci vergognare nel mondo".
Alla parola RIFORMISTI si é sentito un boato.
Uno sconvolgimento tellurico?
L’eruzione di un vulcano primordiale?
Il Big Bang?
No, metà Italia che è scoppiata a ridere…
Non so se le ronde ci faranno vergognare nel mondo, ma sono sicura che una sinistra ormai sommersa dal ridicolo, come questa, fa vergognare chi l’ha votata.
Continuate così fatevi del male.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. satira franceschini giuramento

permalink | inviato da Orpheus il 22/2/2009 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

22 febbraio 2009

"Io gridavo, loro erano fieri perché ho solo 15 anni"

 

Ci sono attimi nella vita, che la cambiamo profondamente e per sempre, attimi che lasciano il marchio del terrore, e che la notte ci fanno risvegliare coperti dal sudore gelido del panico incontrollabile.
La mia vita è cambiata nel momento in cui, io e Mimmo ci siamo seduti su quella panchina, il giorno di San Valentino con il cuore e la mente pieni d’amore e di sogni, e ci siamo ritrovati nel peggior incubo della nostra vita.
Loro le bestie si sono avvicinati, incuranti della nostra giovane età e della nostra vulnerabilità, o forse proprio per questo: eravamo prede facili.
Ci hanno derubato e obbligato, minacciandoci di morte, a seguirli in un punto appartato del parco, nascosto alla vista della gente, improvvisamente una delle due bestie, ha colpito Mimmo alla “schiena con un pugno dopo averlo costretto a sdraiarsi”, mentre l’altro mi costringeva ad allontanarsi ulteriormente con lui”.
Ero “terrorizzata”e ho seguito“il ragazzo dai capelli biondi”che mi ha stuprata “con rabbia”. Mentre l’altro teneva bloccato Mimmo costringendolo a guardare il mio stupro: io urlavo, urlavo, urlavo in preda al dolore e al panico, supplicandolo di smettere quella tortura, e il mio aguzzino si vantava, era “orgoglioso e fiero” che io avessi solo 15 anni.
Poco più di una bambina, che tutto si aspetta dalla vita, tranne di essere stuprata da una bestia in un parco pubblico alle sei di sera.
Appena” terminata la violenza l’uomo dai capelli biondi si scambiava i ruoli con il complice, passando lui a tenere bloccato Mimmo, arrivando a “fumargli sul volto” mentre l’altro mi costringeva ad un nuovo violento stupro.
Finito di violentarmi ci hanno intimato di “ incamminarci tenendo un atteggiamento tranquillo per non destare sospetti”, ci hanno ordinato “di rivestirci e di riacquistare un aspetto più dignitoso, chiedendomi cosa avrebbe detto mia madre vendendomi senza calze”. E infine mi hanno chiesto dei fazzoletti di carta, “in quanto volevano pulirsi”...”.
E l'ultima terribile minaccia:"Non seguiteci, siamo abituati ad ammazzare le persone".

Questala deposizione della quindicenne stuprata, che ho messo in prima persona, sperando che i “buonisti” del facciamo entrare tutti, s’immedesimino in Alice e in tutte le vittime come lei, e si rendano conto QUANTO sia costata e costi in termini di sofferenza alle vittime, l’utopia devastante e buonista che ha ridotto le nostre strade ad un “parco giochi” per la feccia arrivata (e che arriva) nel nostro paese con il preciso e UNICO intento di delinquere.
Una feccia che ha in se una barbarie inconcepibile, è di ieri l’ultima notizia, di un italiano, un povero pensionato di 63 anni, dal buon cuore, che è stato ucciso a martellate, smembrato e messo a pezzi in una valigia.
C’è poco da dire, solo che DOBBIAMO difenderci e se i nostri politici fanno orecchie da mercante(leggi Fini), dobbiamo far arrivare loro, la nostra voce alta e forte: via dal nostro paese i clandestini che invadono le nostre città, mettendo a repentaglio la nostra vita e quella di chi amiamo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emergenza stupri

permalink | inviato da Orpheus il 22/2/2009 alle 12:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa

21 febbraio 2009

Franceschini chi?

 

Non so se mi fa più ridere o piangere la classe dirigente del PD, di sicuro se la canta, se la suona e si applaude, fra lo sconcerto generale del paese.
Sono usciti dall’Assemblea nazionale del partito, come se avessero vinto un terno al lotto, quasi, quasi a vederli così ilari e giulivi, viene voglia di perdere l'elezioni per i prossimi cinque anni, della serie "una batosta elettorale al giorno toglie il medico di torno" forse é per questo che sono così contenti... 

Archiviata con “quattro chiacchiere” autogratificanti, la débacle sarda che ha portato alle dimissioni di Veltroni, gli “é tornato l'ottimismo, la fiducia, la voglia di combattere'' che sarebbe “la prova che l'unico che aveva capito era Veltroni, la dimostrazione che la sua scelta e' stata un atto d'amore per il partito".
Ma se Veltroni è l’unico che capisce qualcosa perché l’hanno rispedito in panchina?
"Adesso è la stagione dell'unità" continua Franceschini, peccato che durante il discorso di Parisi l'assemblea nazionale del Pd si è svuotata: almeno la metà dei delegati ha lasciato la platea.
Anche la Finocchiaro si proclama “molto soddisfatta, sono felice e' duro ma ce la faremo” “E' un partito - dice - che si fa nel farsi. Alcuni valori sono intrinseci a ciascuno di noi ed e' tanto il cammino che abbiamo gia' fatto”. Frase che fa un bell’effetto ma non dice nulla.
Come riusciranno a tenere insieme le anime opposte del PD? Non c’è riuscito nemmeno Veltroni con il Vinavil!
Ci riuscirà Franceschini ex-democristiano dall’incerto avvenire?
Ne fa uno esilarante (ma preoccupante) ritratto Feltri:
“Pur sorretto dall’illusione di essere all’altezza del compito di leader reggente, reca sul volto i segni premonitori del fallimento cui va incontro giulivo. Se il veltronismo (sintetizzabile in una parola, zero) non ha funzionato con Veltroni è scontato non possa funzionare con il ragazzo di bottega, al quale, sia detto con affetto, mancano i fondamentali perfino del venditore di fumo, egli non avendo alcunché da bruciare eccetto l’incenso.
In una puntata memorabile di Porta a Porta, il turiferario, dopo aver menato con abilità il turibolo per circa un’ora, rinfrancato nel morale si avventurò in una polemica con Tremonti. Cosa di per sé rischiosa, ma addirittura temeraria se il terreno della disputa è l’economia.
Spazientito dallo sdottoramento del capetto progressista, l’attuale ministro chiese il permesso all’avversario di porgli una domanda. Questa: “Lei sa caro collega a quanto ammonti il Pil dell’Italia?
L’interrogato, in piena crisi di panico, balbettò parole incomprensibili in una lingua sconosciuta, probabilmente non di ceppo indoeuropeo, e sprofondò in una cupa disperazione abbandonando il dibattito per manifesta inferiorità.
Ecco chi è Franceschini.
Avrebbe dovuto bastare l’episodio rievocato a sconsigliare i democratici di affidarsi a un personaggio simile.
Perché lui, quindi? La prima ipotesi è che il Pd sia ormai preda del cosiddetto cupio dissolvi, cioè il desiderio di farla finita in fretta. In questo caso, Franceschini è l’uomo adatto.
La seconda ipotesi è politica. Tra pochi mesi si andrà alla consultazione elettorale: chi vuoi accetti di guidare la campagna funebre del Pd se non uno con la vocazione per le esequie? Avvenute le quali, in luglio o dopo l’estate, si svolgerà il congresso e solo allora si tenterà di rianimare la salma eleggendo un segretario vero, almeno in teoria".

Una nota a latere l'Assemblea nazionale ha chiuso i battenti con la “Canzone popolare”, che caratterizzo' la stagione dell'Ulivo e di Romano Prodi, preferendola agli inni più moderni scelti da Veltroni.
Dobbiamo aspettarci un “Ritorno al passato”? Non invidio proprio gli elettori di sinistra.
Orpheus
A proposito del mio dilemma iniziale scelgo la prima opzione...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd franceschini

permalink | inviato da Orpheus il 21/2/2009 alle 20:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

21 febbraio 2009

La memoria corta, ma molto corta di Di Pietro

 
Ho una curiosità enorme, come sia possibile, che un "miscuglio" di contraddizioni, di mancanza di limpidezza politica, di retorica stantia e ripetitiva e di giustizialismo piazzaiolo e a senso unico, che va sotto il nome di Antonio Di Pietro, trovi un seguito abbastanza numeroso che plaude le sue incoerenti farneticazioni.
Di Pietro denuncia il solito attentato alla libertà d'informazione: "In questo governo di regime abbiamo assistito all’ennesima spartizione lottizzatoria della Rai".
Sorvolando su:
 1) che i regimi non si mettono d'accordo con l'opposizione.
2) che LUI per primo ha tentato di “lottizzare” la RAI con il suo ostruzionismo del “O Orlando o niente”.
Se l'é opportunamente "dimenticato"?
e Orlando chi sarebbe? Un boys della De Filippi? Un missionario comboniano?
Ma no.. è solo il portavoce nazionale di Italia dei Valori dal 2006.
Quindi, se cedendo ad un atto di PREPOTENZA unilaterale del suo partito, durata mesi, fosse stato nominato Orlando, per Di Pietro non sarebbe stata una lottizzazione? No?
Buffone.
Detto questo, si sarebbe dovuto eleggere un cda fuori da logiche lottizzatorie, ma in Italia non é possibile, Pdl (governo) e Pd(opposizione) si sono spartiti le poltrone, in assoluto accordo, e hanno lasciato Di Pietro con il cerino in mano.
E' oscenamente meschino, che CHI ne é rimasto fuori, dopo aver tenuto in ostaggio il cda per IMPORRE un suo uomo, adesso indossi i panni di "sentinella" della libertà.
Ma Di Pietro può questo altro, chi crede in lui, é totalmente sprovvisto di capacità di critica (ad essere gentili).
notizia Falco Destro
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. di pietro rai lottizzazione

permalink | inviato da Orpheus il 21/2/2009 alle 12:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

20 febbraio 2009

Non solo ronde

 
La stucchevole polemica sulle ronde, sta mettendo in secondo piano un decreto che è un giro di vite alla violenza contro le donne, ma anche contro soggetti più deboli come i bambini e contro la criminalità in generale.
Gli immigrati potranno rimanere nei Cie fino a 6 mesi. I clandestini che arrivano in Italia saranno rimpatriati, a meno che non chiedano asilo o non siano minori. Questo vuol dire che chi arriva da un paese che ha un tasso di crescita del +6,3% stimato per il 2007 (leggi Tunisia), se ne ritorna a casina sua, senza e senza ma, e senza dar fuoco ai Cie. Fin’ora ci stavano due mesi, dopo di che, dovevano essere lasciati liberi di andarsene o espulsi, ma senza riconoscimento, non si poteva procedere all’espulsione e due mesi, spesso non bastavano.
Inoltre non sarà tollerata “nessuna forma di violenza dentro o fuori i Centri per gli immigrati (come quelle avvenute a Lampedusa) da parte di chi sta illegalmente sul territorio italiano”. Maroni annuncia poi che saranno aperti nuovi Cie.
Agli stupratori non saranno più concessi gli arresti domicliari
Con il decreto si introduce l’obbligatorietà della custodia cautelare in carcere per i delitti di prostituzione minorile, pornografia minorile, iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile, violenza sessuale, esclusi i casi di minore gravità, atti sessuali con minorenne, violenza sessuale di gruppo. Si prevede l’arresto obbligatorio in flagranza per violenza sessuale, tranne i casi di minore gravità, e per violenza sessuale di gruppo con conseguente possibilità di procedere con rito direttissimo e celebrare il processo anche nell’arco di 48 ore".
Ergo non c’è più trippa per i giudici buonisti.
Limitati anche i benefici della Gozzini.
Ergastolo per chi commette un omicidio inerente a una violenza sessuale.
Ergo uno stupratore assassino non potrà sfangare l’ergastolo perché la vittima ha opposto “fiera resistenza”.
Stalking
sono previste sanzioni per gli episodi di molestie e minacce reiterate prima che possano degenerare in condotte più gravi: le pene vanno da sei mesi a 4 anni, con aggravanti se il reato è commesso da un ex partner o marito o ai danni di soggetti particolarmente deboli.
Fondi e potenziamento uomini
E’ previsto lo stanziamento “immediato al ministero degli Interni di 100 milioni di euro per allestire un sistema piu’ efficace di presidio del territorio e 2.500 nuovi assunti tra le forze di polizia”.
E infine la "famigerate" ronde
Trattasi di volontari “pericolosamente” armati di cellulari e ricetrasmittenti per fare segnalazioni alle forze dell’ordine in caso di necessità, con la super visione di“ex poliziotti, carabinieri o appartenenti ad altri corpi dello Stato” .
Con il beneplacito delle “forze di polizia, quelle che tutti i giorni sono in strada, purché siano regolate attraverso i prefetti e l’ordine provinciale di sicurezza. Ad essere contrari sono solo alcuni sindacati.
Ergo non si tratta di “Padani Assassini e xenofobi” con la bava alla bocca e nemmeno di “Charles -giustiziere della notte-Bronson” in cerca di vendetta cieca per l’omicidio della mogliettina.
Tutto il resto che si legge sui giornali è fuffa demagogica di chiara marca buonista, la stessa fuffa che ha reso necessario questo decreto, perché ha ridotto le nostre strade in un “parco giochi” per stupratori, spacciatori and Co.
Orpheus

Update
Il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha precisato oggi che non tutti i commenti o le dichiarazioni di prelati sono riconducibili automaticamente al Vaticano.
Non di rado - ha spiegato padre Lombardi - i mezzi di informazione attribuiscono al "Vaticano", intendendo con ciò la Santa Sede, commenti e punti di vista che non possono esserle automaticamente attribuiti. La Santa Sede, infatti, quando intende esprimersi autorevolmente usa mezzi propri e modi consoni (comunicati, note, dichiarazioni)". "Ogni altro pronunciamento - ha affermato - non ha lo stesso valore".

Come SEMPRE alle dichiarazioni personali di mons. Marchetto, spacciate come "pensiero" del Vaticano é stata data grande enfasi, la SMENTITA dello stesso Vaticano é stata bellamente IGNORATA.
Incredibile come la stampa sia schierata.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. decreto sicurezza

permalink | inviato da Orpheus il 20/2/2009 alle 20:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

20 febbraio 2009

Testamento biologico, Englaro testimonial del "popolo" dell'eutanasia

 

La settima scorsa sul Corriere  il sig. Englaro ci aveva avvertiti: “scenderò in campo”, il silenzio invocato per la morte della figlia, è durato pochi giorni.
si appresta a continuare l’offensiva rilasciando interviste al vetriolo: “"La legge sul testamento biologico che il parlamento si appresta ad approvare è una vera e propria barbarie”. I cittadini, secondo lui, hanno le “idee molto più chiare dei nostri parlamentari, devono tutelare i propri diritti fondamentali che questa legge mette in discussione preparando il terreno per un vero e proprio Stato etico”.
Sembra di sentir parlare Pannella, manca solo lo slogan “No Vatican, No Taliban”.
Questione di punti di vista come sempre, per me è ingiusto usare la disgrazia di un congiunto per portare avanti battaglie personali.
E’ ingiusto lasciarlo anni in un letto, fra parentesi dalle suore che fanno parte di quello “Stato Etico” che si combatte, ma che evidentemente va bene se presta le cure dovute al congiunto, in SUA vece.
E’ ingiusto lasciarlo morire senza nemmeno il conforto di una mano amica.
E’ ingiusto non andare al suo funerale, a causa della “pubblicità”, quando poi si scende in piazza, e si rilasciano interviste.
E’ ingiusto imporre il silenzio a chi dissente, in rispetto al “dolore di padre”, dopo aver fatto per anni una questione PUBBLICA di quel "dolore".
Infine il sig. Englaro parli a nome suo e dei suoi “discepoli” e non dei cittadini, perché la maggioranza dei cittadini, non la pensa come lui. E presto lo toccherà con mano. Ha orrore di una legge che permette di far morire un altro essere VIVENTE (anche se gravemente disabile) di fame e di sete, con una lenta agonia. Perchè é questa é la verità. In tutti questi anni l’ho sempre visto parlare con voce, ferma, polemica, mai un tremore, mai un accenno di lacrime nel suo sguardo tagliente, quando parlava “della ragazza” , Eluana.
 Non è stata la sola ad essere in stato vegetativo persistente, non è la sola in Italia centinaia di giovani sono tuttora nelle sue condizioni. Ma é stata l'unica ad avere un padre come lui. Povera Eluana.
Con tutto il dovuto rispetto per questo tipo di tragedie, chi fa del suo dolore una pubblica battaglia, non ci si può, poi nascondere DIETRO, per evitare le critiche.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eutanasia englaro

permalink | inviato da Orpheus il 20/2/2009 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (35) | Versione per la stampa

19 febbraio 2009

I furbetti (milionari) dello spettacolino

 

Ci sono i furbetti del quartierino e poi quelli dello spettacolino che hanno capito, da 15 anni a questa parte, che il “tiro al Berlusconi” frutta un bel po’ di quattrini, magari non fa ridere e offende metà Italia, ma riempie le tasche. Così comici genovesi in crisi di mezza età, si riscoprono guru della rete, con blog dove, fra un insulto e un vaffa, vendono dvd dei loro spettacolini, rigorosamente anti-berlusconiani, e gadget vari, incassando annualmente euro più euro meno, quattro milioncini (4.272.591euro)

O mirabolanti comici che alternano al nobile Dante, comparsate in Tv con compensi che farebbero impallidire anche Re Mida.
Ma d’altronde qualunque insulto a Berlusconi si trasforma in oro.
Sul Sole24 ore di oggi c’è un articoletto molto interessante sulla premiata Benigni SPA, che fra una casa di produzione cinematografica (Melampo), un’etichetta musicale e due immobiliari, lui e la sua “Fata Turchina” stagionata, incassano annualmente circa trenta milioni di euro.
Malgrado la cifra iperbolica che gli piove ogni anno in tasca, il “toscanaccio”, per 20 minuti di sermoncino politico a San Remo ha richiesto 350.000 euro e, (perché c’è anche un “e”), l’acquisizione dei diritti dell’home-video per lo sfruttamento esclusivo delle sue performance in Tv, degli ultimi anni, ossia la Melampo può commercializzare e vendere un dvd contenente tutti i suoi sermoncini politici apparsi in tv. Il dato interessante è che il contratto riguarda un arco di 20 ANNI.
Tutti i beoti che vogliono riascoltare i suoi sermoncini politici correranno in edicola ad acquistare il dvd, e il Sig. Benigni diventerà sempre più ricco (da vero comunista).
A pieno titolo, può quindi declamare: “Maledetta sie tu antica lupa/ che più che tutte le altre bestie hai preda/ per la tua fame sanza fine cupa!”
Quanto a cupidigia non scherza nemmeno lui.

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grillo tv benigni antiberlusconismo

permalink | inviato da Orpheus il 19/2/2009 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

19 febbraio 2009

La satira su Obama é razzismo, quella su Bush alta espressione dell'umano intelletto

 
Se ti chiami George Bush, puoi essere insultato e INFANGATO in ogni modo, non solo paragonato ad una scimmia, ma anche ad un vampiro, ad un mostro alieno assetato di sangue, ad un genocida ricercato, ad un terrorista islamico, a Hitler, c'è persino un poster in vendita di Bush e di Cheney nudi e abbracciati e scopini per il gabinetto a forma di Bush.  
Tutto é permesso qualsiasi insulto e qualsiasi oltraggio in nome della libertà di satira, che decade IMMEDIATAMENTE  se ti chiami Barack Obama e sei il nuovo leader mondiale delle sinistre, oltre che Presidente degli USA, come George W. Bush.
Una vignetta innocua fa gridare allo scandalo, diventa "tout court" un epiteto razzista, un oltraggio senza precedenti e solleva la solita ridda di polemiche, policamente corrette, ma per nulla liberali.
Funziona in tutto il mondo così, solo la "satira" militante di sinistra é satira, per gli altri fioccano denunce e condanne, oltre al pubblico ipocrita sdegno.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra satira obama

permalink | inviato da Orpheus il 19/2/2009 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

19 febbraio 2009

Liberi di delinquere con la benedizione dei giudici

 
C’è un’emergenza criminalità in Italia frutto, sia di una politica immigratoria scellerata (leggi sinistra): gli immigrati sono il 6% della popolazione, ma sono responsabili del 40% delle violenze carnali, del 49% dei furti, del 24% degli omicidi, del 32% dei tentati omicidi, del 30% dei traffici di droga; sia da chi si OSTINA a negare questa evidenza, arrampicandosi sugli specchi pur di giustificare l’ingiustificabile (leggi sinistra), sia da una preponderante fascia di magistrati che di fronte al reo immigrato viene colta da moti di sensibilità e bontà d’animo degni più del libro Cuore, che non del codice penale (leggi magistrati di sinistra).
Il tunisino Jamel Moamid, che ha selvaggiamente stuprato la quindicenne di Bologna e il rumeno Loyos Isztoika, co-stupratore della ragazzina di 14 anni, a Roma sono solo gli ultimi esempi. Ma la lista è lunga, c’è la gang di rapinatori kosovari a Brescia che hanno massacrato due poveri custodi, liberata perché un magistrato aveva “dimenticato” di chiedere il rinvio a giudizio. C’è l’algerino Yousef Maazi 20 tra denunce e condanne, due decreti di espulsione sulle spalle ma INCREDIBILMENTE libero di girare e di stuprare un povero ragazzo disabile a Milano. E poi ancora la banda del delitto di Capodanno a Lodi: quattro extracomunitari che accoltellano a morte un tabaccaio beccati solo perché avevano cercato di incassare i gratta e vinci rubati. Uno solo era in regola, gli altri clandestini e già espulsi. Come Loyos e Jamel Moamid sono tutti delinquenti che dalla frequentazione delle nostre aule di tribunale hanno tratto la CERTEZZA che in Italia un immigrato, meglio se clandestino, può macchiarsi di qualsiasi crimine senza doverne rispondere, al massimo un “buffetto” sulla guancia (come si fa con un bambino disobbediente) e il monito di non farlo più.
Anche Loyos, lo stupratore “per dispetto” aveva in tasca un decreto di espulsione firmato dal prefetto, per l’accompagnamento coatto al confine, che un solerte magistrato di Bologna ha cancellato, ridandogli la libertà di stuprare. Chapeau!!!
Chi sono gli autori di questa giustizia “creativa”? Non è dato di sapere. Tutti tacciono al tribunale di Bologna.

C’è stata una levata di scudi alla proposta di vietare di citare i pm titolari delle inchieste, in modo da evitare processi più mediatici che giudiziari, però “stranamente” in questi casi nessuno si presenta davanti alle telecamere a prendersi la RESPONSABILITA’ di aver rovinato la vita a delle ragazzine.
Di magistrati solertemente impegnati a scardinare ogni provvedimento del governo Berlusconi studiato per proteggerci dagli immigrati criminali, ce ne sono infatti a decine e decine, il “bello” è che questi garantisti in servizio permanente attivo quando si tratta di criminali migranti, diventano improvvisamente FORCAIOLI quando gli imputati sono “colletti bianchi”, gli unici a minacciare la società, a parer loro e dell’ottusa mentalità sinistra.
E intanto gli “sbagli” di valutazione commessi da questi “signori” li pagano sulla pelle, i cittadini italiani, ogni benedetto giorno, come pagano il loro stipendio.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Giustizia indecente scarcerazioni facili

permalink | inviato da Orpheus il 19/2/2009 alle 12:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

18 febbraio 2009

L'islamico "buono" decapita la moglie

 
Quando è nata nel 2004, Bridges Tv aveva un obiettivo ambizioso affermare la comprensione fra culture e popoli diversi e contribuire al superamento dei pregiudizi degli americani verso gli islamici, intensamente e giustificatamente forti dopo l'11 Settembre del 2001. Oggi sul sito web della televisione tutte le certezze sono oscurate da un testo unico che esprime grande tristezza per la morte della cofondatrice e chiede rispetto per il dolore privato della famiglia. Alla faccia della promozione della civiltà dell'islam, differente ma altrettanto valida di quella occidentale, l'altro fondatore della rete televisiva ha decapitato la moglie e socia, colpevole di aver denunciato il marito per violenza domestica e subito dopo di aver chiesto il divorzio.
Muzzammil Hassan, quarantaquattro anni, fiero esponente della comunità musulmana di Buffalo, ha avvisato lui stesso la polizia che lo ha arrestato, ma non ha ancora trovato l'arma del delitto, dettaglio non trascurabile visto che la povera donna è stata decapitata, secondo l'interpretazione più tradizionale del Corano, quale giusta punizione delle donne fedifraghe, delle donne che osano denunciare le sevizie inferte loro dagli uomini. Il corpo della vittima, Assiya Hassan, di 37 anni, è stato trovato nella sede della Bridges Tv dove la donna continuava a lavorare. La coppia aveva due figli, di quattro e sei anni.
Hassan ha agito seguendo la legge sacra di Maometto, e nonostante abbia chiamato lui stesso la polizia, non si ritiene colpevole, perché non accetta le leggi dello Stato che lo ha accolto e gli ha dato residenza e cittadinanza. Ad Assiya Hassan non è servita la protezione delle leggi e della forza legale di un Paese che l'aveva accolta, né il ricorso alla giustizia alla quale si era, da americana, rivolta fiduciosa. Per tutti e due, carnefice e vittima, non sono bastati né l'appartenenza a una fascia influente e benestante della società, né la scelta di occuparsi di informazione, addirittura con l'intento di avvicinare due culture fra di loro, a evitare che uno fosse un marito prevaricatore, violento e alla fine assassino, l'altra una donna maltrattata, seviziata e alla fine giustiziata. Il volto umano dell'islam si è mostrato nella sua nudità a Buffalo come fa in qualunque luogo d'Europa. La legge sacra deve essere superiore a quella di qualunque Stato sovrano, non c'è emancipazione che possa affrancare il credente dall'obbligo di obbedienza.
Di questo dobbiamo ricordarci quando si improvvisano preghiere nelle nostre piazze, davanti ai nostri palazzi istituzionali e alle nostre chiese, prima che sia tardi sul serio.
Riassunto da Maria Giovanna Maglie
Più che ricordarlo noi, dovrebbe entrare nella testa di coccio dei  mangi-preti  ma lecca-imam, di cui la sinistra nostrana abbonda.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Islam

permalink | inviato da Orpheus il 18/2/2009 alle 22:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio   <<  1 | 2 | 3  >>   marzo